Stai leggendo: Consigli di viaggio: 5 mete da scoprire nell'entroterra della Costa Azzurra

Letto: {{progress}}

Consigli di viaggio: 5 mete da scoprire nell'entroterra della Costa Azzurra

Scoprite le più affascinanti mete dell'entroterra della Costa Azzurra tra surreali borghi medioevali sospesi tra cielo e male, ateliers d'artisti, ristoranti glamour, natura incontaminata, scorci romantici e l'inebriante profumo di violette e gelsomino.

Una vista dall'alto di Èze Village iStockphoto

3 condivisioni 0 commenti

La Costa Azzurra è una meta turistica internazionale conosciuta per le sue spiagge cool dove giocare al vip watching, per i lussuosi yacht che solcano placidamente le sue acque, per i patinati locali e negozi delle città costiere ma sicuramente, anche, il suo entroterra può riservare delle inaspettate sorprese.

Alle spalle di Nizza, Cagnes-sur-Mer e Monte-Carlo vi sono incredibili borghi medioevali dove il tempo sembra essersi fermato e da cui godere di panorami mozzafiato sul mare e su una natura selvaggia e incontaminata dove cercare refrigerio nelle giornate più calde e assolate.

Scoprite, allora, 5 mete dell'entroterra della Costa Azzurra che sapranno regalarvi emozioni uniche e una nuova idea di questa terra bellissima dove presente e passato, lusso e semplicità, frenesia e quiete convivono creando una magica alchimia:

  1. Èze Village
  2. Gorges du Loup
  3. Saint-Paul de Vence
  4. Tourrettes-sur-Loup
  5. Grasse

1 - Èze Village, sospesi tra cielo e mare

Èze Village, si trova ad appena 5 minuti di macchina da Monte Carlo, ed è un gioiello arroccato sulla Moyenne Corniche, una strada panoramica che regala scorci mozzafiato sulla Costa Azzurra.

Questo affascinante borgo si caratterizza per un'atmosfera d'altri tempi e glamour allo stesso tempo.Visitando Èze Village potrete, infatti, perdervi tra viuzze in pietra perfettamente conservate nel corso dei secoli sulle quali si affacciano negozi di artigianato e rinomati ristoranti e alberghi.

Èze Village è, infatti, una delle mete dell'entroterra della Costa Azzurra preferite da vip e star alla ricerca di quiete.

Da Èze Village è, inoltre, possibile godere di un panorama fantastico sul mare costellato da miriadi di imbarcazioni e sulla costa fino a Saint-Tropez.

Agli amanti del verde e del giardinaggio è consigliata una visita al giardino esotico nei pressi delle rovine del Castello, dove sono ospitate centinaia di piante grasse, un vero spettacolo!

  • Dove mangiare a Èze Village: Restaurant Le Mas Provençal, 43 Avenue de Verdu, un romantico locale dove assaggiare specialità provenzali, come dolce è imperdibile la mousse al cioccolato.
  • Dove dormire a Èze Village: Château Eza, Rue de la Pise, un lussuoso boutique hotel costituito da sole 14 stanze dove godere di una vista esclusiva sul mare.
Èze Village, veduta dall'altoHDiStockphoto
Lo spettacolare panorama sul mare e sulla costa che si gode da Èze Village.
Èze Village, villaggioHDiStockphoto
Una tipica stradina in ciottoli di Èze Village.

2 - Gorges du Loup, il fascino della natura selvaggia

Le Gorges du Loup sono delle suggestive gole scavate dal fiume Loup nelle Alpi Marittime a circa 45 minuti da Nizza.

Se amate la natura o siete appassionati di trekking o semplicemente desiderate regalarvi una giornata al fresco rispetto al caldo della costa, una visita in questa zona può regalarvi delle emozioni indimenticabili.

Uno dei più famosi percorsi alla scoperta della natura incontaminata delle Gorges du Loup parte da Colle-sur-Loup, tocca Tourrette-sur-Loup, la città delle violette, per proseguire sino a Pont du Loup, dove c'è la famosa Confiserie Florian, una tappa obbligata per ogni goloso dove è possibile assaggiare marmellate e dolci tipici.

Dopo esservi goduti deliziosi peccati di gola, si prosegue verso Opio e Bar-sur-Loup, da dove si snodano tre sentieri da percorrere a piedi che offrono delle spettacolari viste panoramiche.

Successivamente, fiancheggiando le Cascades des Demoiselles, si arriva a Gourdon, paesino arroccato sulla collina dalla cui piazza del Castello si può ammirare un fantastico panorama sulla valle e sulla costa fino ad Antibes.

  • Dove mangiare lungo il sentiero delle Gorges du Loup: La Taverne Provencale, 5 Rue de l'École a Gourdon, un locale dotato di una terrazza da cui ammirare il panorama sulla natura circostante.
  • Dove dormire lungo il sentiero delle Gorges du Loup: Hotel Les Rives du Loup, 2666 Route de la Colle a Tourrettes-sur-Loup, un piccolo hotel in mezzo alla natura dotato di ogni comfort.
Gorges du LoupHDiStockphoto
La natura incontaminata delle Gorges du Loup.
GourdonHDiStockphoto
Il borgo di Gourdon che si trova nella zona delle Gorges du Loup.

3 - Saint-Paul de Vence, un romantico borgo di artisti

Saint-Paul de Vence è un caratteristico paese dell'entroterra della Costa Azzurra adagiato sulla collina alle spalle di Cagnes-sur-Mer una località marittima a Ovest di Nizza.

Questo borgo è costituito da un dedalo di stradine in pietra, costeggiate da ateliers di artisti e botteghe d'artigianato che regalano ai visitatori l'impressione di passeggiare in un mondo incantato e fuori dal tempo.

Da molto tempo, Saint-Paul de Vence è una meta privilegiata di artisti e intellettuali, nella Fondazione Maeght sono, infatti, esposte opere dei più grandi pittori dell'Ottocento e del Novecento, tra cui Chagall, Monet e Matisse.

Una visita a Saint-Paul de Vence è, quindi, consigliata sia agli amanti dell'arte sia alle coppie romantiche in cerca di angoli incantati.

  • Dove mangiare a Saint-Paul de Vence: Le Vieux Moulin, 10 Route de Vence, un caratteristico ristorante dove assaggiare l'autentica cucina mediterranea.
  • Dove dormire a Saint-Paul de Vence: Hôtel Le Saint-Paul, 86 Rue Grande, un lussuoso e curato hotel situato nel suggestivo centro del borgo.
Saint Paul de VenceHDiStockphoto
Vista dell'alto della mura di fortificazione di Saint Paul de Vence.
Saint Paul de VenceHDiStockphoto
Un surreale scorcio del borgo di Saint Paul de Vence.

4 - Tourrettes-sur-Loup, un gioiello medioevale

Un itinerario alla scoperta dell'entroterra della Costa Azzurra deve necessariamente prevedere una tappa al borgo di Tourrettes-sur-Loup.

Ogni abitazione, strada, piazza e angolo di questo paesino di origine medievale è, infatti, perfettamente conservato regalando così ai visitatori l'emozione di una passeggiata nella storia.

Tourrettes-sur-Loup si è sviluppato attorno al suo castello e una delle sue peculiarità è che le sue stesse abitazioni costituiscono i bastioni di fortificazione.

La Place de la Liberation, è la principale piazza del borgo e si trova nell'unica zona pianeggiante, nel suo centro troneggia un campo per giocare alla pétanque, l'amatissima versione provenzale del gioco delle bocce.

Tourrettes-sur-Loup è, inoltre, famoso per essere il paese della violette, la cui coltivazione rappresenta l'attività principale dei suoi abitanti.

  • Dove mangiare a Tourrettes-sur-Loup: La Cave de Tourrettes, 8 Rue de la Bourgade, un piccolo e intimo ristorante dalla cui terrazza si può godere di una fantastica vista.
  • Dove dormire a Tourrettes-sur-Loup: Hôtel Restaurant Les Belles Terrasses, 1315 Route de Vence, una bella struttura immersa nella natura dove godersi la quiete dell'entroterra.
Tourrettes-sur-LoupHDiStockphoto
Un affascinante scorcio su Tourrettes-sur-Loup.
Tourrettes-sur-LoupHDiStockphoto
Un caratteristica stradina di Tourrettes-sur-Loup.

5 – Grasse, dove nascono i profumi

Grasse, è l'indiscussa capitale europea del profumi, in questa zona infatti si coltivano in maniera intensiva, gelsomini, violette e la tipica rosa centifolia, denominata anche rosa di maggio di Grasse.

Le essenze di questi fiori  vengono, poi, lavorate nelle decine di laboratori più o meno artigianali della città per ottenere delle preziose fragranze.

Il bellissimo e interessante Museo del Profumo è stato, infatti, istituito per suggellare e sottolineare l'inscindibile rapporto da Grasse e il profumo.

Una tappa in questa cittadina, quindi, deve prevedere una visita e dello shopping nei vari laboratori, imperdibili quelli di Fragonard, di Galimard e Molinard, dove i Maître Parfumeur creano combinazioni di essenze destinate a entrare nella storia.

  • Dove mangiare a Grasse: La Fleur de Lys, 2 Avenue Chiris, un curato ristorante dove gustare piatti a base di carne e pesce tipici della regione.
  • Dove dormire a Grasse: Bastide St Mathieu, 35 Chemin du Blumenthal, un raffinato hotel ricavato da un suggestivo e antico maniero immerso nel verde.
GrasseHDiStockphoto
Grasse, la capitale del profumo.
GrasseHDiStockphoto
L'interno di un laboratorio di profumi a Grasse.

Vota anche tu!

Quale meta dell'entroterra della Costa Azzurra ti affascina di più?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.