Stai leggendo: Barack Obama in Africa, tra danze keniote e un potente discorso per Nelson Mandela

Letto: {{progress}}

Barack Obama in Africa, tra danze keniote e un potente discorso per Nelson Mandela

In occasione del centenario della nascita di Nelson Mandela, Barack Obama si è recato in Africa. L'ex Presidente degli Stati Uniti è stato in Kenya, nel villaggio di suo padre, e ha tenuto un toccante discorso in Sudafrica per il leader anti-apartheid.

Barack Obama Getty Images

6 condivisioni 0 commenti

Qualche giorno fa, Barack Obama aveva annunciato sui social la sua volontà di andare in Africa.

L'ex Presidente degli Stati Uniti, il primo afroamericano alla Casa Bianca, ha visitato dopo diversi anni il villaggio di suo padre, in Kenya. Obama ha incontrato la sorellastra Auma - a capo della Fondazione Sauti Kuu - e la matrigna Sarah.

Tanti i festeggiamenti in suo onore, tra musiche della tradizione keniota e danze. Ovviamente, il Presidente non si è sottratto al richiamo del ritmo - qualche giorno fa, invece, abbiamo visto scatenarsi la moglie Michelle! - e ha ballato con la matrigna 96enne tra l'entusiasmo generale della gente accorsa per il suo arrivo nel villaggio.

Qualche ora dopo, Barack Obama si è diretto in Sudafrica. Ricorre proprio oggi, 18 luglio, il centenario della nascita di Nelson Mandela, scomparso nel 2013.

L'ex Presidente ha tenuto a ricordare l'eroe anti-apartheid appoggiando e sostenendo la sua visione, un ideale in cui lui stesso continua a credere fortemente:

Credo nelle idee di Mandela, condivise da Gandhi, King e Lincoln. Credo in un progetto basato sull'uguaglianza, la giustizia, la libertà, e in una democrazia multirazziale fondata sul principio che siamo stati creati tutti uguali e con valori inalienabili.

"Ci può essere più pace in nome di un bene comune. Ma per questo, si dovrà lavorare di più e con più intelligenza", ha aggiunto Obama facendo riferimento alle attuali politiche mondiali, tra cui quella particolarmente aggressiva di Donald Trump, di recente al centro del mirino per le sue normative sull'immigrazione.

Guardatevi intorno: la politica dell'uomo forte sta dilagando, chi è al potere sta cercando di minacciare tutte le istituzioni e le leggi che danno un significato alla democrazia.

Di certo, questo intervento di Barack Obama - che mai avrebbe potuto essere più appropriato, considerato il ricorrere del centenario della nascita di Mandela - fa molto riflettere.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.