Stai leggendo: Omar Aquil: quando i ritratti di Picasso diventano 3D

Letto: {{progress}}

Omar Aquil: quando i ritratti di Picasso diventano 3D

Si chiama MIMIC l'opera che reinterpreta 6 quadri di Picasso in una serie di sculture tridimensionali.

L'artista Pablo Picasso tra i suoi quadri Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Ogni arte ha i suoi mostri sacri, icone intoccabili alle quali ci si può solo ispirare o guardarle dal basso verso l'alto. Ma cosa succede se qualcuno decide di reinterpretare le opere di un genio come Picasso e farle addirittura “uscire” dal quadro?

Omar Aquil viene dal Pakistan. Esperto di tipografia, grafica ed illustrazione, è anche un autentico mago dell'arte digitale. Aiutato dai suoi strumenti del mestiere – Cinema 4D, Photoshop e Illustrator – ha realizzato un'opera davvero sorprendente: realizzare delle sculture 3D di alcuni dei più famosi quadri di Picasso, artista che ha sempre ammirato.

"Il linguaggio visivo astratto di Picasso mi ha sempre ispirato, l'ho studiato fin dall'inizio della mia carriera. In questa imitazione visiva esploro come le abilità rispondono quando si passa attraverso la complessità del pensiero di qualcuno, e come il significato di forme e sagome cambia per dar vita a nuove qualità fisiche".

MIMIC e MIMIC II

Busto di donna davanti a una sedia, Figura Nera, Donna seduta, Monumento agli Spagnoli, Composizione, Volto: sono i ritratti reinterpretati in MIMIC, opera dal titolo emblematico.

Ora tuttavia Omar ha deciso di ripartire lì dove si era fermato e di produrre MIMIC II, la naturale prosecuzione del suo lavoro. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad opere assemblate digitalmente, ma che sembrano realmente scolpite grazie allo studio accurato delle ombre e dei volumi.

Inoltre, pur trattandosi di mimica visiva, è errato parlare di mera riproduzione: alla base dell'opera di Aquil c'è un tentativo di reinterpretare le forme geometriche – così care a Picasso – connotandole con un tocco personale. È così che i dipinti ad olio del padre del cubismo assumono una nuova storia, accostati ad elementi aggiuntivi o a suggestivi sfondi di architettura medievale. Una storia che speriamo abbia ancora un prosieguo, visti i risultati davvero affascinanti.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE