Stai leggendo: Passata di pomodoro: la ricetta per farla in casa con le verdure di stagione

Letto: {{progress}}

Passata di pomodoro: la ricetta per farla in casa con le verdure di stagione

Densa, profumata, vellutata e corposa: è la passata di pomodoro fatta in casa. Scopri come insaporire primi piatti e pizze con la ricetta per la passata casalinga.

Passata di pomodoro Getty Images

1 condivisione 0 commenti

La passata di pomodoro fatta in casa rende speciali primi piatti, focacce e pizze. I pomodori maturati al sole estivo sono perfetti per essere sbollentati e ridotti in una passata densa e profumata, capace di insaporire persino un semplice piatto di pasta al sugo.

Il primo passo consiste nella scelta del pomodoro giusto. E qui viene il bello: San Marzano? Ramato? Cuore di Bue? Pachino? Allora in cima alla lista delle preferenze va collocato il San Marzano, seguito a ruota dal ramato. I pomodori San Marzano sono carnosi e poveri di acqua e hanno un sapore mediamente dolce, che si presta molto bene alla preparazione della regina delle conserve casalinghe.

Una volta scelto il pomodoro, hai di fronte una nuova decisione da prendere. La passata di pomodoro si può realizzare con il metodo con doppia cottura oppure con il metodo a crudo. Nel primo caso, cuoci i pomodori due volte sia prima che dopo l’imbottigliamento. Il metodo a crudo, invece, prevede solo la cottura dopo l’imbottigliamento.

La nostra ricetta adotta il metodo della doppia cottura e prevede l'utilizzo di 6 chilogrammi di pomodori. In media, i pomodori hanno uno scarto del 20% e quindi otterrai quasi 5 chilogrammi di passata, da conservare in 16 vasetti in vetro da 300 grammi.

Segui tutto il procedimento e fai attenzione soprattutto alla bollitura dei barattoli e alla chiusura ermetica con i tappi appositi. Una volta completata la preparazione, conserva i tuoi vasetti in un luogo fresco e asciutto e preparati a preparare pizze degne di una pizzerie e primi al sugo da leccarsi i baffi. Allora pronta a preparare la tua passata di pomodoro fatta in casa? Ricorda che potrai usarla per circa un anno a partire dalla data di imbottigliamento. 

Informazioni

Ingredienti

  • Pomodori San Marzano 6 kg
  • Basilico fresco 1 mazzetto

Preparazione

  1. Lava i pomodori sotto l’acqua corrente e taglia le ammaccature o le parti non buone. Dividili in due con un coltello e privali dei semi interni. Mano a mano che elimini i semi, mettili a sgocciolare in uno scolapasta.

  2. Una volta terminata l’operazione di pulizia dei pomodori, immergili in un pentolone di acqua e chiudi con un coperchio. Scegli tegami in acciaio onde evitare rilasci metallici dovuti all’acidità dei pomodori. Mescola di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e controlla il grado di cottura. I tempi variano a seconda del grado di maturazione dei pomodori e del quantitativo.

  3. Puoi calcolare in media circa 60 minuti di cottura. I pomodori sono pronti quando iniziano a spappolarsi.

  4. Spegni il fornello e passa i pomodori con il passaverdura elettrico o con quello manuale. Se opti per il passaverdura manuale, usa il disco a fori grossi per un risultato più rustico. Se preferisci una passata densa e vellutata, usa il disco a fori piccoli.

  5. Se la tua passata di pomodoro ti sembra della giusta densità, puoi procedere all’imbottigliamento. Se invece la passata è liquida, mettila in una pentola e falla addensare leggermente sul fornello.

  6. Prima di imbottigliare la passata, sanifica i barattoli in vetro facendoli bollire in acqua. Versa la passata all’interno lasciando sempre un dito tra il livello del pomodoro e il coperchio. Lo spazio libero permette la formazione del vuoto nel barattolo durante la bollitura finale della conserva.

  7. Prima di chiudere i barattoli aggiungi qualche fogliolina di basilico e falli bollire per circa 40 minuti. Dopo 12-24 ore dalla bollitura, controlla che i barattoli della tua passata di pomodoro siano chiusi ermeticamente. Premi con il dito al centro del tappo e mettiti in ascolto. Se senti il classico click clack, il tuo imbottigliamento è riuscito.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.