Stai leggendo: Yvonne Strahovski parla del suo personaggio Serena Joy in The Handmaid's Tale

Letto: {{progress}}

Yvonne Strahovski parla del suo personaggio Serena Joy in The Handmaid's Tale

L'attrice australiana Yvonne Strahovski ha parlato durante un'intervista del proprio complesso personaggio in The Handmaid's Tale: la moglie autoritaria Serena Joy.

Una scena di The handmaid's Tale con Serena Joy Hulu

2 condivisioni 0 commenti

Il nome dell'antagonista di June/Difred, Serena Joy, è quasi un paradosso rispetto al ruolo drammatico della donna nell'universo crudele di Gilead. Ma, intervistata da Variety, l'attrice australiana Yvonne Strahovski (che interpreta Serena) ha dichiarato che il suo personaggio è più complesso e chiaroscurale di come è apparso finora. 

Alla luce di ciò, abbiamo iniziato a scoprire qualcosa del passato della donna, la moglie di Fred, nei flashback degli ultimi episodi della seconda stagione. Convinta di idee, a loro modo, rivoluzionarie, che volevano riportare il ruolo della donna a com'era un tempo per incentivarne la fertilità, Serena era stata colpita da un proiettile di un'arma da fuoco durante un comizio all'Università. Probabilmente, proprio a causa di quella lesione, l'antagonista di June è sterile e ha riversato sull'ancella tutto il proprio disperato bisogno di maternità.

 Yvonne Strahovski, classe 1982, ha rilasciato qualche dichiarazione sugli sviluppi dall'episodio 2x07 in poi.

Serena Joy in primo pianoHDGetty Images
Serena Joy, attrice di The Handmaid's Tale

Attenzione! Possibili spoiler!

Con l'attentato suicida nell'episodio 2x07, After, Serena riscopre una nuova (o vecchia) parte di sè, più determinata e combattiva. E all'orizzonte si affaccia una possibile (improbabile?) alleanza con la stessa June.

La Strahovski è convinta che il pubblico apprezzerà molto di più Serena, ora che è di fronte a una svolta (e dopo la spiegazione del suo passato).

È sempre strano avere a che fare con la loro storia passata. [dei personaggi di The Handmaid's Tale, n.d.r.]. Penso che la loro relazione [tra Serena e Fred, n.d.r.] all'epoca fosse molto più normale. Penso che ci fosse vero amore tra loro - e passione e rispetto. Penso che Fred avesse riconosciuto in Serena di essere una donna molto capace e incredibile, dedita a qualcosa e in grado di essere una portavoce. [..] Ovviamente questo è incredibilmente diverso ora, ed è in parte il motivo per cui vedi tanta amarezza e sofferenza nel personaggio di Serena. La sua relazione ha subito una battuta d'arresto nella prima stagione, e anche nella seconda.

L'attrice ha cercato di analizzare la figura di Serena, in relazione ai misfatti che oggettivamente compie.

Penso che [in lei, n.d.r.] ci siano un sacco di rimpianti, ma penso anche che non siano in primo piano nella sua testa. Penso che ciò che emerga ora in lei sia il pensiero 'Sto facendo questo per il bene superiore, alla fine tutto andrà per il meglio e noi siamo la generazione che deve resistere perché la prossima generazione non saprà com'era il mondo prima'.

Serena Joy in The Handmaid's TaleFan Forum
Serena Joy autoritaria in The Handmaid's Tale

A suo avviso, potrebbero esserci sviluppi interessanti per il suo personaggio.

Penso che Serena abbia ancora molte speranze e che la speranza sia nel bambino che sta per nascere. Non so cosa succederebbe se perdesse quella speranza. Mi aspetto un cambiamento in lei, ma finché non perderà la speranza in Gilead non credo che riconoscerà tutti i suoi errori.

Voi che ne pensate? Siete ottimisti sugli sviluppi di Serena in The Handmaid's Tale?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE