Stai leggendo: Le 10 invenzioni di donne che hanno rivoluzionato la nostra vita

Letto: {{progress}}

Le 10 invenzioni di donne che hanno rivoluzionato la nostra vita

Le invenzioni non sono solo maschili, anzi: alcune delle più sorprendenti, comuni e fondamentali per la vita di tutti i giorni sono state firmate e create da grandi donne inventrici.

6 condivisioni 0 commenti

Dalla sega circolare al tergicristallo, dal Monopoli alla casa solare sono tanti gli insospettabili oggetti inventatati dalle donne che hanno semplificato la nostra vita. Vediamo allora 10 invenzioni che portano la firma di donne dal pensiero creativo che hanno saputo ingegnarsi per rendere più facile la propria vita e quella degli altri. Le donne rimangono in campo di ricerca una minoranza.

La sega circolare di Tabitha Babbitt (1813)

pixabay.com

Tabitha Babbitt, membro della comunità religiosa di Shakers, per migliorare le prestazioni lavorative dei boscaioli della sua comunità inventò la prima sega circolare che consisteva di una lama circolare e un filatoio, alimentata da un pedale a ruota. Fu utilizzata per la prima volta in una segheria nel 1813. 

Sacchetto di carta di Margaret Knight (1860)

sacchetto di cartapixabay.com

Margaret Knight mentre lavorava presso uno stabilimento di produzione di carta inventò nel 1860 una macchina in grado di produrre automaticamente sacchetti di carta con fondo piatto. Purtroppo quando il "furbetto" Charles Annan scoprì la macchina depositò il brevetto prima di lei.

La Knight allora si rivolse al tribunale per ottenere giustizia, e l’avvocato di Annan usò sostenne in difesa del suo assistito che una donna non avrebbe mai potuto progettare una invenzione del genere. Lei rispose mostrando gli schizzi, i disegni e altre prove, e vinse. Nel 1871, ebbe anche i soldi per il suo brevetto. In seguito ne depositò altri 100.

La lavastoviglie di Josephine Garis Cochrane (1886)

lavastovigliepixabay

Josephine Garis Cochrane era una ricca signora che organizzava molte cene, ma da quando la servitù le aveva rotto molte preziose stoviglie iniziò prima a lavarle a mano da sola e poi a progettare una macchina. Così, costruì insieme al meccanico George Butters, la prima macchina di lavaggio, brevettata il 28 dicembre 1886 e installata nella cucina della Cochrane. Aprì poi la sua fabbrica nel 1897 e fondò così il Garis-Cochran lavastoviglie Machine Company, chiamandolo con il nome di suo padre, ingegnere civile.

La guida criptata dei siluri di Hedy Lamarr (1943)

pixabay

L'attrice e star di Hollywood Hedy Lamarr, considerata una delle donne più belle del mondo, durante la seconda Guerra Mondiale inventò con il musicista George Antheil un sistema, chiamato Secret communication system, in grado di guidare via radio i siluri, evitando che i segnali venissero intercettati dai nemici. E fu di grande aiuto per le sorti del conflitto.

Il tergicristallo di Mary Anderson (1905)

Tepixabay

All'inizio del 1900 in America l’allevatrice Mary Anderson ebbe l'idea, visto che ogni volta che pioveva per pulire il parabrezza della sua auto dall’acqua doveva scendere e sbracciarsi, di inventare: il tergicristallo, un sistema in grado di pulire i vetri dell'automobile automaticamente e viaggiare in sicurezza. Nel 1903 depositò il brevetto di un dispositivo era fatto di legno e gomma e collegato ad una leva accanto al volante dell'auto. La sua invenzione divenne popolare dal 1913, ma purtroppo l'inventrice Anderson non ricevette alcun profitto dalla sua invenzione.

La casa solare di Maria Telkes (1947)

Casa solarepixabay

Grazie all’ invenzione di due donne che il solare ha fatto progressi fino a diventare di uso comune. Nel 1950 la ricercatrice Maria Telkes e l’architetto Eleanor Raymond, progettarono la Dover House, una casa completamente riscaldata dal sole con pannelli di metallo e di vetro dietro le finestre, in grado di assorbire l'energia del sole in contenitori di stoccaggio, riempiti con un sale di sodio che "memorizzava" il calore del sole.

Monopoly di Elizabeth Magie (1903)

Monopolypixabay
Monopoly

Il gioco da tavolo del Monopoly con i suoi dollari, le case da comprare, amatissimo da grandi e piccini si ispira al gioco Landlord’s Game, inventato da Elizabeth Magie, che voleva spiegare le idee anti-monopoliste dell'economista Henry George. Nel 1904, ricevette solo 500 dollari e nessun pagamento per i diritti d'autore dalla "Parker Brothers" che 30 anni dopo mise sul mercato il Monopoly, creato da Charles Darrow. Ma soprattutto la filosofia del gioco di Darrow era completamente opposta alle teorie antimonopolistiche di George sostenuto nel gioco di Magie.

La pattumiera a pedali di Lillian Gilbreth (1924)

Pattumierapixabay

Lillian Gilbreth, mamma di dodici figli, dopo la morte improvvisa del marito ha inventato molti elettrodomestici da cucina essenziali, come la pattumiera a pedale e il frullatore elettrico per migliorare la vita della casalinga. Gilbreth è stata anche la prima donna a entrare nella prestigiosa National Academy of Engineering, l'accademia nazionale di ingegneria degli Stati Uniti.

Il Bacio perugina di Luisa Spagnoli (1922)

Bacio peruginapixabay

Ha anticipato i tempi ed è stata un’imprenditrice innovativa. Dalle sua intuizioni nasce il delizioso e inconfondibile Bacio Perugina. Nel 1922 si accorge che il cioccolato e la granella di nocciole non usate in azienda, a fine giornata, venivano buttati.

Per evitare sprechi inventa un cuore di gianduia e granella di nocciole, un cioccolatino simile alla nocca di una mano, il “cazzotto” che Giovanni Buitoni, suo compagno di vita, rinominerà Bacio Perugina. Nel suo stabilimento Luisa Spagnoli ha realizzato uno dei primi asili nido e ha crea spacci all’interno dell’azienda per consentire alle donne di fare la spesa dopo il lavoro.

Il pannolini usa e getta di Marion Donovan (1949)

pixabay

La sua invenzione, il primo pannolino usa e getta impermeabile, ha aiutato tantissime mamme e migliorato la vita dei loro bambini. Marion O’Brien Donovan cambiando in continuazione i pannolini di stoffa di sua figlia, decise che doveva trovare una soluzione. Con una macchina da cucire ed una tenda, riuscì a sviluppare il primo prototipo di pannolino impermeabile che non causava sfregamenti, irritazioni o dermatite da pannolino.

La Donovan brevettò la sua invenzione e dal 1951 al 1996 depositò altri 20 brevetti per altrettante invenzioni. Tra questi: gli assorbenti per le donne, il filo interdentale, pacchetti dei fazzoletti di carta, gancetti per le calze autoreggenti da donna, distributore di carta asciugamani, la combinazione foglio e busta da lettera, gli organizer per gli armadi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.