Stai leggendo: Intervista a Graham Nash: vi racconto "Over The Years..."

Letto: {{progress}}

Intervista a Graham Nash: vi racconto "Over The Years..."

Una raccolta di cinquant'anni di canzoni con i Crosby, Stills, Nash & Young, scritte per la maggior parte dallo stesso Graham Nash.

Graham Nash seduto, con la chitarra acustica, sorridente Ufficio stampa

1 condivisione 0 commenti

È una delle voci più importanti del panorama musicale di tutti i tempi. È Graham Nash, musicista che con gli Hollies, prima, e soprattutto con i Crosby, Stills, Nash & Young ha accompagnato la vita di intere generazioni.

Da "ragazzo di Woodstock" a eterno hippy, come si definisce tutt'ora. Una carriera che, nonostante l'addio ai CSN&Y, non si è mai arrestata: testimonianza ne è il recentissimo Over the years..., antologia che raccoglie alcune tra le canzoni - simbolo del gruppo, uscita il 30 giugno scorso.

Come nasce l'idea di questa raccolta di canzoni dei Crosby, Stills, Nash & Young?
Perché mi sono reso conto che non esisteva nessuna antologia. E poi gran parte dei singoli della band porta la mia firma.

Come sono stati scelti i pezzi?
Ne avevo tantissimi a disposizione, ho scelto i quindici brani secondo me più famosi e rappresentativi del gruppo e ho recuperato i demo più "grezzi" che avessi a disposizione di quelle canzoni. Quindi ci sono quindici pezzi "finiti", esattamente come sono stati conosciuti dal pubblico, e altrettante demo: versioni fino a una settimana fa inedite.

La copertina di Over The Years..., con un bambino che guarda il panorama, tra montagne e laghiHDUfficio stampa
Over The Years... è il nuovo disco di Graham Nash

E perché questa scelta?
Credo possa essere interessante per un fan dei Crosby, Stills, Nash & Young ascoltare la canzone iniziale di un pezzo arcinoto, per capire cosa ci fosse prima. Quale fosse la primissima versione e come si sia arrivati, invece, a quella definitiva. Un esempio che ti posso fare è Teach Your Children, che registrai per la prima volta nel lontano 1968, solo con la chitarra acustica. Nell'album ho inserito quella versione e poi il pezzo definitivo: beh, sono piuttosto diversi!

Qualcuno potrebbe dire che c'è della nostalgia nelle sue parole: i Crosby, Stills, Nash & Young potrebbero tornare insieme?
Mi viene chiesto di continuo, ma la mia risposta è sempre una sola: no, non accadrà mai.

E allora proviamo con la musica da solista: è in previsione qualcosa di nuovo?
Ho scritto parecchio negli ultimi due anni, quindi dal mio ultimo disco. Presto ci sarà un nuovo album. D'altra parte, negli ultimi anni non mi sono fermato un attimo. Tra gli ultimi due album, in quattordici anni ho fatto sedici CD: il mio box set, quello di Stills, quello di Crosby e l'album dal vivo CSNY 1974.

Graham Nash, in piedi, con un giubbetto di jeans, con la chitarra acustica in mano e davanti al microfonoHDGetty Images
La maggior parte dei successi dei CSN&Y portano la firma di Nash

La stessa vitalità di quando era un ragazzo...
Ripenso al venticinquenne sul palco di Woodstock e mi immagino ancora così. Sono sempre lo stesso hippy di allora: continuo a credere nell'amore e nella pace, che sono meglio della guerra e dell'odio. Continuo a pensare che dobbiamo aiutarci l'uno con l'altro se vogliamo sopravvivere.

E la musica?
Con i CSN&Y il tema sociale c'è sempre stato, e anche nella mia musica. Ma non solo quello. In This Path Tonight, il mio ultimo album da solista, parlo della mia vita, delle mie esperienze: è una fotografia di quello che stavo vivendo in quel periodo, delle emozioni che provavo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.