Stai leggendo: Gelato sospeso: anche quest’anno dona un sorriso

Letto: {{progress}}

Gelato sospeso: anche quest’anno dona un sorriso

Dal 2015 l’associazione Salvamamme ha dato il via al “Gelato sospeso”, per donare un dolce sorriso anche ai bambini meno fortunati.

Bambino con gelato Jared Sluyter on Unsplash

2 condivisioni 0 commenti

Negli ultimi anni abbiamo sentito parlare di caffè sospesi e persino di libri sospesi: si entra al bar o in libreria, si acquista un caffè o un libro ma si paga per due, lasciando a chi non ha i mezzi la possibilità di bersi un caffè o leggersi un buon libro. L’idea di solidarietà alla base è semplice ma efficace: per far star meglio chi è in difficoltà basta un piccolo gesto; la rivoluzione comincia con poco.

Questo format è stato applicato da qualche anno anche ai gelati. Perché per un bambino un gelato è una piccola festa e vedersela negata perché mamma e papà non possono permettersi questa spesa è sempre brutto. Così l’associazione Salvamamme ha iniziato la tradizione del “gelato sospeso”.

Il meccanismo è lo stesso del caffè sospeso: entrate in gelaterie e comprate i vostri gelati e poi ne pagate uno in più, da lasciare “sospeso” per chi è in difficoltà: basta lasciare l’offerta nel vaso trasparente messo a disposizione dalle gelaterie che aderiscono al progetto, che emetteranno uno scontrino al momento della consegna del gelato alla famiglia che lo riceverà.

LocandinaSalvamamme

Se a fine della campagna rimarranno soldi nel barattolo, verranno devoluti al progetto del Salvamamme dà la Pappa, volto ad aiutare circa 10.000 bambini che vivono in carenza di nutrizione o in famiglie in grave difficoltà economica.

Dal 2015 le gelaterie aderenti sono aumentate e oggi sono quasi 500.

Se sei una gelateria e vuoi aderire anche tu, vai sul sito dell’iniziativa, scarica una delle tre locandine ed esponila bene in vista e poi prepara un vaso in cui verranno raccolti i gelati sospesi.


Siete quindi avvisati: quest’estate donate un gelato e un sorriso anche a chi non può permetterselo! I gesti di solidarietà partono anche dalle piccole cose!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.