Stai leggendo: George R. R. Martin: 'Gli spin-off di Game of Thrones sono quattro'

Letto: {{progress}}

George R. R. Martin: 'Gli spin-off di Game of Thrones sono quattro'

George R. R. Martin ha chiarito che tra i progetti in cantiere nati dalla serie TV Game of Thrones uno è stato bocciato: oltre all'annunciato prequel, rimangono in via di sviluppo solo altri tre spin-off.

George R. R. Martin Getty Images

1 condivisione 0 commenti

HBO ha da poco annunciato che manderà in onda una nuova serie derivata da Game of Thrones che sarà un prequel ambientato millenni prima delle vicende che abbiamo seguito negli ultimi anni. Nella stessa notizia si riportava l’esistenza di altri quattro spin-off ma ora l’autore dei libri che hanno ispirato la serie TV, George R. R. Martin ha annunciato che in cantiere ce ne sono solo altri tre.

Mentre infatti il prequel di cui si sta occupando Jane Goldman ha ottenuto il via libera, un’altro progetto è stato bocciato, lasciandone solo tre ancora in fase di sviluppo. Martin ha infatti commentato sul suo blog: “Se state seguendo, saprete che abbiamo iniziato con quattro [progetti] che poi erano diventati cinque.Uno di quelli è stato rifiutato, per quanto ne so io, e ovviamente il pilot di Jane entrerà in produzione. Questo non significa che gli altri siano morti

Ci sono tre nuovi prequel di Game of Thrones, ambientati in epoche diverse e con personaggi e vicende differenti, che rimangono in via di sviluppo.

Ed ha continuato: “Tutto mi porta a credere che potremmo girare almeno un pilot in più, e forse più di uno, nei prossimi anni. Abbiamo un intero mondo e decine di migliaia di anni di storia con cui divertirci, in fin dei conti. Ma questa è la televisione, quindi nulla è certo”. Pare però che l’autore non sarà troppo coinvolto in questi progetti, anche perché deve ancora completare la saga di romanzi che hanno dato origine alla famosa serie TV, e sta lavorando proprio al sesto libro, Winds of Winter.

Prima che lo chiediate, il lavoro su Winds of Winter continua, e rimane la mia priorità assoluta.

Ha infatti commentato Martin, aggiungendo: “Sarebbe ridicolo pensare che non sia così. Se non fossi impegnato con Winds, non pensate che mi starei occupando di uno o più di questi pilot io stesso? Non è che non abbia mai scritto per la TV…”. Insomma, una cosa è certa: tra i libri di Martin, l’ultima stagione di Game of Thrones in arrivo l’anno prossimo e tutti gli altri spin-off in lavorazione, non avremo penuria di Westeros e delle altre terre fantastiche immaginate dall’autore per molti anni a venire.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.