Stai leggendo: Disney licenzia il regista di Guardiani della galassia James Gunn

Letto: {{progress}}

Disney licenzia il regista di Guardiani della galassia James Gunn

Disney ha dichiarato l'assoluta incompatibilità dei propri valori con le dichiarazioni offensive ed indifendibili espresse (e poi cancellate) dal regista tanti anni fa.

James Gunn Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Marvel ha reciso ogni rapporto con il regista James Gunn, prima osannato per i suoi due film sui Guardiani della galassia, per colpa di una serie di tweet riemersi in rete - nonostante lui li avesse da tempo rimossi - che contengono dichiarazioni fortemente offensive su questioni delicate.

L’atteggiamento e le dichiarazioni offensive scoperte nel Twitter feed di James sono indifendibili ed incompatibili con i valori del nostro studio, e abbiamo reciso la nostra relazione professionale con lui.

Questa la dichiarazione di Alan Horn, il CEO di Walt Disney Company qualche ora fa.

I tweet in questione erano stati rimossi da anni dal regista, ma degli utenti hanno fatto riemergere online degli screenshot che li contengono: il regista aveva scritto battute provocatorie ed offensive riguardo argomenti come l’AIDS e lo stupro, quali “Le risate sono la miglior medicina. Ecco perché rido delle persone con AIDS”.

Un portavoce di Gunn ha rilasciato una dichiarazione ad Entertainment Weekly, in cui si legge: “

Le mie parole di quasi un decennio fa erano, all’epoca, degli sforzi vani ed infelici di essere provocatorio.

E prosegue: “Me ne sono pentito da anni - non solo perché erano stupide, per niente divertenti, prive di ogni sensibilità, e certamente non provocatorie come speravo, ma anche perché non riflettono la persona che sono oggi o che sono diventato da parecchio tempo”.

A prescindere da quanto tempo è passato, capisco ed accetto la decisione professionale presa oggi.

Ed aggiunge: “Anche tutti questi anni dopo, mi prendo la piena responsabilità per il modo in cui mi sono comportato all’epoca. Tutto ciò che posso fare ora, oltre ad offrire le mie più sincere scuse, è di essere la miglior persona che posso: aperto, comprensivo, impegnato per l’uguaglianza, e soprattutto più cauto nel formulare le mie dichiarazioni pubbliche e nelle occasioni di discussioni in pubblico. A chiunque fa parte dello showbusiness ed oltre, offfro di nuovo le mie più sincere scuse”.

Gunn ha poi discusso della questione in un thread su Twitter, in cui ha parlato del suo passato come regista della Troma, una casa di produzione che realizza film particolarmente violenti e a tinte forti:

Molte persone che hanno seguito la mia carriera sanno come ho cominciato, mi vedevo come un provocatore, facevo film e battute oltraggiose e taboo.

Ed ha proseguito: “Come ho detto pubblicamente molte volte, sono cresciuto come persona, e così il mio lavoro ed il mio umorismo. Non voglio dire di essere migliore, ma sono una persona molto, molto differente da quella che ero qualche anno fa; cerco di dare una base al mio lavoro nell’amore e nella connessione, e meno nella rabbia. L’epoca in cui dicevo le cose solo per scioccare e provocare reazioni è finita”.

James Gunn ha poi continuato a scusarsi, spiegando anche che nella vita vera non si è mai comportato come quelle battute di cattivo gusto potevano far pensare.

Il regista ha concluso: “Facevo un sacco di battute offensive. Non lo faccio più. Non biasimo il me stesso di un tempo, ma mi piaccio di più adesso, e mi sento molto più un essere umano pieno ed un creatore oggi”.

Uno degli attori di Guardiani della galassia, Dave Bautista (Drax nei film Marvel), ha preso le difese del regista, con un post su Twitter: "Avrò molto altro da dire sulla questione, ma per ora tutto ciò che dirò è questo:

James Gunn è una delle persone più amabili, piene di attenzioni e di buona indole che abbia mai incontrato.

Ed ha aggiunto: "È gentile e cortese e tiene moltissimo a persone ed animali. Ha commesso degli errori. Lo facciamo tutti. NON sono d'accordo con ciò che gli sta succedendo". L'attore è il primo di quelli che hanno lavorato nel MCU con lui ad esprimere la propria opinione sulla faccenda.

Cosa pensate di questa svolta inaspettata nell’universo Marvel?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.