Stai leggendo: Il girasole, tutto su una pianta straordinaria

Letto: {{progress}}

Il girasole, tutto su una pianta straordinaria

Una guida per scoprire tutto sul girasole, dal significato del fiore alle regole per coltivare questa pianta straordinaria in vaso, nell'orto o in giardino o per farne oli e altri prodotti.

Una guida per conoscere il girasole e sapere come coltivare questa pianta straordinaria Pixabay

3 condivisioni 0 commenti

Il girasole, il cui nome scientifico è Helianthus annuus, è una pianta straordinaria sia dal punto di vista estetico, grazie al suo colore giallo vivo che cattura immediatamente lo sguardo, che per le sue innumerevoli proprietà. Difatti sebbene possa essere coltivato come pianta puramente ornamentale, si presta anche a finalità alimentari e curative. Il suo fiore nel linguaggio scientifico è detto capolino, infiorescenza composta da innumerevoli fiori che, una volta maturi, diventano semi chiamati acheni, vale a dire frutti.

Particolarmente sviluppato in altezza tanto da superare di solito i due metri, riesce a orientarsi in direzione del sole per merito del suo eliotropismo. Può essere coltivato anche in vaso purché si scelgano varietà nane, più facili da gestire sul balcone o in terrazzo. Essendo un fiore estivo, ama il caldo e vive meglio in pieno sole mentre i ristagni possono farlo marcire.

Il terreno perfetto in cui coltivarlo oltre a non dover essere troppo umido, dovrebbe contenere parecchie sostanze organiche, e per questo vale la pena concimarlo con letame o stallatico. Scopriamo di seguito significato, utilizzi, proprietà del girasole e tutto su questa pianta straordinaria che si può coltivare facilmente anche a casa:

In vaso, nell'orto o in giardino: le regole per coltivare il girasole

Una guida per scoprire come coltivare il girasoleHDPixabay

I periodi migliori per seminare il girasole sono la fine di marzo e il mese di aprile: lo si può seminare in vaschetta per poi trapiantarlo in un vaso di dimensioni maggiori, prima che formi le sue grandi radici. In alternativa lo si può seminare direttamente nell'orto o in giardino, mantenendo una distanza di almeno una ventina di centimetri fra una pianta e l'altra. 

Alcune regole di coltivazione valgono sia che cresca in vaso, in giardino o nell'orto e possono essere riassunte nei seguenti punti:

  • Visto che si sviluppa verticalmente, è importante dotarlo di un sostegno che può essere un piccolo palo di legno.
  • Bisogna annaffiarlo con regolarità ma senza esagerare perché teme l'umidità eccessiva.
  • Va concimato con letame o compost domestico.

Per quanto riguarda la coltivazione in vaso è importante:

  • Collocarlo su un balcone con buona esposizione solare al riparo dal vento
  • Prediligere varietà nane perché le sue radici sono molto grandi e hanno bisogno di spazio per poter crescere adeguatamente. 
  • Disporre sulla base del vaso ghiaia o argilla espansa in modo da assicurare un buon drenaggio e ricoprire questo strato drenante con materiale organico.
  • Sopra allo strato di materiale organico disporre il terriccio.
  • Annaffiare il girasole con regolarità ma evitando di bagnarlo troppo.
  • Seminarlo in primavera o inizio estate al centro del vaso interrando i semi ad almeno 2 cm di profondità.
  • Utilizzare terriccio fertile con pH compreso tra 6 e 7,5.

Se invece intendete coltivare il girasole nell'orto o in giardino dovrete seguire i seguenti accorgimenti:

  • Trapiantare le piantine di girasole acquistate in vivaio in piena terra scavando una buca. Se intendete usare i semi, è sufficiente realizzare delle postarelle nel terreno e interrarli direttamente a 3-4 cm di profondità.
  • Aggiungere sul fondo della buca, in caso di piantine, del letame o stallatico pellettato.
  • Collocare il girasole nella buca riempiendola con terriccio fertile, evitando di lasciare scoperto il colletto senza tuttavia coprirlo troppo.
  • Irrigare regolarmente il girasole evitando però la formazione di ristagni idrici che possono farlo marcire.
  • Se piantate più girasoli, mantenerli a una distanza di circa 40 cm l'uno dall'altro.
  • Se avete intenzione di piantare delle file di girasoli mantenere tra di esse una distanza di circa 60 cm.
  • Concimare il girasole con compost domestico o letame animale.
  • Quando la pianta è ancora piccola, eliminare eventuali erbe infestanti che possono ostacolarne la crescita.

Il significato del fiore di girasole

Il significato simbolico del fiore di girasoleHDPixabay

Cosa simboleggia il girasole? Il significato del girasole affonda le sue radici nell'antichità quando questo fiore rappresentava, presso diverse popolazioni indigene, il Dio Sole. Ecco perché gli è stata poi attribuita una connotazione di spensieratezza, gioia, serenità. Ma le sue simbologie nel corso del tempo, a seconda del contesto culturale, sono cambiate assumendo in alcuni casi accezione tutt'altro che positiva. Scopriamone i principali significati:

  • Nella mitologia greca il girasole simboleggiava l'amore non ricambiato. Nella leggenda della ninfa Clizia e di Apollo si narra infatti che Clizia si fosse innamorata di Apollo e ogni giorno, vedendolo passare in cielo mentre trasportava il sole, lo seguisse con lo sguardo. Finché consumata dalla disperazione, visto che Apollo non la desiderava, si trasformò in un girasole, il fiore sempre rivolto verso il sole.
  • Altre simbologie del girasole sono la vittoria e il successo, motivo per cui è anche utilizzato come regalo di laurea o in caso di raggiungimento di traguardi importanti.
  • Simbolo di positività e di guarigione per via della natura solare e del suo colore giallo, può anche essere donato a chi è guarito da una lunga malattia.

In ambito onirico sognare fiori come i girasoli di solito ha un significato positivo ma anche qui, la simbologia muta a seconda del contesto:

  • Se il girasole compare in un ambiente tranquillo, e risulta piacevole da guardare, può indicare allegria, forza, solarità, energia.
  • In accezione negativa, il sogno del girasole può indicare un amore non corrisposto. In questo caso il girasole non suscita un senso di pace in sogno ma tormento e tristezza.
  • Se il girasole onirico è appassito può simboleggiare la perdita di un punto di riferimento importante o di energia e vitalità.
  • I semi di girasole che compaiono in sogno possono indicare la possibilità di ottenere positività in ogni settore della propria vita e che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Semi di girasole: olio e non solo...

Semi di girasole per preparare ricette, olio e altri prodottiHDPixabay

A cosa servono i semi di girasole? A una molteplicità di scopi, sono infatti ricchi di nutrienti e per questo vengono utilizzati sia in ambito alimentare che curativo e cosmetico. Contengono molti acidi grassi essenziali, come l'acido folico e l'acido linoleico, il primo utilissimo in gravidanza, il secondo usato dall'organismo per formare gli acidi grassi omega 3, fondamentali per proteggere il cuore. 

Senza contare il ricco contenuto di vitamina B e vitamina E, dalle proprietà antiossidanti, di sali minerali come ferro, zinco e fosforo, e ancora di magnesio e potassio. Il magnesio in particolare ha contribuito alla fama dei semi di girasole come calmanti in grado di evitare stress e di favorire il relax. 

Varietà di semi e loro proprietà

Tutte le varietà principali di semi di girasole HDPixabay

Non tutti i semi di girasole sono uguali, ne esistono infatti tre principali varietà:

  • semi di girasole bianchi ricchi di acido linoleico, conosciuto per le sue proprietà antitumorali, per la capacità di favorire l'accrescimento della massa magra, e per prevenire l'arteriosclerosi e il diabete
  • semi di girasole neri ricchi di ferro, manganese, zinco e fibre, che aumentano il senso di sazietà e proteggono l'intestino
  • semi striati utili per il buon funzionamento dell'intestino.

Come mangiare i semi di girasole

Alimenti a base di semi di girasoleHDPixabay

In cucina gli utilizzi dei semi di girasole sono i più vari: vengono impiegati per arricchire insalate, pane e risotti. Possono essere consumati tostati e leggermente salati al posto di altri snack purché non si superino i 10 gr al giorno. Nell'Est Europa si usa sgranocchiarli con o senza buccia, in versione naturale o salata. Possono anche essere versati in deliziosi muesli a base di frutta e cereali oppure aggiunti all'alimentazione sotto forma di integratori alimentari.

Olio di semi di girasole: principali utilizzi e proprietà

Gli utilizzi e le proprietà dell'olio di semi di girasoleHDPixabay

Dai semi si estrae l'olio di girasole per friggere oppure per condire a crudo insalate e altri piatti. L’olio di semi di girasole è ricco di acidi insaturi, soprattutto acido oleico e linoleico, e anche di minerali come selenio, rame, zinco, manganese, fosforo, che contribuiscono a rinforzare i tessuti, a produrre ormoni, a migliorare la circolazione del sangue abbassando nel contempo i rischi dovuti a malattie cardiovascolari.

L'olio di tipo alto oleico viene inoltre utilizzato a fini cosmetici perché ricco di antiossidanti che contribuiscono ad attenuare le rughe e a prevenire l'invecchiamento delle cellule. Può essere versato direttamente sulla pelle come unguento. Per le sue proprietà antibatteriche e cicatrizzanti viene anche impiegato nella preparazione di creme utili per prevenire l'acne e nei prodotti contro le smagliature.

L'olio di girasole viene anche consigliato per risciacquare la bocca quando le mucose risultano infiammate e le gengive arrossate perché dotato di proprietà lenitive e rinfrescanti. Lo si può utilizzare persino nella preparazione di lozioni per capelli: è sufficiente far macerare 10 gr di radice secca di carota in 100 ml di olio per circa due giorni, applicando il composto direttamente sul cuoio capelluto dopo lo shampoo, una volta a settimana.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.