Stai leggendo: Verdure di stagione a giugno: le proprietà di melanzane, peperoni e rucola

Letto: {{progress}}

Verdure di stagione a giugno: le proprietà di melanzane, peperoni e rucola

Melanzane, peperoni, radicchio, cetrioli, rucola: scopri le proprietà benefiche delle verdure di stagione a giugno e tutte le ricette per usarle in cucina.

Verdure di stagione giugno Pixabay

7 condivisioni 0 commenti

Melanzane, peperoni, ravanelli, radicchio, rucola: queste sono solo alcune delle verdure di stagione di giugno. La lista completa include ancora asparagi, cetrioli, cicorie, fagiolini, fave, insalate, piselli, pomodori, zucchine e insalate.

Insomma, potrai andare dal fruttivendolo e comprare tante verdure per preparare zuppe fredde, centrifugati e maxi insalate. Intanto, scopri insieme a noi le proprietà di:

Le melanzane

A ogni massaia le sue melanzane. C’è chi preferisce quelle tonde e chi quelle allungate, c’è chi adora le melanzane viola e chi preferisce quelle bianche. In qualsiasi variante, le melanzane sono ottime ma sempre e solo cotte. L’alto contenuto di solanina ne rende impossibile il consumo senza cottura. La solanina è una sostanza alcaloide che può scatenare brutti effetti collaterali, oltre a essere la causa del sapore amarognolo di questa verdura.

Una volta cotte, le melanzane sono amiche della dieta grazie al loro basso apporto calorico, solo 18 calorie per 100 grammi. Devi stare attenta, però, al metodo di cottura. La polpa ha una consistenza spugnosa che assorbe qualsiasi condimento. Se scegli la frittura, per esempio, le melanzane tendono a impregnarsi molto di olio e addio dieta. Opta sempre per la griglia e la tua forma fisica è salva, anche con una alimentazione ricchissima di melanzane. Approfitta del mese di giugno per fare una scorpacciata di melanzane di stagione perché sono fonte di potassio, di vitamina C e B e di acido folico. Quest’ultimo è utilissimo per le donne nel primo trimestre di gravidanza, perché la sua carenza può provocare problemi alla spina dorsale. Non solo, le melanzane contengono diverse sostanze antiossidanti molto efficaci nel contrastare l’azione dei radicali liberi.

Come usarle in cucina? Le ricette sono infinite. Puoi preparare degli involtini ripieni di ricotta o usarle per cucinare degli hamburger vegetariani. Sono tantissime anche le ricette classiche, dalla caponata siciliana alle barchette di melanzane ripiene, dalla parmigiana fino agli sformati.

Involtini di melanzane con formaggioHDGetty Images

I peperoni

Elencare le varietà di peperoni disponibili è davvero un’impresa. Dal fruttivendolo puoi trovarli dolci o piccanti, rossi, verdi o gialli e di forma allungata, troncata e tondeggiante. Semi, buccia e parte bianca interna risultano leggermente indigesti e li rendono pesanti. Basta spellarli e eliminare semi e parti bianche per risolvere la situazione alla radice.

I peperoni hanno un elevato contenuto di vitamina C e di vitamina A e sono degli ottimi alleati delle diete. L’apporto calorico dipende dalla varietà e si aggira tra i 15 e le 22 calorie per 100 grammi. Sono anche particolarmente ricchi di carotenoidi, sostanze fondamentali per riattivare la vitalità dei tessuti e combattere l’azione dei radicali liberi. Non solo, stimolano la circolazione e prevengono le malattie vascolari.

Ma come prepararli? Puoi cucinare una bella caponata con peperoni rossi e gialli oppure usarli come condimento di un primo piatto. Sono ottimi anche al forno e alla griglia oppure marinati dopo la cottura in forno. Per marinarli devi semplicemente metterli in frigo dopo averli ricoperti con olio, sale, pepe, prezzemolo e capperi.

Peperoni alla mediterranea con oliveHDGetty Images

La rucola

La rucola si presenta in due varianti: coltivata e spontanea. La differenza principale è nel sapore più forte di quella spontanea e più dolce di quella coltivata. Questa verdura è costituita essenzialmente da acqua (91%), proteine (2,5%) e carboidrati (3,5%) ed è anche ricchissima di calcio, di ferro e di vitamina C.

La rucola rinforza le funzioni del fegato e del sistema immunitario, favorisce l’espulsione dei gas intestinali, migliora la qualità del sangue e aiuta a prevenire l’ulcera. È ottima anche se segui una dieta perché l’apporto calorico per 100 grammi è di appena 28 calorie.

L’uso classico nelle insalate non è l’unico. Puoi usare la rucola per preparare dei pesti in sostituzione al basilico, per condire i primi piatti o per proporre ricette salutari come l’insalata con quinoa e pollo.

Insalata di quinoa, rucola e polloHDGetty Images

Quale verdura di stagione a giugno sceglierai per il tuo prossimo menu salutare?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.