Stai leggendo: Estate 1998 vs Estate 2018: come siamo cambiati in 20 anni

Letto: {{progress}}

Estate 1998 vs Estate 2018: come siamo cambiati in 20 anni

Gli anni '90 sono decisamente tornati di moda, eppure ne sono cambiate di cose da quel periodo. Prendiamo l'estate: come ci comportavamo 20 anni fa in vacanza? Cosa avremmo fatto durante una giornata al mare nel '98 e cosa faremmo oggi? Vediamolo insieme!

Rayban piscina Unsplash, David Lezcano

7 condivisioni 0 commenti

L'Estate 2018 è finalmente arrivata, ma basta guardarsi in giro per accorgersi che gli anni '90 non accennano minimamente a passare di moda neanche questa stagione: choker, jeans a vita alta, bermuda, occhiali da sole nineties. Se tutto questo a volte ci fa sentire catapultati negli ultimi anni dello scorso millennio, c'è da dire che il nostro stile di vita è invece decisamente mutato rispetto a quel momento. D'altronde sono passati 20 anni...

20 anni dalle serate estive scandite dal Festivalbar di Alessia Marcuzzi e Fiorello, quando la bionda conduttrice romana era ancora la ragazza di Colpo di fulmine.

20 anni durante i quali siamo andati in spiaggia prima con il walkman, poi con il lettore cd, per poi passare al lettore mp3 e infine alle playlist di Spotify sullo smartphone. Vent'anni nel corso dei quali abbiamo quasi smesso di leggere Cioè o qualsiasi rivista da spiaggia, perché tanto ormai ci sono lo smartphone e i social a tenerci compagnia sotto l'ombrellone.

Insomma, 20 anni lungo i quali le nostre abitudini sono cambiate, per tanti piccoli e grandi aspetti, molto. Davvero, davvero molto.

Scopriamo insieme come, mettendo a confronto una giornata estiva del 1998 con una dell'estate 2018!

Zaino Invicta vs zaino Hershel

Cominciamo dalle basi. Che sia una giornata al mare, in montagna, al lago o in giro sullo scooter per un'isola, lo zaino è sempre stato, e lo è tutt'ora, lo strumento più comodo e pratico per portare le proprie cose.

Vent'anni fa gli iconici Invicta spadroneggiavano un po' ovunque: scuola, tempo libero, viaggi, insomma ce li portavamo dappertutto, a seconda dei modelli. Il Jolly - oggi nuovamente sul mercato - era un grande classico, se poi c'erano i vari T.V.T.B dei compagni di scuola scritti con l'Uniposca sulle tasche davanti, lo era ancora di più.

Uno zaino molto in voga di questi tempi è invece il super hispter Hershel, elegante, pratico ed anche estremamente comodo. Un modello che tuttavia si presta davvero poco alle dediche con pennarello delle amiche..

Weekend ready in Mexico City. Photo: @vranndon. #WellTravelled

A post shared by Herschel Supply Co (@herschelsupply) on

Abbronzatura ad ogni costo vs pelle protetta

Diciamo la verità: ma quanto eravamo incoscienti? Negli anni '90 l'abbronzatura era un vero must e per raggiungere un colorito alla Jennifer Lopez, spesso eravamo disposti a spalmarci al sole nelle ore peggiori, senza protezione se non - addirittura - con oli abbronzanti o specchi solari posizionati ad hoc tra collo e viso. Colpa di un'ancora troppo acerba informazione riguardo ai danni prodotti da una scorretta esposizione ai raggi UV. 

Oggi, per fortuna, siamo molto più consapevoli di questo e abbiamo imparato ad affrontare il sole con tutte le accortezze necessarie: esposizione solo in determinate ore della giornata ed un uso corretto e frequente di una protezione solare adatta al nostro tipo di pelle.

Dunque, nel 2018 ci abbronziamo di meno, ma con più criterio. E con dei risultati, anche esteticamente, migliori. Insomma, meglio essere più chiari, ma più protetti!

Juke box al bar vs Playlist di Spotify

Come in qualsiasi giornata al mare che si rispetti, dopo qualche ora in spiaggia arriva sempre il momento bar. Un gelato, un panino, un Tè freddo e le casse che sparano la colonna sonora dell'estate. Negli anni '90, molto spesso i tormentoni estivi ce li sceglievamo da soli: bastava avere tra le mani un gettone o 200 lire: inserivi le monete nel juke box e potevi anche aspettare delle ore perché finalmente arrivasse il pezzo che avevi scelto. Ma vuoi mettere poi la soddisfazione?

Il JukeboxHDUnsplash, Photo by Kelly Sikkema

Oggi invece basta avviare la playlist adatta di Spotify e il gioco è fatto. Non c'è dunque neanche più bisogno di alzarsi dal tavolino del bar e andare a scorrere i dischi per scegliere i nostri pezzi estivi preferiti: si può rimanere comodamente seduti e se i gusti dei proprietari del bar non ci convincono, c'è sempre il nostro smartphone. A patto di non disturbare i vicini...

Magnifico vs Cornetto Veggie

Dicevamo: gelato al bar. Qua si potrebbe aprire un capitolo intero, o piuttosto un romanzo. E chi ha trascorso la propria infanzia o adolescenza negli anni '90, o chi magari ha cresciuto dei figli in quel periodo, probabilmente proverà una morsa di nostalgia guardando questi vecchi tabelloni. Per fortuna molti di questi gelati, sono stati riproposti nel corso degli anni, ma per il confronto di oggi ne abbiamo scelto uno in particolare: il Magnifico. Che altro non era che un gigantesco cornetto con crema di whisky, croccantino e nocciole ricoperte di cioccolato. Una vera bomba. Dite la verità, siete mai riusciti a finirlo tutto?

Ma torniamo all'estate 2018. Come ben sappiamo, in questi ultimi anni sono cresciute la consapevolezza e la voglia di adottare un'alimentazione sana e rispettosa dell'ambiente che ci circonda. Tante aziende si sono adattate a questa nuova tendenza e anche l'Algida si è tenuta al passo con i tempi, mettendo sul mercato due nuove proposte: il Cornetto veggy e il Cornetto senza glutine. Così davvero tutti potranno godersi il proprio gelato al bar o sotto l'ombrellone.

VJ di MTV vs Influencer

Quante volte nelle estati degli anni '90 abbiamo visto scorrere sulle nostre televisioni le immagini dei programmi estivi di una delle emittenti più innovative del periodo? Stiamo parlando ovviamente di MTV, che nel '98 era approdata anche in Italia ormai da un anno. Veri e propri protagonisti del canale erano non solo i video musicali, ma anche i VJ.

Belli, giovanissimi, ironici e spigliati, interagivano con le più grandi pop star internazionali con una disinvoltura invidiabile. Ed ogni estate ci intrattenevano con MTV On the Beach da località mozzafiato, italiane e non. Insomma, i VJ erano in qualche modo degli influencer ante litteram.

Oggi la figura del VJ è scomparsa, ma ci sono gli influencer e le star di Instagram che campeggiano sui nostri Smartphone, soprattutto d'estate, a colpi di post, dalle mete più alla moda.

Francia '98 vs Russia 2018

Arriviamo ora ad un tasto dolente: i mondiali di calcio. Vent'anni fa, nel 1998, la Nazionale Italiana era in Francia, pronta a combattere per la Coppa del Mondo.

Bobo Vieri, Roberto Baggio e Alex Del Piero portarono l'Italia ai quarti di finali, durante i quali la nostra squadra venne eliminata ai rigori nel corso di una sofferta sfida con i padroni di casa. 

Mondiali di calcio Francia 1998HDgetty images

Estate 2018: l'Italia non si è qualificata ai mondiali per la prima volta dopo 60 anni. Dunque niente brividi, niente emozioni e niente serate al cardiopalma con gli amici o la famiglia. Perché diciamoci la verità, anche per coloro che normalmente non seguono il calcio, i mondiali hanno sempre rappresentato un'occasione per ritrovarsi, soffrire e gioire insieme. Adesso ci toccherà seguire le altre nazionali, ma per chi non ne avesse voglia, FoxLife ha pensato ad una valida alternativa...

Ricky Martin - La copa de la vida vs Alvaro Soler - La Cintura

Rimanendo in tema mondiali, nel 1998 fu il pezzo La copa de la vida di Ricky Martin ad essere scelto come brano ufficiale dell'evento.

Ebbene sì, anche vent'anni fa imperversavano i tormentoni estivi latini, di cui il cantante portoricano - che solo un paio di anni prima aveva cominciato a spopolare in Italia al grido di un dos tres, un pasito pa'lante Maria - era l'indiscusso Re.

Sono passati 20 anni e oggi Ricky Martin è ancora affascinante e vive serenamente la sua vita sentimentale insieme al marito, il pittore siriano Jwan Yosef.

Ad accompagnare - o a tormentare, a seconda dei punti di vista - la nostra estate del 2018 c'è invece un cantante spagnolo, ormai piuttosto noto in Italia grazie anche alla sua partecipazione ad X Factor 2016 nei panni di giudice. Stiamo parlando ovviamente di Alvaro Soler e della sua nuova hit, La Cintura.

Alex Britti - Solo una volta vs J-AX & Fedez - Italiana

Potevamo non concludere questo confronto tra l'estate del 1998 e quella del 2018 con due tormentoni tutti tricolore? Decisamente no.

Cominciamo con il primo. Alex Britti è un chitarrista blues ancora sconosciuto al grande pubblico quando esce Solo una volta (o tutta la vita), un brano che all'inizio parte un po' in sordina, per poi entrare, il 15 agosto 1998, nella top 20 dei singoli più venduti. Dove, complici i tanti passaggi radiofonici e il videoclip dei Manetti Bros, rimarrà fino alla fine dell'anno, superando brillantemente anche l'estate e dando il via alla carriera del cantautore romano nel mondo del pop.

Estate 2018: anche stavolta, come da qualche anno a questa parte, a troneggiare tra i tormentoni estivi italiani sono i due rapper Fedez e J-AX. Con Italiana, singolo che sancisce la fine della loro fortunata collaborazione, hanno raggiunto la prima posizione della classifica ufficiale dei singoli più venduti e sembra proprio che non abbiano alcuna intenzione di abbandonarla.

Finisce dunque qui questo confronto tra due epoche ormai lontane. L'attuale revival nineties ci ha indubbiamente riportato alla mente l'ultimo decennio del secolo scorso, facendocelo sentire in qualche modo più vicino.

Ma grazie alla rivoluzione multimediale che ha travolto il nuovo millennio, abitudini, usi e i costumi sono decisamente cambiati. Chi ha vissuto quel periodo, probabilmente si guarderà alle spalle con un pizzico di nostalgia, pensando che in fondo, la vita di prima, senza social e senza una connessione sempre alla mano, era molto più semplice. O forse non lo era affatto. Punti di vista.

Voi che ne pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.