Stai leggendo: Sandra Oh: come Grey's Anatomy l'ha aiutata con Killing Eve

Letto: {{progress}}

Sandra Oh: come Grey's Anatomy l'ha aiutata con Killing Eve

Da dottoressa in Grey's Anatomy a donna ossessionata da una serial killer in Killing Eve: Sandra Oh racconta la trasformazione televisiva, spiegando cosa l'ha spinta a scegliere questo nuovo ruolo.

1 condivisione 0 commenti

Cosa ha spinto Sandra Oh a trasformarsi da dottoressa in Grey's Anatomy, tenace e sicura di sé, a una donna instabile, ossessionata da una serial killer psicopatica, in Killing Eve?

A CinemaBlend, la Cristina Yang del medical drama ha raccontato questo decisivo cambio di rotta. Nella sua nuova serie TV, in onda su BBC America, l'attrice interpreta Eve Polastri, una segretaria dell'MI5 determinata a dare la caccia a una brutale assassina. Da alcune interviste, Sandra aveva subito messo in chiaro che il suo personaggio non è uguale a Cristina Yang.

Grazie, Grey's Anatomy

Sandra Oh e T. R. Knight in una scena di Grey's AnatomyHDabc studios

In che modo la star ha deciso di accettare il ruolo in Killing Eve? Tutto merito di Grey's Anatomy.

Ad un certo punto della propria carriera prendi una decisione. Dopo un decennio della mia vita in una serie TV, avevo il potere economico per dire basta.

Dieci anni in una serie popolare come il medical drama di Shonda Rhimes sono stati sufficienti per renderla più sicura di sé e delle sue capacità. Per questo si è fidata ciecamente anche di Phoebe Waller-Bridge, showrunner di Killing Eve, che l'ha aiutata ad accettare il ruolo della resistente e intrepida protagonista. Dopo un inizio incerto, Sandra ha realizzato di aver fatto la scelta giusta.

Volere è potere

Killing Eve è arrivata al posto giunto e al momento giusto. I quattro anni di attesa, tra l'addio a Grey's Anatomy e il nuovo progetto, sono stati necessari e hanno permesso all'attrice di riflettere sul suo percorso lavorativo:

In questi quattro anni ho atteso. Non ero in grado di fare scelte. È come innamorarsi. Adesso, capisco di avere più consapevolezza e coscienza. 

Sandra Oh sapeva cosa stava cercando, e alla fine l'ha trovato: con Killing Eve sente di aver fatto un salto di qualità, e lo confermano le innumerevoli recensioni positive dei media internazionali, che tessono le lodi alla serie TV e alle sue straordinarie protagoniste. Inoltre, gli ascolti in madrepatria sono cresciuti di episodio in episodio, stabilendo un vero e proprio record per la rete dove viene trasmessa. Molti l'hanno definita come la TV del futuro, e l'interpretazione dell'attrice, per CinemaBlend, è "superba".

La prima stagione di Killing Eve è terminata, e ora si attende di scoprire se Sandra Oh verrà o meno nominata ai prossimi Emmy - le cui nomination sono attese il 12 luglio. Per l'attrice si tratterebbe della sua sesta nomination, dopo le cinque consecutive per Grey's Anatomy. Sandra Oh tornerà per la seconda stagione, mentre speriamo che questo gioiellino giunga anche in Italia.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.