Stai leggendo: I coming out delle star: Sara Ramirez, Charlie Carver e altri raccontano le loro storie

Letto: {{progress}}

I coming out delle star: Sara Ramirez, Charlie Carver e altri raccontano le loro storie

Alcune star come Sara Ramirez o Charlie Carver hanno voluto condividere con il pubblico i delicati momenti dei loro coming out. Le loro storie sono state raccolte in brevi clip.

Collage tra Sara Ramirez, Charlie Carver e Keiynan Lonsdale  People, EW

7 condivisioni 0 commenti

È un momento importante, per l’Italia e il resto del mondo, per sostenere la comunità LGBTQ+, in modo tale che – con la successione di diversi governi – non si rischi di perdere gli importanti passi avanti compiuti negli ultimi tempi. Per questo motivo People ed Entertainment Weekly hanno chiesto ad alcune celebrity di raccontare i propri coming out, i momenti in cui hanno deciso di uscire allo scoperto e vivere la loro sessualità come sentivano spontaneo fare.

Le star in questione hanno parlato direttamente ai loro destinatari durante brevi clip molto particolari e intense. Ecco cosa ne è emerso. 

Sara Ramirez

La star di Grey’s Anatomy e attivista ha raccontato il proprio coming out come “una forma di sollievo”. 

Sono bisessuale. Ho raccontato quello che ero ad amici e familiari quando avevo 18 anni. Fortunatamente i miei educatori mi sono stati accanto e mi hanno dato un supporto.

L’attrice non nega di aver avuto paura, soprattutto per il fatto che il suo modo d’essere potesse nuocere alla sua carriera o scatenare i pregiudizi in chi la circondava. In Grey’s Anatomy Sara ha interpretato Callie, un personaggio bisex ed è convinta che questo abbia avuto un grande potenziale per combattere le discriminazioni.

Pur ritendendosi fortunata e pur avendo avuto un percorso relativamente in discesa, Sara Ramirez è certa di voler lottare per gli altri, per i giovani, affinché possano avere sempre un supporto per potersi guardare allo specchio e riconoscersi per ciò che si è.

Ilene Chaiken

La creatrice di The L Word Ilene Chaiken aveva 23 anni quando ha scoperto di essere attratta dalle donne, e da allora “ho semplicemente iniziato a vivere da lesbica. Non ero una persona audace, ma non sapevo come fare a mentire”.

L’affascinante storia di Ilene parte da un caffè a Melrose, dove – mentre passava per andare a un colloquio di lavoro – per due giorni consecutivi ha fatto un piccolo incidente con l’auto. La seconda volta ha deciso di fermarsi a bere un espresso e solo successivamente ha scoperto che si trattava di un locale frequentato da donne lesbiche. Dopo aver superato lo stupore iniziale, Ilene ha capito che quell’ambiente le piaceva molto e ha trovato la sua prima fiamma.

Ilene Chaiken ha inserito la propria storia in The L Word, mediante il personaggio di Jenny.

La mia storia può risultare familiare a chi ha visto L Word.

Charlie Carver

Charlie Carver ve lo ricordate? Interpretava Porter Scavo in Desperate Housewives e nella vita, come nella finzione ABC, ha un gemello. Questa, a suo avviso, è la sua grande fortuna.

Sono davvero fortunato ad avere un fratello gemello. A un certo punto ho iniziato a vedere quanto fossimo diversi.

Charlie era alle medie quando si è accorto di non essere come il fratello, ma per diverso tempo non è riuscito a dare un nome al proprio status. Aveva 11 anni quando si è reso conto di se stesso.

Sentivo la voglia di mettere gli abiti di mia madre, di giocare con i trucchi.

Dirlo al padre, rivela Charlie, è stato traumatico. Ma necessario: “Allora sì che sono stato libero”. 

Il passo successivo è renderti conto che tu sei un individuo, non importa come ti identifichi, ma se puoi identificarti come membro di una comunità più grande, c'è una sorta di responsabilità e garanzia a contribuire e cercare tutti gli altri. 

Greg Berlanti

Importante produttore televisivo e sceneggiatore, Greg Berlanti ha rivelato di aver detto alla propria famiglia di essere gay nel 1996, quando Muhammad Ali stava accendendo la torcia delle Olimpiadi.

Vederlo così forte e coraggioso gli ha dato la forza di parlare con i genitori.

[Muhammad Ali, n.d.r.] aveva una bellissima presenza scenica e mi ha dato coraggio.

Non è stato facile ma neanche difficilissimo.

Non sono hanno accettato che fossi gay ma non avrebbero mai fatto niente per cambiare le cose. Credo sia andata così perché ho avuto il coraggio di essere davvero me stesso, dichiararmi al mondo, capire chi fossi.

Berlanti si è sposato nel 2017 con Robbie Rogers.

Keiynan Lonsdale 

L’attore, cantante e ballerino australiano Keiynan Lonsdale ha svelato di aver fatto fatica a capire chi fosse realmente, soprattutto per colpa dei pettegolezzi.

Sembrava che tutti gli altri [gli amici, n.d.r.] lo stessero decidendo per me, che lo sapessero meglio di me.

Ad aiutarlo è stato il suo migliore amico, che lo ha invitato a vivere seguendo quello che sentiva. Aveva 20 anni quando si è sentito di dire per la prima volta ciò che si sentiva.

Mi ha detto: 'Non devi essere gay, non devi essere etero, non devi essere nulla. Puoi essere solo Keiynan, è così’.

Lonsdale ha mantenuto il segreto con l’amico per oltre un anno e mezzo, ma poi – quando è emersa la verità durante una festa – ha sentito quello che si definisce “il peso sulle spalle” o, meglio, la responsabilità.

Che ne pensate? Quale di queste storie vi ha colpito di più?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.