Stai leggendo: Meditare facendo movimento: i consigli per le donne dinamiche

Letto: {{progress}}

Meditare facendo movimento: i consigli per le donne dinamiche

Per meditare non è obbligatorio stare immobili. Le discipline sportive, soprattutto se praticate all'aria aperta, stimolano la concentrazione e favoriscono l'armonia tra corpo e mente.

Meditare in mezzo alla natura Istock

1 condivisione 0 commenti

Lo stress e il logorio della vita moderna portano sempre più persone a saggiare i benefici della meditazione. Le pratiche meditative permettono di combattere ansia e affanni ritrovando un proprio equilibrio interiore, ma non tutti sono disposti a passare ore e ore immobili esercitando solo la propria capacità di concentrazione.

Niente paura. Studi recenti hanno dimostrato il potere e l'influenza del movimento meditativo sul benessere della persona. Fare movimento in spazi aperti espande la nozione di meditazione mettendo in collegamento mente, corpo e spirito nel mondo reale.

Volete unire meditazione e movimento, ma non sapete da dove cominciare? Ecco una serie di attività economiche, accessibili e basate sul movimento che, al tempo stesso, favoriscono la pratica della meditazione.

Correre senza musica

Donna che corre all'aria apertaHDistock
Correre all'aria aperta favorisce la concentrazione

La corsa è il modo più semplice per mettere il corpo in un flusso costante di respiro ed è un'efficace forma di meditazione se praticata senza distrazioni come la musica.

I runner agonisti sono costretti a fare a meno di musica e iPod, proibiti in tutte le competizioni ufficiali, perciò chi corre si abitua a liberare la mente e ad ascoltare il proprio corpo. 

Da principio non è facile, visto che la musica ci distrae, ci aiuta a passare il tempo più velocemente e dà ritmo alla corsa, ma dopo aver eliminato le cuffiette diventa naturale non focalizzarsi sulla distanza e sul tempo, ma liberare il pensiero concentrandosi sul proprio passo, sul movimento, sul respiro e dando vita a una vera e propria pratica meditativa. 

Sfruttate le gite in bicicletta

Donna che va in biciclettaHDistock
Andare in bicicletta favorisce la concentrazione sul respiro

Trovare calma e pace se si vive nel centro di una metropoli non è certo una passeggiata. L'inquinamento, il rumore, il traffico e l'affollamento rischiano di mettere in crisi i tentativi di godere dei benefici dell'aria aperta.

L'unico modo per sfuggire al caos è inforcare una bicicletta e pedalare al parco o in campagna. La bici favorisce la meditazione in movimento perfino più della corsa, si può praticare in compagnia o da soli, ma la regolarità del movimento è un toccasana per chi vuole liberare la mente e godersi il paesaggio in totale relax.

I rumori passano in secondo piano, l'udito si concentra sulla regolarità del respiro che entra ed esce dai polmoni, mentre la mente si placa. Il solo atto di pedalare, possibilmente in strade libere dal traffico così da non essere costretti a stare concentrati per evitare un incidente, è un'ottima forma di meditazione.

Iscrivetevi a un corso di danza

Donne a lezione di danzaHDShutterstock
Il ballo ci insegna a vivere il ritmo

Il ritmo, per definizione, è equilibrio e ripetizione di un atto. Costringere il proprio corpo a seguire un ritmo preciso porta ad aumentare la frequenza del respiro e a focalizzare la mente.

Se non amate il fitness, la danza può essere una buona alternativa per fare movimento divertendosi. Che si tratti di danza classica, moderna o hip hop, ripetere le coreografie aiuta a concentrarsi sul momento presente. Trovate la vostra comunità e il ritmo verrà da sé.

Provate il nuoto o il surf

A tutto surfHDistock
Nuoto e surf sono sport meditativi per eccellenza

Nuoto e surf vanno di pari passo. Il nuoto costringe al corpo a trovare la sintonia perfetta tra respiro e movimento. La ripetizione del movimento in un contesto isolato e ovattato come l'acqua, sulla lunga distanza, vi costringe a uno stato meditativo. La consapevolezza del movimento combinata con il respiro, lo sforzo e la ripetizione dei gesti vi aiuterà lentamente a calarvi in una condizione meditativa.

Anche il surf è un'attività notevole per raggiungere uno stato meditativo perché vi spinge a focalizzarvi sull'ambiente circostante, in particolare sulle onde. Non c'è modo di governare l'oceano, ma potete concentrare i vostri sforzi per governare il vostro corpo e controllare i vostri movimenti arrivando a comprendere e prevedere l'arrivo delle onde.

Non esiste scorciatoia. L'importante è mantenere la concentrazione fino a raggiungere la simbiosi con il mare e la natura circostante. Un'esperienza che è un toccasana per mente e corpo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO