Stai leggendo: La migliore casseruola della cucina tradizionale italiana

Letto: {{progress}}

La migliore casseruola della cucina tradizionale italiana

L'unica cosa che sai riguardo alle pentole è che il diavolo non gli fa i coperchi? Allora dovesti informarti meglio, però sei avvertito: in questo articolo non parliamo di proverbi, ma delle migliori casseruole sul mercato. Quale sarà la tua scelta?

Tutti i segreti sulla casseruola, quale scegliere e la selezione delle migliori Casseruola STAUB Italia

0 condivisioni 0 commenti

In cucina ogni ricetta è una storia, e lo sapete come si conclude? Con un buon pranzo, se la storia è a lieto fine, oppure soltanto con una montagna di piatti da lavare se, invece, avete bruciato tutto!

Ma che siate già chef ben rodati o soltanto imbracchiatori di fornelli alle prime armi, in ogni caso ognuna di quelle storie ha i suoi protagonisti: agli ingredienti delle vostre ricette spetta il ruolo di primi attori, ma a pentole, teglie e tegami quello di aiutanti positivi, che collaborano attivamente per il successo della missione.

Buttandoci alle spalle il romanticismo, resta comunque il fatto che in cucina bisogna essere ben forniti e che ogni strumento ha la sua funzione esclusiva: non si fa bollire un uovo dentro una padella antiaderente, né si cuoce la torta nel pentolino. E c'è uno strumento che vi serve sempre, non solo perché è versatile e potete prepararci un'infinità di piatti diversi, ma anche perché è tipico della più tradizionale cucina italiana: è la casseruola

Che cos'è la casseruola?

Tutte le informazioni sulla casseruolaHDistockphoto
Cos'è la casseruola? Quale scegliere tra i diversi modelli per una cottura perfetta

La casseruola è un tipo di pentola da cucina. Fino a qui ci eravate arrivati anche voi, ma vi facciamo una preghiera: non chiamatela pentola!

Dovete sapere che non tutte le pentole sono uguali, essendosi evolute, dalla notte dei tempi in cui sono state create (più o meno quando l'uomo ha scoperto la cottura dei cibi) ad oggi, in una quantità di utensili specifici. C'è, per esempio, la pentola generica nella quale la cottura avviene sui fornelli, per trasmissione del calore dal mezzo fluido, che sia acqua o vapore, all'alimento. Riconoscerete poi facilmente una padella, bassa e larga, con il manico molto lungo e adatta a friggere, ma anche a cuocere i cibi velocemente, e infine il tegame, il cui scopo è quello di cucinare il cibo sotto il coperchio, come avviene per stufati e brasati. 

E allora la nostra casseruola? La parola, di per sé forse un po' antipatica nella pronuncia, deriva probabilmente dalla lingua provenzale francese e indica un recipiente che può essere utilizzato anche per la cottura in forno. Non è finita qui, si distinguono:

      • la casseruola fonda, con pareti alte la metà del suo diametro o di più,
      • la casseruola mezza fonda, con pareti alte la metà del suo diametro,
      • la casseruola bassa, con pareti alte meno della metà del suo diametro.

La casseruola è molto spesso usata per la preparazione di sughi e salse e per questo motivo è spesso dotata di un becco laterale. Come già accennato nell'introduzione, la casseruola è la migliore amica delle nonne italiane: il suo uso è strettamente legato a piatti tipici della tradizione come l'arrosto, le minestre, il ragù. In effetti, quando vostra nonna vi dice: "Passami quella casseruola", vi sta inconsciamente trasmettendo un'eredità di sapienza culinaria, profumi e sapori del territorio. Ringraziatela.

Quale materiale per la casseruola

Casseruola BRA antiaderente in alluminioHDAmazon
Qual'è il migliore materiale per una casseruola? I consigli per ogni tipo di ricetta: quando usare la casseruola in acciaio inox, alluminio, in ghisa, rame, terraglia, in ferro smaltato e vetro adatto al fuoco.

Troverete in commercio casseruole realizzate in acciaio inox o alluminio, in ghisa, rame, terraglia, o, addirittura, in ferro smaltato e vetro adatto al fuoco. Ovviamente più la casseruola è grande, più il materiale ideale deve essere leggero, altrimenti diventa veramente faticoso passarla da un fornello all'altro, sollevarla e riporla.

In generale, come anticipato, i tipi di cibi che una casseruola è in grado di magnificare sono quelli della cucina tradizionale, come le zuppe, gli arrosti, gli stufati o i legumi, che richiedono cotture lente e, quindi, materiali a bassa conduttività. Per esempio è ottima per questo scopo la terracotta o lo stesso acciaio inossidabile, il quale, però, ha il difetto di non distribuire il calore uniformemente (e ciò può causare la bruciatura degli alimenti in alcuni punti).

L'alluminio è il materiale più economico, quindi, se non volete fare tanto i Mastechef della situazione, va più che bene. Le casseruole in alluminio sono anche facili da pulire e non vengono attaccate dalla ruggine.

C'è chi ritiene che il migliore materiale in grado di garantire uniformità nella cottura lenta e non rovinarsi è la ceramica. Per quanto l'acquisto di una casseruola in ceramica conduca a un certo esborso economico si tratta di un investimento durevole nel tempo. Dalla nobiltà della ceramica si passa, poi, al sapore rustico ma moderno delle casseruole di ghisa, particolarmente consigliate per il forno.

Di che casseruola sei?

In ogni batteria di pentole si annoverano almeno tre diverse casseruole di tutto rispetto. Se avete la necessità di sostituire quelle vecchie ed usurate o siete dei novelli sposi (o anche un novello single che va a vivere da solo!), dovete mettervi in casa tutto il necessario per cucinare ogni tipo di pietanza. Vi consigliamo di procedere confrontando i prezzi dei prodotti con il pregio del materiale e la durevolezza della casseruola.

Come per molte altre categorie merceologiche, l'investimento iniziale ha lo scopo di essere ripagato nel tempo con un risparmio lampante: quello di non dovere sostituire la casseruola dopo appena un anno di utilizzo, perché si è annerito troppo il fondo o si è graffiata irreparabilmente. 

Casseruola ovale in ghisa smaltata Staub 29 cm in diversi colori

Iniziamo con un prodotto d'eccellenza. La casseruola in ghisa smaltata "La cocotte" di Staub non è solo bella (in foto vedete la versione in nero, ma su Amazon è anche disponibile in rosso, blu, grigio, giallo, verde e tantissimi altri colori) ma anche di qualità stupefacente, adatta ai più grandi chef ma anche alla migliore cucina tradizionale casalinga.

La ghisa utilizzata è una lega di ferro ricca di carbonio, rivestita di uno smalto vetrificato che trattiene bene il caldo ma anche il freddo e può, perciò, essere riposta in frigorifero. Questa casseruola promette di esaltare qualunque sapore, grazie a una diffusione del calore uniforme, e di risparmiare molto gas, perché la fiamma sul fornello va tenuta bassa. Potete metterla in forno e, con il tempo migliora anziché peggiorare, perché la ghisa diventa sempre più porosa.

Casseruola in alluminio Stoneline 28cm

Delle casseruole in alluminio questa è la regina. Dotata di un rivestimento anti graffio e antiaderente, vi permette di cucinare anche cibi privi di grassi senza che si attacchino al fondo. Il design quadrato è molto interessante, se fosse stata rettangolare sarebbe risultata meno pratica perché avrebbe impedito di collocare altre pentole nel fornello di fianco. Invece è grande, ma allo stesso tempo comoda.

Vi arriva con un coperchio in vetro incluso, grazie al quale potrete controllare l'andamento della cottura, mentre il vapore in eccesso fuoriesce da uno sfiatatoio. È leggera e questo in cucina è molto importante: si fatica già abbastanza a portare a termine una ricetta con i complimenti dei commensali!

Casseruola alta radiante Agnelli

Ottimo prodotto, in alluminio veramente spesso e con manici ben fermi. Professionale, ma assolutamente accessibile nel prezzo. Lo spessore da 5 mm conferisce un potere radiante eccellente, adatto a cucinare ogni tipo di pietanza: dai risotti (anche alla pilota) alle zuppe. L'annerimento del fondo è da considerarsi in questo caso praticamente fisiologico.

La casseruola cilindrica prodotto da Agnelli è disponibile nelle misure 16 cm, 18 cm, 20 cm, 24 cm, 28 cm, 32 cm, 36 cm, 40 cm, 45 cm, 50 cm, 55 cm e 60 cm.

Ballarini Portofino Casseruola per piano a induzione

Se l'antiaderenza è il vostro pallino questa è la casseruola giusta per voi, perché è composta da quattro strati rinforzati con particelle minerali: antiaderenti e dal cuore di pietra sono quattro strati di cucina sana, senza grassi né oli. Non contiene, inoltre, nessun materiale pericoloso come il nickel, quindi è indicata per gli allergici ai materiali pesanti ed è adatta a tutte le fonti di calore, tranne l'induzione.

Può addirittura essere lavata in lavastoviglie, ma richiede l'uso di mestoli per pentole antiaderenti, come quelli in legno o silicone. Il peso, poi, è ideale perché non è troppo pesante, ma maneggiandola si avverte subito che è solida e robusta.

Casseruola Lodge in ghisa

Casseruola interamente in ghisa, che è sinonimo di durata e resistenza. Si presta soprattutto alla cottura di cibi che richiedono una distribuzione uniforme del calore. Può essere messa nel forno ed è ottima per la cottura del pane, che farà una bellissima crosta grazie al fatto che la casseruola mantiene l'umidità dell'impasto. Anche carne, pesce e verdure, però, vi daranno belle soddisfazioni quando si presenteranno nel piatto croccanti e saporiti.

Il coperchio può essere usato come un tegame, quindi si tratta di un prodotto "due in uno". Alcuni lamentano una eccessiva pesantezza, ma ribadiscono anche fermamente che ripeterebbero l'acquisto. Vista la qualità costruttiva rapportata al prezzo, infatti, questa casseruola in ghisa è molto competitiva rispetto ai prodotti di marchi più famosi.

Casseruola fonda Lagostina Every

Casseruola in Acciaio Inox 18/10, lucida esternamente e satinata all'interno. Garantita due anni, lavabile in lavastoviglie, versatile perché adatta a tutte le forme di calore, inclusa l'induzione. Va nel forno e in lavastoviglie. Il fondo a tre strati è molto spesso, utile per cucinare senza bruciature anche i risotti e i più sfrigolanti soffritti.

È adatta a chi vuole spendere poco e cerca la casseruola per l'uso di tutti i giorni.

Casseruola Sitram 710843

Ancora una volta una casseruola in ghisa, ma questo ha un prezzo veramente imbattibile. È smaltata all'interno e all'esterno, che presentano, tra l'altro, due differenti colorazioni rosso e panna (molto gradevoli e adatte a individuare bene il grado di cottura dei cibi).

Lo smalto permette una pulizia veloce e garantisce l'impossibilità che si formino incrostazioni durevoli. Se vi piace la cucina tradizionale questa casseruola vi farà innamorare. Altrimenti è un ottimo regalo per la mamma!

Casseruola in vetro ceramica Visions 1L Saucepan

Può darsi che abbiate una cucina disordinata e non particolarmente accattivante, ma questa casseruola, da sola, la farà immediatamente risplendere! Inutile, o quasi, spendere parole sul design che si commenta da solo: completamente in vetro permette di controllare continuamente la cottura, anzi, forse, correte il rischio di imbambolarvi lì davanti ad osservare le bolle che salgono e tutti gli altri fantastici effetti speciali della chimica del cibo.

La sua seconda caratteristica più nota è la resistenza agli sbalzi di temperatura: potete passarla dal fornello al forno e poi al congelatore senza che faccia una piega! Il vetro ceramica, inoltre, non è poroso quindi non assorbe odori né sapori. L'unico neo? Non è antiaderente e bisogna controllare frequentemente i cibi affinché non si attacchino. 

Lagostina Cooking Fusion

Casseruola in ghisa che può andare ovunque: sul gas, su piastra elettrica, su vetro ceramica e anche nel forno e nel forno a legna. Il rivestimento antiaderente è estremamente sicuro, perché non contiene cadmio, né piombo o altri materiali dannosi per la salute, e il prodotto è riciclabile. È, insomma, una casseruola che rispetta la vostra salute e pure l'ambiente. Il design arrotondato la rende deliziosa. Non solo la pancia, ma anche l'occhio vuole la sua parte.

Casseruola antiaderente BRA in alluminio

Ottima antiaderenza per questa casseruola con manici rimovibili in silicone super pratici, che vi faranno dimenticare gli incidenti di percorso ai fornelli! Ha un diametro di 20 centimetri e un'altezza di 10: è quindi un buon compromesso per le esigenze di una famiglia media. Il design di tutta la serie è molto interessante e viene voglia di acquistare anche le teglie e le padelle. La qualità, d'altra parte, è ottima perché i fondi sono ben spessi.

Come pulire la casseruola

Come pulire la casseruolaHDiStock
Come pulire la casseruola

In alcuni casi pulire e disincrostare una casseruola può non essere questione di minuti trascorsi a sgrassare con la semplice spugnetta da cucina imbevuta di detersivo per piatti. Con il trascorrere del tempo e con l'usura, infatti, il fondo della casseruola può annerirsi. Inoltre alcuni materiali richiedono più cura e una maggiore attenzione.

Se la casseruola è in coccio, per esempio, vi consigliamo di utilizzare una miscela di aceto e sale fino. Se il fondo è diventato scuro potete invece usare acqua ossigenata e bicarbonato in polvere. Le casseruole antiaderenti hanno uno strato superiore in Teflon molto delicato, che può essere pulito usando materiali poco abrasivi come il bicarbonato o l'aceto, precedentemente diluito in un po' d'acqua bollente.

Oh no, che noia. Lo stavate pensando? Allora forse la casseruola migliore per voi è quella "da battaglia", in grado di resistere a infiniti lavaggi, rigorosamente in lavastoviglie, anche quando Natale e Capodanno la famiglia li trascorre solo a casa vostra! 

La migliore casseruola

Quale casseruola ci è piaciuta di più, tutto considerato? Noi non abbiamo dubbi e per il 2018 consegniamo il primo premio alla casseruola in ghisa Lodge. Le motivazioni della giuria sono:

    • La longevità e la resistenza dovute all'ottima fattura;
    • La versatilità (il coperchio, come detto, può essere usato per cucinare e non solo per coprire);
    • La bontà del pane che potete prepararci;
    • Il fatto che vi farà fare un figurone a tavola e poi in cucina, quando tutti verranno a vedere qual è il vostro segreto.

Le ricette da cucinare con la casseruola

La casseruola come abbiamo capito è uno strumento utile e versatile per la cucina, in seguito alcune ricette facili e deliziose da cucinare con la tua nuova pentola.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.