Stai leggendo: Castiglioncello: la perla del Tirreno che incanta ogni turista

Letto: {{progress}}

Castiglioncello: la perla del Tirreno che incanta ogni turista

Castiglioncello, conosciuto anche come La Perla del Tirreno, è una suggestiva frazione di Rosignano Marittimo, in provincia di Livorno. Arroccato su un promontorio è circondato da spiagge, zone boschive e luoghi di interesse culturale.

Castiglioncello immortalato al tramonto istockphoto

105 condivisioni 1 commento

Castiglioncello, soprannominato La Perla del Tirreno, è una frazione di 3.800 abitanti del comune di Rosignano Marittimo. Il paesino, incastonato tra pinete e scogliere che cadono a picco sul mare, può essere considerato un vero gioiello italiano.

Una meta turistica ideale sia da chi vuole trascorrere qualche giorno in relax, prendendosi una pausa dallo stress della vita quotidiana, sia dagli appassionati di sport che in questo luogo incantevole possono praticare tennis, trekking, snorkeling, pesca e barca a vela. L’offerta è ampia e variegata e riesce a mettere d’accordo i desideri di tutti.

Prima di farvi immergere nelle bellezze della Perla del Tirreno, vi segnaliamo gli argomenti che affronteremo nell'articolo:

Mare e cinema

Veduta panoramica di una spiaggia di CastiglioncelloHDistockimage

Castiglioncello, con i suoi paesaggi caratterizzati dalla presenza di spiagge, acque limpide e zone boschive, ha lasciato senza fiato noti personaggi dello spettacolo. Alberto Sordi e Marcello Mastroianni, ad esempio, negli anni sessanta, soggiornavano spesso qui, regalandosi lunghi momenti di pace.

Dino Risi, a sua volta, lo scelse come location del suo film Il Sorpasso con Vittorio Gassman e J. L. Trintignant, che lo portarono all’attenzione nazionale e internazionale. Se fino ad allora, infatti, il paese era poco conosciuto, dopo la pellicola divenne tra i luoghi di villeggiatura più ambiti. Nonostante questo però è riuscito a conservare la sua bellezza selvaggia e quasi incontaminata.

Cosa vedere a Castiglioncello

Una delle spiagge di CastiglioncelloHDistockphoto

Questo paese in provincia di Livorno, in passato abitato da poveri pescatori, facente parte dell’Etruria, porta dentro di sé tracce di quel popolo. Nella sua terra, infatti, sono state rinvenute antiche necropoli.

I luoghi d’interesse si dividono tra attrazioni religiose, culturali, storiche e naturalistiche. Interessante, soprattutto perché ha conservato immutato il suo aspetto nel corso del tempo, è l’Oratorio di Sant’Andrea Apostolo. Costruito nel XVIII secolo, ha una forma che ricorda quella di una capanna mentre l’interno presenta un altare e pochi arredi essenziali.

Un’altra struttura interessante da visitare è villa Celestina, costruita secondo i dettami dell’architettura razionalista. Realizzata negli anni Trenta del Novecento, ospitò numerosi eventi e alla fine della seconda guerra mondiale divenne proprietà dell’amministrazione comunale. Oggi la villa ospita il CEA, il Centro di Educazione Ambientale del Comune di Rosignano Marittimo. Al suo interno sono organizzate numerose attività extra didattiche per bambini e ragazzi attinenti il tema ambientale.

Da visitare anche il Museo Archeologico Nazionale di Castiglioncello nel quale sono raccolti i reperti della necropoli etrusca, ritrovata durante i lavori di urbanizzazione fatti nei primi del novecento.

Dal punto di vista paesaggistico, va senza alcun dubbio citato il Monte Pelato, dalla caratteristica forma conica, che svetta sul resto delle colline circostanti. Il nome particolare gli è stato attribuito dalla gente del posto per via dell’assenza sulla sua cima di vegetazione ad alto fusto. Il monte può essere raggiunto tramite un sentiero.

Il centro storico di Castiglioncello

Una panchina di fronte a un promontorioHDistockphoto

Castiglioncello, borgo fatto di strade strette e difficili da percorrere a doppio senso, è reso caratteristico soprattutto dalla presenza, a Piazza della Vittoria, del castello Pasquini eretto intorno al 1889 su volere del barone Lazzaro Patrone che volle dargli un aspetto medievale. Intorno ad esso si trova uno splendido parco in cui ci si può immergere nella bellezza della natura.

Al suo interno si trovano roseti e varie specie di fiori, tra cui il ciclamino selvatico. Accanto alla costruzione principale vennero edificate la casa del casiere e una cappella. In seguito il castello fu acquistato dalla famiglia Pasquini e negli anni ottanta divenne proprietà dell’amministrazione comunale che oggi l’ha reso il centro focale di innumerevoli manifestazioni culturali.

Le spiagge bianche a Rosignano e il mare a Castiglioncello

Lungomare di CastiglioncelloHDistockphoto

L’intera zona di Castiglioncello salta subito agli occhi per il mare cristallino. Paesaggi da cartolina capaci di affascinare turisti italiani e stranieri. Le spiagge libere sono molto poche ma in compenso gli stabilimenti balneari offrono comfort e numerosi servizi che renderanno lieto e speciale il vostro soggiorno.

I Bagni Quercetano, posto pittoresco arroccato sugli scogli, mettono a disposizione ombrelloni, lettini, solarium e una piattaforma in legno sul mare. È anche possibile mangiare al ristorante che offre specialità di pesce.

Un luogo altrettanto piacevole in cui fermarsi è la Spiaggia del Fortullino caratterizzata da una zona verde attrezzata per far giocare i bambini e dalla spiaggia a ridosso degli scogli con ombrelloni e sdraie. Vi è anche un bar dotato di tavolini e toilette.

Incantevole e imperdibile è il tratto di mare denominato Lungomare Alberto Sordi. Qui potrete ascoltare il respiro delle acque, ammirare tramonti mozzafiato e tuffarvi dalle calette che incontrerete durante il tragitto.

Suggestive per il nome, ma non per ciò che celano in realtà, le spiagge bianche di Rosignano, paragonate per il loro colore a quelle caraibiche, sono tra le mete balneari più frequentate della Toscana. Premiate diverse volte con la Bandiera Blu, si estendono per circa 4 chilometri ma a discapito di quanto si pensi la loro particolare fisionomia è dovuta agli scarichi di carbonato di calcio avvenuti per anni da parte di un impianto sito nei pressi di esse.

Vi ha affascinato questo viaggio a Castiglioncello? Preparate le valigie, allora, e concedetevi una vacanza tra mare, cultura e arte.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.