Stai leggendo: Signore degli anelli: la prima stagione parlerà di Aragorn

Letto: {{progress}}

Signore degli anelli: la prima stagione parlerà di Aragorn

La costosissima serie TV basata sugli scritti di Tolkien avrà cinque stagione, e pare che nella prima venga esplorato il passato di Aragorn.

Viggo Mortense in una locandina de Il signore degli anelli New Line

45 condivisioni 0 commenti

Il personaggio di Aragorn è uno dei più amati dell’universo narrativo creato da J.R.R. Tolkien: lo conosciamo col volto di Viggo Mortensen nella trilogia cinematografica di Peter Jackson, ma presto potremmo abituarci ad immaginarlo con altre fattezze. Infatti, è in corso di sviluppo una serie TV che riporterà il mondo de Il signore degli anelli tra di noi, che pare abbia intenzione di costruire la prima stagione attorno proprio al riluttante re.

Secondo quanto riportato finora dai media, infatti, la produzione di Amazon Studios ha progettato ben cinque stagioni ed un budget che potrebbe arrivare al miliardo di dollari (cifra da record, e ben più alta di quella spesa per i tre film di Jackson), e una fonte generalmente affidabile su tutto ciò che riguarda Tolkien, ovvero il portale The One Ring, ha condiviso un tweet in cui scrive:

Abbiamo le conferme da molte fonti diverse che la nuova serie di Amazon da un miliardo di dollari inizierà con una prima stagione incentrata su un giovane Aragorn.

In particolare, la sceneggiatura attingerebbe dalle informazioni contenute non solo nei tre tomi de Il signore degli anelli, ma anche dalle Appendici. Il personaggio di Aragorn, in effetti, ha una lunga storia alle spalle quando incontra Frodo ed i suoi compagni per la prima volta: di origini umili, scappò con la madre da piccolo perché non conoscesse la verità su se stesso, ed ha vissuto lontano dal mondo; a Gran Burrone prima, sotto la protezione di Elrond, dove ha conosciuto l’amore della sua vita Arwen, e poi da solo diventando il Ramingo conosciuto come Grampasso che sfugge al suo destino di re perchè spaventato dallo stesso sangue che scorre nelle sue vene, simbolo del suo legame dinastico all’uomo che tanto tempo prima permise all’Unico Anello di sopravvivere, con conseguenze che ormai conosciamo bene.

Insomma, il materiale c’è ed è molto, pare che anche il budget (le stime non sono ancora ufficiali) sia più che sufficiente per mettere in scena un adattamento degno dei romanzi. Non resta che scoprire chi sarà scelto nel ruolo di Aragorn, e chiunque sarà, dovrà vedersela con un predecessore difficile da dimenticare.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.