Stai leggendo: Claire Danes: ‘Leggevo stroncature di Homeland durante il primo travaglio'

Letto: {{progress}}

Claire Danes: ‘Leggevo stroncature di Homeland durante il primo travaglio'

Claire Danes, ospite al Jimmy Kimmel Live, si è lasciata andare a un curioso aneddoto di quando aspettava il suo primogenito, che riguarda il momento del travaglio.

1 condivisione 0 commenti

Claire Danes, ospite a Jimmy Kimmel Live, ha parlato non senza ironia della fase in cui era incinta e leggeva pareri e recensioni che distruggevano Homeland, la serie di genere thriller e spionaggio che la vede protagonista nel ruolo di Carrie Mathison, un’agente della CIA affetta da disturbo bipolare. 

L’attrice 39enne non ha nascosto di essere in difficoltà a conciliare lavoro, gravidanza (è incinta del secondogenito, come ha annunciato ad aprile) e ospitate TV. La Danes ha parlato di parecchie “complicazioni”. Un esempio? 

Le calze a compressione. Devo assolutamente indossarle quando volo. E odio queste cose. 

La star newyorchese ha raccontato anche qualche dettaglio del suo ultimo travaglio, che risale a quando aspettava il primogenito Cyrus Michael Christopher Dancy, nato nel dicembre 2012.

Claire Danes ospite al Jimmy Kimmel LiveHDJimmy Kimmel Live
Claire Danes parla della gravidanza

Ed è emerso un particolare curioso.

Quando era quasi al termine della gravidanza e non riusciva a prendere sonno, Claire passava il tempo navigando su Internet e leggendo recensioni di Homeland.

Sai com’è, sono le 3 del mattino o qualcosa del genere e cercavo recensioni, nel senso di chi mi odiasse e quanto.

Proprio così. Claire Danes, mentre era in travaglio, leggeva stroncature di Homeland, girava per i forum e scopriva gli insulti dei fan nei confronti della sua Carrie.

[A un certo punto, n.d.r.] ho pensato: ‘Penso di essere in travaglio e sto pure leggendo queste cose. Non credo potrei essere più masochista di così’.

Eppure questa scelta, apparentemente nonsense – sostiene l’attrice – l’ha aiutata a superare quel momento. Per la serie peggio di così non può andare…

Che ne pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.