Stai leggendo: Scandal 7: tutti contro Olivia Pope nell’episodio 10

Letto: {{progress}}

Scandal 7: tutti contro Olivia Pope nell’episodio 10

La decima puntata della settima e ultima stagione di Scandal è andata in onda su FoxLife. Ecco il nostro recap.

0 condivisioni 0 commenti

Dopo che abbiamo scoperto che fortunatamente Quinn è ancora viva, l’episodio 10 di Scandal dal titolo premonitore Tutti contro Olivia Pope è in gran parte basato sulle conseguenze che "la Commando" dovrà affrontare dopo che i suoi più fedeli alleati, ignari come lei che la Perkins sia in realtà prigioniera Ely, hanno scoperto che è stata Liv a far uccidere la loro amica e il Presidente Rashad in quanto capo del B613.

La puntata, infatti, riprende la narrazione dal giorno dopo il funerale di Quinn dove ritroviamo Olivia a casa del suo eterno amore Fitz il quale le propone di andare a trascorrere insieme un weekend nella sua casa in Vermont luogo dove, invece di qualche giorno di pace, ad attenderla ci sono tutti i suoi amici schierati contro di lei e pronti a ricattarla.

Una scena di Scandal 7x10ABC

I gladiatori, infatti, mettono il loro ex capo davanti a una scelta: confessare (almeno a loro) l’omicidio di Rashad e Quinn, smantellare il B613 e rinunciare alla carica di Capo di Gabinetto in cambio della promessa di David Rosen, Procuratore generale degli Stati Uniti, di non procedere contro di lei.

Charlie e Quinn

Intanto Charlie, che avevamo lasciato a casa di Ely proprio mentre scopriva che sua figlia era viva, ritrova anche Quinn. Dopo alcuni giornin trascorsi insieme come una famiglia, Quinn comunque decide di non rinunciare alla protezione di Rowan ma di rimanere ancora a casa sua perché è quello l’unico luogo sicuro e in cui nessuno può scoprire che è viva, almeno fino a quando non sarà il momento di attaccare Olivia:

Non voglio ucciderla. Voglio vederla in prigione.

La rabbia di Mellie

Mellie GrantHDABC

Mentre Liv è  sotto ricatto da quelli che per sei stagioni sono stati i suoi stessi alleati, Cyrus ancora arrabbiato per la fine della sua storia con Fenton decide di schierarsi apertamente contro la Pope e il B613 raccontando alla Presidente Grant che il suo braccio destro si è macchiata sia della morte del Presidente Rashad, sia di quella di Quinn Perkins:

Olivia può prendersi gioco di te ma non può più prendersi gioco di me.

Mellie immediatamente si rivolge a Jake chiedendogli quale sia il vero motivo per cui la Pope ha deciso di uccidere Rashad e la risposta dell’uomo manda su tutte le furie la Presidente, dando a Jake l'opportunità di conquistare la sua fiducia:

Lo ha fatto perché tu non riuscivi a tenere le gambe chiuse e saresti stata pronta a far scendere l’America in guerra per lui.

Intanto Liv cede apparentemente al ricatto dei gladiatori accettando di confessare gli omicidi di cui è stata la mandante e scrivendo un discorso di dimissioni da capo di Gabinetto ma, una volta liberata tornata a Washington, si rifugia tra le braccia di Jake:

Sto per perdere tutti i miei amici tranne te.

Tramite dei documenti altamente compromettenti Liv, nel giorno in cui tutti si aspettano le sue dimissioni, manda il fedele Ballard a ricattare la Presidente Grant, cosa che Jake non farà schierandosi dalla parte di Mellie che lo promuove Capo di Gabinetto al posto di Olivia.

La settima stagione di Scandal va in onda ogni martedì in prima e seconda serata su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE