Stai leggendo: Queer as Folk: la reunion del cast 13 anni dopo la fine della serie

Letto: {{progress}}

Queer as Folk: la reunion del cast 13 anni dopo la fine della serie

I protagonisti di Queer as Folk sono apparsi di nuovo insieme in occasione di un servizio fotografico realizzato per Entertainment Weekly. Ecco come sono diventati Brian, Justin, Michael, Emmett, Ted, Lindsay, Melanie e gli altri!

Una scena di Queer as Folk Showtime

7 condivisioni 0 commenti

Queer as Folk è andata in onda per 5 anni - dal 2000 al 2005 - e, nonostante sia passato un decennio dal suo ultimo episodio, continua ad occupare un posto speciale nel cuore del pubblico.

Prodotta da Showtime e Temple Street Productions, Queer as Folk ha rappresentato una svolta nel mondo della serialità televisiva portando sul piccolo schermo le vicende di sei uomini gay (Brian, Justin, Michael, Emmett, Ted e Ben) e di una coppia lesbica (Lindsay e Melanie), tutti residenti a Pittsburgh, in Pennsylvania.

Il cast non si è più visto dal 2005, perlomeno fino a oggi. Entertainment Weekly - che ha avuto il merito di promuovere la recente reunion per i 20 anni di Dawson's Creek che ha emozionato il mondo - ha radunato gli attori protagonisti Gale Harold, Peter Paige, Scott Lowell, Randy Harrison, Hal Sparks, Thea Gill, Michelle Clunie e Sharon Gless, intervistandoli con i produttori esecutivi Daniel Lipman e Ron Cowen.

Le immagini ufficiali esclusive sono tutte sull'ultimo numero di Entertainment Weekly, ma - inutile dirlo - sono rimbalzate da un social all'altro nel giro di pochissime ore complice la grande gioia dei fan nel rivedere i loro beniamini.

Tra vecchi ricordi ed emozioni sempre vive, il cast ha commentato con entusiasmo il successo che ancora oggi Queer as Folk riscuote tra il pubblico a ogni messa in onda. Cos'ha questa serie di rivoluzionario e perché è senza tempo? Ecco cosa ha dichiarato il producer Ron Cowen:

Noi gay non vedevamo un vero riflesso di noi stessi in TV. A quel tempo se eri gay non potevi sposarti e un sacco di altre cose. L'atmosfera era molto ostile.

La serie ha avuto il merito di rappresentare in TV la vita gay e, per la prima volta in assoluto, il sesso gay. Thea Gill non ha dubbi:

L'onestà della sessualità, la sincerità, ci hanno spinto per tutta la serie.

L'affetto del pubblico è stato tale da portare gli attori a identificarsi profondamente nei loro personaggi. "È stato bello sapere che il pubblico era coinvolto in ciò che facevamo, ma all'improvviso non ero più nemmeno me stesso", ha dichiarato Gale Harold.

Si è parlato spesso di un possibile reboot di Queer as Folk, ma (almeno per il momento) pare non ci sia nulla in cantiere. E al cast va bene così, perché in fondo la serie continua ancora oggi a raccogliere i suoi frutti: "Abbiamo piantato molti semi che ancora oggi continuano a crescere", ha dichiarato Hal Sparks.

Non vorrei esagerare, ma penso che alcuni di questi derivino proprio dall'esistenza di questa serie TV.

Gli ha fatto eco Peter Paige:

Gli abiti e le acconciature sono cambiati, ma le storie emotive, le emozioni, sono eterne.

Come non essere d'accordo con loro?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.