Stai leggendo: I calciatori più belli del Mondiale 2018

Letto: {{progress}}

I calciatori più belli del Mondiale 2018

Capelli al vento, fisici statuari, tatuaggi in bella vista. Ecco una sfilata di campioni che sta facendo sognare le fan del calcio di fronte al televisore.

Birkir Bjarnason odurante i Mondiali Getty Images

1 condivisione 0 commenti

In questi giorni miliardi di persone in tutto il mondo sono incollati alla televisione per seguire i Mondiali di calcio in Russia. I tifosi italiani, orfani della loro nazionale, si sono divisi in due fazioni: c'è chi sopravvive al Mondiale ignorandolo e chi ha scelto di adottare un'altra nazionale da tifare in attesa di tempi migliori.

C'è poi chi non ama per niente il calcio e si annoia a morte a vedere ventidue ragazzotti in calzoncini correre dietro un pallone, ma qualche motivo di interesse nelle nazionali impegnate nella Coppa del Mondo, volendo, lo possiamo anche trovare.

Diamo un'occhiata per scoprire quali sono i calciatori più belli dei Mondiali di Russia. Naturalmente ce n'è per tutti i gusti.

Birkir Bjarnason, Islanda (30 anni)

Lo chiamano il Thor islandese non a caso. Anche se l'Islanda ha concluso la sua corsa, il vero vincitore di questo mondiale è proprio lui. Capelli biondissimi, fisico imponente, il centrocampista dell'Aston Villa non è certo passato inosservato. Una buona percentuale dei 300.000 abitanti dell'Islanda si è riversata negli stadi russi per sostenere i suoi campioni e Birkir Bjarnason ha fatto la sua bella figura. Chi avrebbe osato dubitarne.

Roman Bürki, Svizzera (27 anni)

I successi della Svizzera nel Mondiale si devono anche al sostegno del suo statuario secondo portiere. Un metro e 87, Roman Bürki è un talento calcistico, ma è il suo aspetto ad aver attirato l'attenzione del pubblico femminile. In forza al Borussia Dortmund, Roman ha un fratello minore di nome Marco, anch'egli calciatore, che gioca nello Young Boys.

Da tempo il portiere ha incuriosito il pubblico per lo strano rituale do cui non fa mai a meno: prima di ogni match deve toccare il pallone con i suoi guantoni. Non importa chi ce l'abbia, se l'arbitro, la mascotte o il bambino di turno che accompagna i giocatori in campo. La palla deve essere sua, anche se solo per pochi secondi.

André Silva, Portogallo (22 anni)

😁✌️

A post shared by André Silva (@andresilva9) on

In passato il Portogallo ha regalato grandi soddisfazioni alle fan del calcio che hanno un occhio di riguardo per l'estetica dei campioni. André Silva non fa eccezione, tanto da rubare nel cuore del pubblico femminile il posto un tempo riservato a Cristiano Ronaldo.

Il calciatore 22enne col volto da ragazzino l'anno scorso è stato acquistato dal Milan per 38 milioni, ma dopo una sola stagione si vocifera che starebbe per prendere la via dell'Inghilterra o della Germania. Per le fan italiane incontrarlo diventerà molto più complicato.

Maya Yoshida, Giappone (29 anni)

After the training#NUDA#スポーツ後に炭酸水#KIRIN

A post shared by Maya Yoshida (@mayayoshida22) on

Cortesia nipponica, fisico da modello, il difensore della nazionale giapponese e del Southampton è stato definito 'la roccia della difesa' della sua nazionale. Oltre a essere noto per il suo sense of humor, Maya Yoshida ha perfino pubblicato un'autobiografia, Unbeatable Mind, in cui dispensa consigli su come affrontare le avversità della vita.

Edinson Cavani, Uruguay (31 anni)

Per i tifosi italiani è una vecchia conoscenza. Prima di approdare al Paris Saint-Germain, dove milita attualmente, El Matador ha giocato a lungo a Palermo e soprattutto a Napoli, dove ha fatto sognare i tifosi con i suoi gol.

L'attaccante uruguaiano di origini italiane continua a intrigare le fan con i suoi capelli al vento e gli addominali di ferro, tanto che nel 2013 Aurelio de Laurentiis l'ha voluto far comparire in Vacanze di Natale a Cortina, naturalmente nel ruolo di sé stesso. E pensare che da ragazzino Cavani era soprannominato El Botija per via del fisico fragile.

Radamel Falcao, Colombia (32 anni)

Midnight in Paris

A post shared by Falcao (@falcao) on

Restiamo in Sud America con Radamel Falcao, attacante del Monaco. Considerato uno centravanti più forti al mondo, quattro anni fa El Tigre ha dovuto saltare il Mondiale per via di un infortunio al ginocchio. Stavolta si è presentato di fronte al pubblico con ancora più grinta e con un nuovo taglio corto. E le fan festeggiano il gol segnato contro la Polonia.

Rodney Wallace, Costa Rica (30 anni)

Game Day 🇨🇷vs🇧🇷 #worldcup2018

A post shared by Rodney Wallace (@rodwall22) on

Rodney Wallace ha trascorso la maggior parte della sua vita professionale negli Stati Uniti dopo essersi trasferito lì con la famiglia all'età di nove anni. In forza al New York City, il calciatore del Costa Rica, orgoglioso padre di una bambina, ha coronato il suo sogno partecipando finalmente al Mondiale. Dopo tutto non è mai troppo tardi.

Francisco Román Alarcón Suárez, Spagna (26 anni)

LEON 2️⃣2️⃣🦁

A post shared by Isco Alarcon Suarez (@iscoalarcon) on

I tifosi lo conoscono semplicemente come Isco. A vederlo in campo non è difficile capire perché faccia girare la testa alle fan appassionate di calcio e non. Il centrocampista spagnolo, che gioca nel Real Madrid, si è fatto notare segnando un gol contro il Marocco, ma è la sua movimentata vita sentimentale a fornire materiale per le cronache rosa spagnole.

Antoine Griezmann, Francia (27 anni)

😎😎

A post shared by Antoine Griezmann (@antogriezmann) on

La sua aria da bravo ragazzo e lo sguardo ceruleo lo farebbero sembrare appena uscito da Il tempo delle mele, ma attenzione! L'attaccante della Loira che milita nell'Atletico Madrid, in campo si è guadagnato il soprannome 'Le petit diable'. Una fuga dal ritiro dell'Under21 transalpina senza autorizzazione nel 2012 gli costò un anno di squalifica da tutte le nazionali, ma dopo un iniziale ritardo sembra finalmente a suo agio con la casacca francese addosso.

Sebastian Larsson, Svezia (33 anni)

Il suo sguardo di ghiaccio è alla guida del centrocampo della nazionale svedese. Il 9 giugno 2018, in occasione dell'amichevole pre-Mondiale contro il Perù, ha collezionato la sua presenza numero 100 con la maglia della Nazionale svedese, undicesimo giocatore a raggiungere questo traguardo. E alle fan non sono certo sfuggite le sue doti calcistiche... e fisiche.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.