Stai leggendo: Pitch Perfect 3: il canto del cigno delle Barden Bellas

Letto: {{progress}}

Pitch Perfect 3: il canto del cigno delle Barden Bellas

È arrivato nelle sale italiane il terzo e ultimo capitolo della saga Pitch Perfect, tra poca musica e tanta demenzialità.

Le Barden Bellas Universal Pictures

1 condivisione 0 commenti

A tre anni dalla vittoria i campionati mondiali di canto a cappella a Copenaghen e dalla laurea, le Barden Bellas tornano al cinema con la loro terza e ultima avventura nell’atteso film che chiude - si spera - definitivamente la fortunata saga Pitch Perfect sceneggiata da Kay Cannon.

Le Barden BellasHDUniversal

In Pitch Perfect 3 ritroviamo l’ex (?) gruppo di cantanti alle prese con le loro poco entusiasmanti vite da adulte che non sembrano averle portate da nessuna parte. Complice una buona dose di disillusione e il bisogno di riscattarsi da anni di stasi, le ragazze decidono di riunirsi ancora una volta sul palco e di riprendersi la felicità perduta con un tour europeo durante il quale, tra le altre cose, la demenziale storyline del tumultuoso passato familiare di Ciccia Amy (Rebel Wilson) rovina l’intera narrazione trasformando la pellicola diretta Trish Sie un film totalmente non-sense.

Buona (solo) la prima

Un po’ commediola americana, un po’ raffazzonata spy story e un po’ action movie di serie B, Pitch Perfect 3 trasforma le sue protagoniste in una fastidiosa parodia di quello che sono state mettendo da parte addirittura la fondamentale centralità della musica.

Una scena di Pitch Perfect 3HDUniversal

Se il secondo atto del franchise nato dalla penna dello scrittore Mickey Rapkin già aveva ampiamente dimostrato che le avventure delle Barden Bellas avrebbero potuto (e dovuto) concludersi dignitosamente con il primo film, nel terzo Pitch Perfect l’esasperazione di ogni evento e battuta sottolinea in maniera a tratti delirante che le ragazzacce che abbiamo conosciuto e imparato ad amare nello squisito girl-power movie musicale del 2012 non hanno davvero più niente da dire né tantomeno da cantare.

Assistere al terzo capitolo di Pitch Perfect è come partecipare a una svogliata rimpatriata scolastica: tutti sono ormai irriconoscibili e quello che rimane alla fine dell’incontro è solo tanta nostalgia per i tempi passati.

Pitch Perfect 3 è nelle sale italiane dal 14 giugno.

Voto4/10

Un po’ commedia americana, un po’ spy story e un po’ action movie di serie B, Pitch Perfect 3 ha trasformato le sue protagoniste in una triste parodia di quello che sono state.

Sandra Martone

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.