Stai leggendo: Harvey Weinstein comparso in Tribunale: si dichiara non colpevole

Letto: {{progress}}

Harvey Weinstein comparso in Tribunale: si dichiara non colpevole

L'ex re di Hollywood è apparso davanti al giudice, al quale ha dichiarato la propria non colpevolezza

Weinstein Fox

1 condivisione 0 commenti

È comparso davanti al giudice del Tribunale di Manhattan, Harvey Weinstein. L'ex produttore cinematografico si è dichiarato non colpevole, respingendo le accuse di stupro e di molestie sessuali evidenziate dall'inchiesta del Procuratore distrettuale di Manhattan, che ha aperto il fascicolo nell'ottobre 2017. 

WeinsteinFox

Accuse formulate la scorsa settimana dal grand jury e già definite da Benjamin Brafman, avvocato del magnate del cinema hollywodiano, assolutamente "infondate". Una strada battuta anche da Weinstein, che oggi in processo ha declinato ogni responsabilità. Al termine dell'udienza, la procura ha annunciato il proseguimento delle indagini e che i capi d'imputazione ai quali Weinstein è chiamato a rispondere restano invariati.

Caso Weinstein, il processo

Arrestato lo scorso 25 maggio e rilasciato con braccialetto elettronico sotto pagamento di cauzione, l'ex re di Hollywood si è dichiarato non colpevole. La strategia difensiva dettata dall'avvocato - lo stesso che prese le parti dell’ex presidente del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Khann, accusato di stupro nel 2011 - è volta a squalificare le accuse, cercando di minare l'integrità e la credibilità delle donne che hanno accusato il suo assistito. Lo scopo è quello di convincere la giuria che i rapporti fossero in realtà consensuali.

WeinsteinFox

Lo scandalo era esploso nell'ottobre dello scorso anno, quando un'inchiesta del New Yorker rendeva note le denunce di una quindicina di donne che lo accusavano di molestie. Il caso ha poi avuto una grande risonanza, con l'aggiunta di tantissime altre testimonianze e con il movimento #MeToo che ha investito il mondo dello spettacolo e dell'informazione. 

Molte attrici hanno denunciato di aver subito molestie o minacce da parte di Weinstein, da Angelina Jolie a Uma Thruman passando per Gwyneth Paltrow e Asia Argento. Di fatto, oltre alle due accuse di stupro, Weinstein deve rispondere di un numero impressionante di denunce per reati sessuali. Circa sessanta testimonianze che variano dalle molestie alle aggressioni sessuali fino alla violenza sessuale. 

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.