Stai leggendo: Buondì di semi integrali: la ricetta estiva per farli in casa

Letto: {{progress}}

Buondì di semi integrali: la ricetta estiva per farli in casa

Per la colazione o la merenda, lasciati tentare dalla morbidezza delle buondì integrali: delle brioche sane e gustose preparate in casa.

Brioche Rodi Roșcata

13 condivisioni 0 commenti Il voto di 1 utente

D'estate, con il caldo, accendere il forno sembra una vera pazzia o, se vuoi, un atto di coraggio, però queste bondì integrali meritano davvero: morbide, delicate, con una deliziosa copertura croccante. Per delle merendine soffici, impasta almeno per dieci minuti e lascia lievitare l'impasto pronto prima nel frigorifero, anche per tutta la notte, e poi nel forno spento, con la luce accesa, per un'ora. Ti assicuro, i tuoi bambini ameranno queste brioche, che puoi servire a colazione oppure portare in spiaggia come merendina sana e golosa.

Brioche soffici HDRodi Roșcata

Ho preparato l'impasto con farina manitoba, farina integralecrusca di avena. Se nella dispensa non hai queste farine, usa una farina semi integrale (di tipo 1 o 2) e sostituisci la crusca con farina di avena. Per avere delle merendine soffici, ho aggiunto dell'olio di cocco e della ricotta light. Lo so, già vuoi rinunciare a preparare questi buondì integrali perché non usi l'olio di cocco. Tranquilla, anche lui può essere sostituito con la stessa quantità di olio o burro di frutta secca e la ricotta con dello yogurt greco intero. 

Due brioche e delle mandorleHDRodi Roșcata

Puoi cuocere le merendine negli stampini di carta per i plumcake, oppure, mettere sulla teglia e dividere con delle strisce di carta da forno. Per la glassa delle buondì ho usato una meringa di albumi e mandorle, dei semi di chia e dei fiocchi d'avena (vanno bene anche i semi di lino e girasole).

Le dosi indicate nella ricetta sono per 4 merendine da 65 gr, circa 172 kilocalorie per una, di cui: 20,7 gr. carboidrati, 7,4 gr. grassi e 5 gr. proteine (i valori sono approssimativi, dipende dalla marca dei prodotti che usi).
Ecco la ricetta.

Informazioni

Ingredienti

Per l'impasto

  • Farina Manitoba 80 grammi
  • Farina integrale 20 grammi
  • Crusca di avena 15 grammi
  • Albume d'uovo 20 grammi
  • Ricotta light 20 grammi
  • Latte scremato 30 ml
  • Olio di cocco o di frutta secca 20 grammi
  • Miele 1 cucchiaino
  • Dolcificante stevia 2 cucchiaini
  • Lievito di birra fresco 4 grammi
  • Sale Un pizzico
  • Essenza di vaniglia Qualche goccia

Per la glassa:

  • Albume d'uovo 20 grammi
  • Mandorle 10 grammi
  • Fiocchi d'avena Una manciata
  • Semi di chia Una manciata
  • Dolcificante stevia 1 cucchiaino

Preparazione

  1. Sciolgo il lievito nel latte tiepido, aggiungo il miele e lascio riposare per 10 minuti.

  2. Sulla spianatoia unisco le farine e la crusca di avena a fontana. Aggiungo l'olio di cocco, la ricotta, la stevia, l'essenza di vaniglia, l'albume, un pizzico di sale e inizio a impastare.

  3. Unisco il latte con lievito e continuo a impastare per circa 10 minuti (fino a che ottengo un impasto elastico e non appiccicoso). Se serve, aggiungo un altro po' di latte tiepido oppure un altro po' di farina integrale. Copro la ciotola con della pellicola alimentare e metto nel frigorifero per tutta la notte (se vuoi accorciare i tempi di lievitazione, metti l'impasto coperto nel forno spento e lascia lievitare fino a che raddoppia il volume).

  4. La mattina tolgo l'impasto dal frigorifero, divido in 4 parti uguali e formo dei paninetti allungati. Posiziono su una teglia foderata con carta da forno (a mo' di fisarmonica: le brioche non devono toccarsi tra di loro) e metto a lievitare nel forno spento con la luce accesa per 2 - 3 ore.

  5. Prima di infornare, preparo la glassa: monto a neve ben ferma l'albume con la stevia, aggiungo le mandorle frullate (o farina di mandorle). Spennello ogni merendina con poco latte scremato, decoro con la glassa e cospargo con dei fiocchi di avena e dei semi di chia.

  6. Inforno nel forno ben caldo a 180°C per circa 20 minuti o comunque fino a che le brioche diventano leggermente dorate.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.