Stai leggendo: Doctor who stagione 11: il teaser trailer e tutto quello che sappiamo

Letto: {{progress}}

Doctor who stagione 11: il teaser trailer e tutto quello che sappiamo

Nel nuovo teaser della prossima stagione di Doctor Who diamo un'occhiata ai personaggi che debutteranno al fianco di Jodie Whittaker. Ecco tutto quello che sappiamo finora sulle puntate in arrivo.

0 condivisioni 0 commenti

Durante la finale dei mondiali di calcio è stato diffuso il primo teaser trailer dell’undicesima stagione di Doctor Who, che ci dà un assaggio del nuovo Dottore interpretato da Jodie Whittaker e del team di personaggi che lo accompagneranno nelle sue avventure.

Lo show di fantascienza più longevo della TV sta infatti per tornare, con un makeover importante: non è infatti stato rivoluzionato solo il cast a partire dalla protagonista (per la prima volta donna), ma anche dietro le quinte c’è stato un importante avvicendamento. Lo showrunner Steven Moffatt ha infatti ceduto il testimone a Chris Chibnall (Broadchurch), e tra gli autori delle singole sceneggiature non compariranno i nomi di Mark Gatiss, Sarah Dollard o Jamie Mathieson.

Quando inizierà?

Ufficialmente, non c’è risposta esatta a questa domanda. L’indicazione condivisa finora parla di “autunno 2018”, il che potrebbe significare già un ritorno della serie per la fine di settembre, anche se è più probabile che dovremo aspettare qualche settimana in più.

Le nuove puntate: trama e ambientazione

Pare che le 10 puntate della nuova serie saranno divise egualmente tra quelle ambientate nel passato, nel presente e nel futuro, con particolare insistenza sulla Terra, e le diverse storylines si incentreranno sulla città natale dei companions del nuovo Dottore, Sheffield.

Meet the Doctor’s new friend, Ryan #DoctorWho

A post shared by Doctor Who Official (@bbcdoctorwho) on

I dettagli della trama dei prossimi episodi sono segretissimi, ma dalle voci trapelate finora ci sarà almeno una storia ambientata nell’America della segregazione, che si incentrerà sulla figura storica di Rosa Parks e la sua lotta per i diritti umani, mentre un’altra puntata ci dovrebbe portare nel 17mo secolo, in un’epoca di magia e stregoneria (con un ospite d’eccezione… di cui vi diciamo tra poco)

Quanto al pilot, che durerà 65 minuti (mentre le altre puntate 50) e ci farà scoprire cosa succede a Jodie Whittaker dopo la sua caduta dal cielo su cui si era concluso l’ultimo speciale di Natale. Molto probabilmente conosceremo anche i suoi companions.

Chi sono i nuovi personaggi?

Sono molti i volti nuovi che accompagneranno il nuovo Dottore nelle sue prossime avventure. Bradley Walsh interpreterà Graham, mentre Tosin Cole e Mandip Gill saranno rispettivamente Ryan e Yasmin. Altra aggiunta che avrà un ruolo ricorrente ancora avvolto nel completo mistero è Sharon D. Clarke.

Meet the Doctor’s new friend, Yaz #DoctorWho

A post shared by Doctor Who Official (@bbcdoctorwho) on

Le guest star

Alan Cumming dovrebbe apparire nell’episodio ambientato nel 17mo secolo, nel ruolo di Giacomo I d’Inghilterra. Oltre a lui, ci si aspetta di vedere anche il comico Lee Mack, che ha rivelato di aver insistito a lungo con Chibnall per ottenere un cameo. Di sicuro le sorprese non finiranno qui.

A new era of #DoctorWho is dawning…

A post shared by Doctor Who Official (@bbcdoctorwho) on

Altre curiosità: la musica, il logo e molto altro

Un nuovo compositore per la storica sigla. Con ogni grande cambiamento, anche la sigla di Doctor Who si aggiorna, e questa volta non fa eccezione: ad occuparsi del nuovo arrangiamento sarà il premio Bafta Segun Akinola, che prende le redini da Murray Gold. Chibnall ha accolto il nuovo membro del team con un caloroso benvenuto: “Siamo al settimo cielo per il fatto che abbia accettato di unirsi a noi, occupandosi della colonna sonora di questa nuova fase dell’avventura Doctor Who”. Da parte sua, Sekinola ha detto:

Sono assolutamente emozionato di aver il privilegio di lavorare ad una serie così amata e contribuire con la mia musica.

Anche il logo che apparirà all’inizio di ogni puntata è cambiato, e sfoggia un font più sottile e  lineare dei precedenti, oltre ad aver abbandonato l’azzurro/grigio in favore del giallo oro. La scritta è attraversata da una scia, e le illazioni su cosa debba rappresentare sono molte (la traiettoria del Tardis? Una cometa?...), ma dovremo aspettare per capire di cosa si tratti. A creare la grafica è stata l’agenzia Little Hawk, che ha lavorato in stretta collaborazione con Chibnall ed il produttore esecutivo Matt Strevens.

Una serie cinematografica: per l’undicesima stagione, la produzione si è equipaggiata con nuove telecamere ed obiettivi che daranno alla serie un aspetto degno del grande schermo.

Un nuovo Tardis: con ogni Dottore cambia un po’ anche il Tardis, e mentre per quanto riguarda le alterazioni dell’aspetto esterno possiamo rifarci alle immagini ufficiali già rilasciate, il look all’interno è ancora tutto da scoprire, e sicuramente sarà sostanziale, visti i cambiamenti in atto e soprattutto la distruzione della navicella alla fine dell’ultima puntata andata in onda!

Chi di voi è impaziente di vedere la prossima stagione di Doctor Who?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE