Stai leggendo: Pura femminilità: in scena Armani Privé all'Alta Moda di Parigi

Letto: {{progress}}

Pura femminilità: in scena Armani Privé all'Alta Moda di Parigi

Gli abiti da red carpet si alternano ai tailleur blazer e pantaloni che scendono morbidi sulla silhouette. Ecco l'eleganza della nuova collezione autunno inverno 2018-2019.

Gli abiti della collezione Armani Privé Getty Images

5 condivisioni 0 commenti

Il gioco di contrasti cromatici e i tessuti leggeri e allo stesso tempo preziosi. Sono le caratteristiche principali della nuova collezione autunno inverno 2018-2019 di Armani Privé che è stata presentata all'Alta Moda di Parigi. Un tripudio di rouches e volant unite all'organza, la seta e le piume a profusione. Non mancano le frange, in particolare sulle gonne lunghe e le bluse. 

È l'immagine di una donna elegante e seducente quella pensata da Giorgio Armani con gli abiti che fanno parte della prossima stagione. Mai sopra le righe come d'altronde è nello stile del designer che ancora una volta ha voluto abbracciare la tradizione italiana e l'haute couture. Per lo stilista, infatti: 

Con questa collezione Privé ho voluto far capire al pubblico più giovane il vero significato dell'alta moda.

Un'operazione simile a quella eseguita sia da Maria Grazia Chiuri con i vestiti disegnati per Christian Dior che da Karl Lagerfeld per Chanel. L'obiettivo in fondo è lo stesso: andare indietro nel tempo, lontano dagli eccessi e dal prêt-à-porter, dal consumismo e dai vestiti realizzati in serie.

Le uniche t-shirt disegnate da Armani si allontano dalle atmosfere pop - in particolare quelle con i loghi degli anni '80 e decennio successivo - perché sono caratterizzate dai lustrini e si portano con le gonne ampie e in tulle da ballerina.

Al centro c'è solo la donna che ha la possibilità di esprimere tutta la sua raffinatezza grazie agli abiti unici e dalle stoffe pregiate. Ogni capo di abbigliamento è confezionato con estrema cura e precisione, valorizzato dai dettagli e abbinato agli accessori giusti. In particolare le pochette tempestate di paillettes, le collane preziose e i cappellini con la veletta che si abbinano al tipo di look scelto.

Se da un lato infatti ci sono i vestiti lunghi da sera pensati per le occasioni importanti - che strizzano l'occhio agli anni '50 e '60 -, dall'altro spuntano i completi che si distinguono per le giacche sartoriali e i pantaloni che scendono morbidi sulla silhouette o le gonne dritte e dalle lunghezze medie.

Alle linee sobrie e assolutamente pulite - dalle tonalità classiche come il bianco, grigio perla e nero - si alternano quelle frivole degli abiti che si vedono in genere sul red carpet.

Un abito da cocktail rosa fucsia di Giorgio Armani A/I 2018-2019Getty Images

Nella collezione ha una grande importanza anche il colore femminile per eccellenza: il rosa con tutte sue gradazioni, da quelle delicate come il cipria alle accese come il fucsia. La tonalità domina incontrastata sugli abiti lunghi caratterizzati dal corpetto stretto e dalla gonna a palloncino oppure scende morbida grazie al gioco di sovrapposizioni.

Le scollature a cuore si alternano con quelle alla Bardot e lasciano così le spalle scoperte. Le pieghe e piegoline donano un aspetto etereo e decisamente bon ton che sono poi i tratti distintivi delle collezioni - dallo stile inconfondibile - di Giorgio Armani. Come infatti lo stilista ha precisato:

Ho pensato a una donna immaginaria, non a una donna reale che puoi incontrare per strada.

È una continua ricerca del gusto e del bello, quella di Armani, della perfezione assoluta con qualche accenno agli elementi fiabeschi. I vestiti, infatti, fanno pensare a quelli indossati dalle regine e dalle principesse del passato.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.