Stai leggendo: Scandal 7: cosa è successo nell’episodio 7

Letto: {{progress}}

Scandal 7: cosa è successo nell’episodio 7

È andato in onda su FoxLife l’episodio sette dell’ultima stagione di Scandal. Ecco il nostro recap.

1 condivisione 0 commenti

Nello scorso episodio di Scandal abbiamo lasciato Olivia e i suoi gladiatori alle prese con uno dei più dolorosi casi di scomparsa che l’agenzia fondata dalla protagonista del political drama abbia mai dovuto affrontare: quello che vede come vittima Quinn Perkins.

Quinn, infatti, dopo un violento scontro con Liv nel quale ha svelato al suo ex capo di essere a conoscenza del fatto che c’è lei dietro alla morte del Presidente Rashad, è sparita nel nulla e dagli ultimi video è chiaro sia stata rapita proprio nel palazzo della Quinn Perkins e Associati (ex OPA) dove si era recata per celebrare il suo matrimonio con Charlie.

Il senso di impotenza che forse per la prima volta nella sua vita Olivia sente la porta a continuare ossessivamente le ricerche chiedendo aiuto al suo fedele braccio destro Jake:

Voglio che l’intero Governo Federale diventi una macchina per trovare Quinn.

Di padre in figlia

Il mistero su chi sia l'introvabile mandante del rapimento di Quinn si svela quando Liv, a cena con il padre, scopre che è stata proprio lui a rapirla. Ancora una volta, infatti, Ely mette a dura prova la figlia chiedendole in cambio del rilascio dell’amica la libertà e facendola riflettere sul fatto che la Perkins, avendo in mano le prove che è stata Liv a pianificare l’attentato a Rashad, è l’unica che può distruggerla:

Lei è la tua resa dei conti. L’unica che sa il tuo segreto, l’unica che non ucciderai.

Grazie alla tenacia di Ely, Liv si trova di nuovo in bilico tra ciò che dice il suo cuore e il bisogno di potere che la caratterizza e a risolvere il suo dilemma è l’onnipresente Ammiraglio Ballard:

Uccidi tuo padre, fai la tua scelta: sei comando o no?

A convincere definitivamente, senza neanche saperlo, Olivia a far fuori l’ex Comando è proprio la Presidentessa Mellie Grant che, dopo aver deciso di lavorare con Fitz a una nuova riforma all’insaputa della Pope, ringrazia il suo Capo di Gabinetto per tutto quello che ha fatto per rendere possibile il trattato sul nucleare:

Tu sei una campionessa: niente, nessuno e nessun uomo si metterà sulla nostra strada.

Un triste epilogo

Forte delle parole di Mellie, Liv decide di andare a casa del padre per dargli l’ultima opportunità di liberare Quinn prima di mandare qualcuno ad ucciderlo ma Ely decide di non sottostare al suo ricatto e di rischiare la sua stessa vita pur di non darle la soddisfazione di cedere, pur di vederla implorare. Il settimo episodio di Scandal, dal titolo Io vinco, tu perdi, si chiude con il rumore di uno sparo che dovrebbe segnare la morte di Quinn e del bambino che la gladiatrice porta in grembo. Rumore accompagnato dalla voce dell’ex Comando che chiede alla sua degna erede:

Vuoi vedere il corpo?

I prossimi due episodi della settima e ultima stagione di Scandal andranno in onda martedì prossimo su FoxLife a partire dalle 21,05.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.