Stai leggendo: L'artista Christo ha svelato la sua nuova installazione, The London Mastaba

Letto: {{progress}}

L'artista Christo ha svelato la sua nuova installazione, The London Mastaba

L’opera galleggiante si chiama The London Mastaba,pesa 650 tonnellate ed è collocata presso la Serpentine, il laghetto di Hyde Park nella capitale inglese.

L'artista Christo di fronte alla sua opera ad Hyde Park, The London Mastaba Getty Images

11 condivisioni 0 commenti

L’ultima opera dell’artista Christo galleggia sulle acque della Serpentine, ad Hyde Park, nella capitale inglese. L’installazione si chiama The London Mastaba, pesa 650 tonnellate e rimarrà esposta fino a settembre.

Si tratta di un tronco di piramide composto da 7506 fusti dipinti ed impilati uno sull’altro, per un’altezza di poco più di 20 metri (come la Sfinge in Egitto). Il nome è quello di una struttura a tetto piatto nata in Mesopotamia oltre 6mila anni fa che in arabo significa “panchina” e questa installazione è in realtà un test per un’altra mastaba che Christo spera di innalzare nel deserto di Abu Dhabi e che sarà di circa otto volte più alta.

Dettaglio di The London MastabaHDGetty Images
La scultura di Christo a Hyde Park

Per poter installare la scultura a Londra Christo ed il suo team hanno dovuto superar qualche difficoltà: come con le sue altre imprese (ricordate la passerella sul Lago d’Iseo?) l’artista innanzitutto ha finanziato da solo il progetto che è costato circa 3,4 milioni di euro, vendendo opere d’arte; poi ha trascorso un anno ad ottenere i permessi dalle autorità locali e dall’organizzazione che gestisce Hyde Park, con solo due mesi e mezzo per realizzare il tutto.

Ogni lavoro che facciamo è come una spedizione, qualcosa di incredibilmente rinvigorente.

Ha detto in un’intervista, “Amo stare qui con i lavoratori. Mi piace tutto il processo. Quel percorso è così incredibile, indimenticabile”. Per trasportare i materiali necessari ci sono voluti oltre 70 camion, che dovevano viaggiare pianissimo per via della presenza di visitatori nel parco. Il nipote di Christo, Vladimir Yavachev, che supervisiona tutti i progetti pubblici all’aperto dello zio era meno preoccupato, vista la fiducia nelle doti da ingegnere di Christo: per lui l’importante è farlo in maniera semplice e veloce, “Deve arrivare, stare lì e sparire”.

Christo segue la costruizione della London MastabaHDGetty Images
Christo segue la costruizione dei The London Mastaba

The London Mastaba si adagia su una piattaforma galleggiante ancorata al fondo del lago e sormontata da una scaffalatura d’acciaio cui i fusti sono assicurati. Alla fine di Aprile i cubi galleggianti erano appena stati disposti sopra alla superficie del lago, poi è stata la volta della scaffalatura nel giro di due settimane, con una sola fila di barili dipinti. I primi di giugno l’installazione era quasi ultimata, mente una gru posizionava dall’alto le ultime file di fusti.

L’opera fa parte del programma di esposizioni estivo delle Serpentine Galleries, ed è accompagnata da un’esibizione di sculture, disegni e collages che raccontano il lavoro di Christo con i barili e con la forma della mastaba.

A contattare l’artista è stato il direttore della galleria, Hans-Ulrich Obrist, a seguito di Floating Piers sul nostro lago d’Iseo, e pare che non appena l’artista è giunto a Londra, durante una passeggiata nel parco abbia indicato la porzione di specchio d’acqua conosciuta come The Serpentine e abbia detto che lì sarebbe sorta la sua opera. Obrist ha aggiunto che Christo era da tempo ossessionato con la forma della mastaba e che fin da subito sapeva di volerne creare una galleggiante per questo incarico.

L'artista ChristoHDGetty Images
L'artista Christo sullo sfondo di The London Mastaba

Hanno un sacco di umorismo. Sono strutture magniloquenti, e molto semplici, non sono minacciose.

Nonostante le sfide sovramenzionate, poi, questo progetto, a differenza di altri dell’artista (come Running Fence in California ed i teli sul Pont Neuf a Parigi o al Reichstag di Berlino) non c’è stata opposizione dai privati o dalle autorità pubbliche. Ora la prossima missione di Christo è la mastaba nel deserto, il cui progetto è ancora alle primissime fasi, e non c’è nemmeno la certezza che riuscirà a vedere la luce, ma l’artista ha dimostrato in passato di essere piuttosto tenace.

The London Mastaba a Hyde Park e l'artista ChristoHDGetty Images

Cosa pensate di questa imponente installazione?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE