Stai leggendo: Scandal 7: cosa è successo nell’episodio 11

Letto: {{progress}}

Scandal 7: cosa è successo nell’episodio 11

L’episodio 11 di Scandal è andato in onda su FoxLife. Ecco il nostro recap.

Olivia Pope e Cyrus Beene ABC

0 condivisioni 0 commenti

Alla fine del decimo episodio di Scandal avevamo lasciato un’Olivia Pope impotente innanzi alla decisione di Mellie di promuovere a Capo di Gabinetto l’Ammiraglio Jake Ballard che, dopo anni di fedeltà, si è schierato in nome del potere contro la sua amata Liv.

Nonostante tutto sembri all’apparenza finito per la machiavellica Pope, l’instancabile Commando mette immediatamente in moto le sue ultime risorse incastrando in uno scandalo altamente compromettente proprio la moglie di Jake. Scandalo a cui lavorerà l’agenzia di Quinn Perkins e Associati (senza Quinn) e che rientrerà nell’arco di poche ore.

Il sangue non è acqua

Intanto a casa di Ely è proprio la Perkins a proporre al padre di Olivia di uscire allo scoperto in quanto grazie ai telegiornali è consapevole che la sua mentore abbia ormai le spalle al muro.

Davanti alla richiesta di Quinn però Ely confessa alla donna che non ha nessuna intenzione di lasciarla andare proprio perché farlo vorrebbe dire mettere in serie difficoltà la figlia, cosa che non può - da padre - permettere:

È lo scherzo che ci fa madre natura.

Palesemente in trappola, la Perkins stringe un patto con il suo aguzzino promettendogli di non denunciare Olivia e dimenticare tutto quello che sa in cambio della libertà sua e della bambina.

Il "Presidente" Cyrus

Le capacità politiche di Olivia fanno da sempre sì che, nonostante tutto, la protagonista di Scandal trovi ogni volta qualcuno in grado di tenderle una mano. In questo episodio dal titolo Guerra solitaria è proprio Cyrus a dare alla Pope le carte giuste per rigirare completamente la situazione. Documenti in grado di incastrare Mellie al punto da farle chiedere le dimissioni e di rendere ufficialmente il vice Beene il nuovo Presidente degli Stati Uniti:

Noi siamo parassiti Liv, succhiamo il sangue per rimanere vivi.

Olivia Pope e Cyrus Beene in una scena di Scandal 7HDABC

Ma proprio la sera prima che Liv attacchi pubblicamente la Presidente degli Stati Uniti, Quinn - ormai libera - va a casa del suo ex capo e la minaccia con una pistola, inconsapevole che la Pope sia ancora protetta, che sia ancora Commando ma soprattutto del fatto che Olivia sia ancora legatissima a lei e talmente fedele da prendersi al posto dell'amica un proiettile sparato da una delle guardie del corpo che la tengono sotto controllo notte e giorno.

Dopo il gesto estremo di Olivia, Quinn decide di tornare a casa e di palesare a tutti i suoi amici che è ancora viva. Intanto la Pope, ferita fisicamente e nell’animo, va a farsi curare da Ely le cui parole la spronano a fare la scelta migliore per ciò che ama di più al mondo: l’America. La Pope, per la prima volta in questa stagione di Scandal, decide di mettere gli altri innanzi a se stessa e di non compromettere la storia da lei scritta con tanta fatica infangando la prima Presidente donna degli Stati Uniti ma sceglie di dare lei le dimissioni come Capo di Gabinetto.

La settima e ultima stagione di Scandal va in onda ogni martedì in prima e seconda serata su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO