Stai leggendo: Il signore degli anelli: l'attesa serie TV arriverà nel 2021

Letto: {{progress}}

Il signore degli anelli: l'attesa serie TV arriverà nel 2021

Jennifer Salke ha rivelato i piani per il futuro di Amazon Studios, nei quali rientra il progetto di far debuttare l'attesa serie TV de Il signore degli anelli per il 2021.

Una scena de Il Signore degli anelli New Line Cinema

0 condivisioni 0 commenti

Lo scorso novembre è stata annunciata la notizia che Il signore degli anelli sarebbe stato nuovamente adattato per una serie TV prodotta da Amazon Studios, ora la direttrice della casa di produzione Jennifer Salke ha rivelato che l’intenzione della nuova major è quella di far debuttare la serie entro il 2021.

Durante un’intervista con l’Hollywood Reporter la Salke ha infatti detto:

Entrerà in produzione in due anni; si spera [che sarà trasmesso] nel 2021. Ma ci sono altri che vogliono che esca nel 2020.

Al momento, dunque, la serie TV è ancora alla primissime fasi di sviluppo, il che spiega la carenza di informazioni al riguardo: ciò che sappiamo è che la prima stagione sarà incentrata sul personaggio di Aragorn (al cinema noto col volto di Viggo Mortensen), di cui si esploreranno gli anni della gioventù. In particolare, la sceneggiatura dovrebbe attingere alle informazioni contenute non solo nei tre tomi de Il signore degli anelli, ma anche dalle Appendici. Il personaggio di Aragorn, in effetti, ha una lunga storia alle spalle quando incontra Frodo ed i suoi compagni per la prima volta: di origini umili, scappò con la madre da piccolo perché non conoscesse la verità su se stesso, ed ha vissuto lontano dal mondo; a Gran Burrone prima, sotto la protezione di Elrond, dove ha conosciuto l’amore della sua vita Arwen, e poi da solo diventando il Ramingo conosciuto come Grampasso che sfugge al suo destino di re perchè spaventato dallo stesso sangue che scorre nelle sue vene, simbolo del suo legame dinastico all’uomo che tanto tempo prima permise all’Unico Anello di sopravvivere, con conseguenze che ormai conosciamo bene.

Locandina de Il signore degli anelli - Il ritorno del reHDNew Line Cinema
Viggo Mortensen nei panni di Aragorn

Altra informazione che ancora non è stata smentita è che Amazon avrebbe già pianificato la produzione di ben cinque stagioni della serie, per cui il budget stanziato è di un miliardo di dollari. La Salke ha poi aggiunto che il modo in cui sarà realizzata la serie dovrebbe quasi certamente soddisfare i fan.

Tutti noi vorremmo uno show grande dal quale non sappiamo staccarci e che sia realizzato al più alto livello possibile.

Ed ha continuato: “Siamo davvero emozionati riguardo Il signore degli anelli. Nonostante tutto il chiacchiericcio, l’accordo è stato concluso solo un mese fa. Stiamo parlando con gli autori. Abbiamo acquisito un patrimonio di diritti molto attivo. Ho trascorso tre ore con Simon Tolkien [il nipote dell’autore]. Ci sono un sacco di elementi mobili. Molto presto avremo un piano d’azione su cui lavorare”. Sembra in particolare che nel “piano d’azione” dovrebbe rientrare anche Peter Jackson, nonostante questi abbia di recente negato qualsiasi coinvolgimento nel progetto. Jennifer Salke ha infatti dichiarato: “Stiamo intrattenendo una conversazione con lui che ritengo molto amichevole riguardo quanto coinvolgimento vuole e di che tipo possa essere. Non lo abbiamo ancora delineato precisamente. Lui potrebbe dire di essere coinvolto o no. Stiamo ancora parlandone”.

Peter Jackson di fronte alla casa di BilboHDGetty Images
Il regista Peter Jackson alla premiere de Lo Hobbit

Qualunque sia la decisione raggiunta con Peter Jackson, il progetto sta già assemblando una squadra creativa, assicura la donna: “Al momento stiamo parlando con gli autori. Mi sono incontrata con tre o quattro diversi gruppi di sceneggiatori. Sharon Tal Yguado ne ha incontrati molti di più. Quando abbiamo diffuso l’annuncio, molti agenti hanno risposto, e sono venuti anche autori britannici. Ci sono stati molti incontri informali per discutere del materiale e della portata della produzione”.

La mia speranza è quella di riunire un gruppo di persone di talento che avrà ovviamente un leader capace di imbarcarsi in questa grande e avventurosa impresa.

Si direbbe che le intenzioni ci siano tutte per realizzare un prodotto di alta qualità: se questo significasse dover attendere un anno in più, siamo disposti ad attendere… vero?

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.