Stai leggendo: L'Arcangelo Gabriele, primo dipinto di Leonardo Da Vinci, è in mostra a Roma

Letto: {{progress}}

L'Arcangelo Gabriele, primo dipinto di Leonardo Da Vinci, è in mostra a Roma

La prima opera dipinta dal Genio toscano, forse un autoritratto, sarà esposta fino al 30 settembre presso il Museo Leonardo Da Vinci Experience di Via della Conciliazione a Roma.

Il Museo Leonardo Da Vinci Experience ospita, in esclusiva mondiale, un’opera attribuita al genio to Ufficio stampa

25 condivisioni 4 commenti

Fino al 30 settembre 2018 il Museo Leonardo Da Vinci Experience di Via della Conciliazione a Roma ospiterà, in esclusiva mondiale, un’opera attribuita al genio toscano: l’unico esemplare riprodotto dell’Arcangelo Gabriele, firmato e dipinto da Leonardo che realizzò quando aveva solo 19 anni.  Il quadro è stato scoperto e rivelato da Ernesto Solari, studioso di fama mondiale dell'autore de "La Gioconda" e "L'Ultima cena".

Ufficio Stampa

Romani e turisti avranno la possibilità di vedere, a testimonianza del talento e dell'ingegno assoluto dell'inventore e genio del Rinascimento, anche la macchina per piastrelle progettata da Leonardo su uno dei 600 disegni conservati alla Royal Collection di Windsor. Un esemplare unico al mondo, realizzato in scala 1:1 rispetto al disegno eseguito da Leonardo. Nel disegno originale sono visibili un banco da lavoro ed un estrusore per argilla completato dal metodo per la conservazione dell’impasto. Una macchina unica nel suo genere.

L’opera più antica realizzata da Leonardo Da Vinci

Ufficio Stampa

Il dipinto firmato da Leonardo e datato 'aprile 1471' è una piastrella in terracotta di forma quadrata che raffigura l’Arcangelo Gabriele, colui che annunciò alla Vergine di aspettare il figlio salvatore, è stato realizzato da Leonardo probabilmente nella fornace del nonno a Bacchereto.

L'arcangelo si presenta con tanti riccioli, un’aureola d’ora ad incorniciare il volto e delle ali di pavone che sbucano dal basso, guardando attentamente quei lineamenti si può pensare anche al primo autoritratto del Genio. E la firma “Da Vinci Lionardo” si legge sul viso dell’Arcangelo. La scoperta è ancora più significativa perché sono meno noti i riferimenti alle prime opere della sua giovinezza. 

La scoperta

Professor Ernesto SolariUfficio Stampa

La prima opera pittorica firmata da Leonardo Da Vinci è stata scovata e rivelata al mondo dal professor Ernesto Solari, già autore di numerosi scritti su Da Vinci, che dopo un lungo studio, analisi diagnostiche, perizie e l’intreccio di diverse prove scientifiche ed artistiche ha autenticato l’opera al XV secolo, confermando l’assoluta appartenenza della quadrella al genio toscano.

Il dipinto arrivò nella mani famiglia nobiliare Fenicia di Ravello, in Campania nel 1499, consegnato da Giovanna D’Aragona che presumibilmente l’aveva ricevuta in regalo dallo stesso Leonardo.

Dopo la presentazione ufficiale alla stampa, il dipinto originale è tornato al sicuro e l’unica “copia” visibile sarà esposta presso il museo “Leonardo Da Vinci Experience”.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE