Stai leggendo: Harry Potter compie 21 anni: quello che non sai sulla saga del mago

Letto: {{progress}}

Harry Potter compie 21 anni: quello che non sai sulla saga del mago

L’albero genealogico di Harry Potter, una morte scampata, una ricorrenza e un personaggio realmente esistito: ecco alcune chicche che condividiamo con voi nel 21° compleanno di Harry Potter.

Harry Potter Warner Bros

14 condivisioni 0 commenti

Ventun anni fa, J. K. Rowling era solo una donna la cui storia era già stata rifiutata da diversi editori, finché Bloomsbury, una casa editrice inglese, credette in lei e nel suo maghetto con gli occhiali. Era il 1997 e Harry Potter e la pietra filosofale venne stampato in solo 500 copie. Gli anni sono passati, il libro è diventato l’inizio della saga letteraria che ha segnato gli anni a ridosso della fine del millennio e che ha venduto nel mondo 450 milioni di copie, vinto svariati premi e si è trasformata in otto film di successo.

Per celebrare questo felice anniversario, condividiamo con i fan più accaniti alcuni dettagli che forse non tutti sanno su Harry Potter.

Le scuse della Rowling

È ormai un anniversario fisso: il 2 maggio, giorno della Battaglia di Hogwarts, la Rowling chiede scusa ai suoi lettori per aver ucciso, durante il procedere della saga, alcuni personaggi. Questo perché per i lettori che sono cresciuti leggendo i libri e maturando insieme ai personaggi, la scomparsa di alcuni di loro è stato un evento drammatico e difficile da digerire. Gli scorsi anni è stato il turno di Fred Weasley, Remus Lupin e Severus Piton mentre nel 2018 la scrittrice britannica ha dedicato le sue parole alla morte dell’elfo Dobby.

Arthur Weasley è scampato alla morte

Arthur Weasley e Harry PotterHDSupplied

Risale al 2016 l’ammissione della Rowling secondo cui il papà di Ron, Arthur Weasley avrebbe dovuto morire, ma è stato graziato in seguito al sacrificio di Lupin. Sebbene non sia stata una scelta semplice per la scrittrice, molto legata a Lupin – e se per questo nemmeno per il pubblico -, Arthus incarna un personaggio positivo e un buon padre di famiglia e quindi è stato risparmiato.

Storia di uno pseudonimo

J. K. RowlingHDGetty Images

La scelta di firmare i libri della saga come “J. K. Rowling” è stata suggerita all’autrice, all’anagrafe Joanne Rowling, dall’editore, in modo da non influenzare il pubblico maschile che avrebbe potuto non interessarsi a un’opera firmata da una donna. Insomma, dietro al nome che ha firmato la saga letteraria più amata del nostro tempo si nasconde una triste realtà di discriminazione di genere.

Gli avi di Harry

Harry PotterHDWarner Bros

Nel 2017 la Rowling ha svelato alcuni interessanti dettagli sull’albero genealogico di Harry Potter, che hanno influenzato il suo nome. “Harry” deriva dal nome del bisnonno, chiamato Henry e che spesso si era fatto portavoce dei babbani, anche quando condannò la scelta del Ministero della Magia di non aiutarli durante la Prima guerra mondiale. Mentre il cognome risale a un potente mago del XXI secolo noto come Linfred di Stinchcombe e soprannominato “Potterer”, ossia il vasaio. Questo soprannome, nel tempo, è stato storpiato ed è diventato Potter.

La Rowling ha rifiutato una parte nei film

RowlingHDGetty Images

Alla scrittrice era stata offerta la parte di Lily Potter, nel primo film, ma l’autrice ha rifiutato.

Non sono un’attrice e anche se avrei avuto una parte marginale e avrei giusto dovuto fare qualche cenno, avrei probabilmente combinato qualche pasticcio.

La parte è quindi andata a Geraldine Somerville.

Hermione è ispirata a…

HermioneHDWarner Bros

Ebbene sì, l’adorata e adorabile Hermione in realtà non è frutto della sola fantasia della Rowling, ma è ispirata a una persona realmente esistita: la stessa autrice da ragazza!

Conoscevate già queste chicche sulla saga del maghetto? Ne avete altre da condividere con i Potter-fan della rete?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE