Stai leggendo: Sandra Bullock stava per rinunciare alla sua carriera a causa del sessismo

Letto: {{progress}}

Sandra Bullock stava per rinunciare alla sua carriera a causa del sessismo

L’attrice Sandra Bullock stava per rinunciare al suo sogno di recitare a causa della discriminazione sessuale che si respira nell’industria cinematografica americana.

L'attrice Sandra Bullock Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Sandra Bullock è una delle attrici più amate al mondo eppure non ha passato un periodo semplice quando ha capito, agli albori della sua carriera, che in quel di Hollywood le donne non vengono considerate alla pari degli uomini.

La stessa Bullock, che dal 26 luglio prossimo sarà nelle sale italiane come protagonista di Ocean’s 8, ha confessato: “mia madre mi ha cresciuta ripetendomi: ’non hai bisogno di sposarti, forgia la tua strada. Fai i tuoi soldi e sii la tua stessa persona'. Per questo ho affrontato il mondo pensando che non ci fosse disparità, che tutti fossimo uguali, credendo che io potessi fare tutto ciò che un uomo può fare".

L'attrice Sandra BullockGetty Images

Durante la sua lunga e proficua carriera anche la divina la Bullock è stata costretta a fare i conti con il sessimo e a realizzare che, da donna, sarebbe stata trattata diversamente è stato estremamente difficile da digerire per lei. Ha ammesso Sandra

Avevo camminato con i paraocchi per tutta la vita e sono arrivata al punto che mi sentivo inferiore in quanto donna. È stata una pillola difficile da ingoiare. Mi sono sentita molto triste e ho pensato: 'wow, forse ho bisogno di uscire da qui. Forse devo fare qualcos'altro per vivere’.

Nonostante la lotta continua di movimenti come Time’s Up, il sessismo a Hollywood è ancora imperante come ha constatato un recente sondaggio di USA Today secondo il quale il 94% delle donne del settore cinematografico afferma di aver subito molestie sessuali o aggressioni sul lavoro.

Che ne pensate della confessione di Sandra Bullock? Anche voi, nell'ambito lavorativo, siete state vittime di sessimo?

Via USA Today

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.