Stai leggendo: Lady Diana: ecco perché la Principessa non ha più indossato Chanel dopo il divorzio

Letto: {{progress}}

Lady Diana: ecco perché la Principessa non ha più indossato Chanel dopo il divorzio

Jayson Brundson, una delle stylist di Lady Diana, ha rivelato il triste motivo per il quale la Principessa dopo il suo divorzio da Carlo non ha più voluto indossare capi o accessori della maison Chanel.

Lady Diana e il Principe Carlo Getty Images

8 condivisioni 0 commenti

Lady Diana, tra le altre cose, è stata anche un’icona di stile tanto che quasi ogni look sfoggiato pubblicamente dalla Principessa è diventato un pezzo di storia della moda.

Nel 1996, in particolare, Diana si recò a fare visita a un ospedale in Australia e in quell’occasione indossò un outfit consigliatole dalla stylist Jayson Brundson che comprendeva un completo color verde pastello di Versace e un paio di décollete color crema di Gucci che, inizialmente, avrebbero dovuto essere di Chanel.

Lady DianaHDMarie Claire

Fu proprio la Brundson, come lei stessa ha rivelato ad Harper’s Bazaar, a trovare un paio di scarpe della maison Chanel perfette per l’occasione che però la Principessa si rifiutò di mettere. “Diana mi disse: ‘no’” ha raccontato la stylist:

Non posso indossare qualcosa collegato alla doppia C di Camilla e Carlo.

D’altronde il 1996 è stato proprio l’anno in cui Diana divorziò ufficialmente da Carlo, anche se l’annuncio della separazione risale al dicembre del 1992, e non c’è da stupirsi quindi che la Spencer fosse ancora provata dall’accaduto.

Lady DianaHDInStyle

Inoltre la doppia C di Chanel di sicuro non sarebbe passata inosservata in quanto i media sono stati sempre molto attenti ai look di Diana dando in molti casi agli outfit significati reconditi. Come accaduto nel caso del famoso vestito nero ultra aderente e scollato con tanto di coda di chiffon della designer greca Christina Stambolian che la Principessa indossò al party della Serpentine Gallery il 29 giugno del 1994, lo stesso giorni in cui l’ex marito Carlo confessò il suo adulterio in un’intervista televisiva con Jonathan Dimbleby, soprannominato per la sua eccentricità “revenge dress”, l’abito della vendetta

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.