Stai leggendo: Infinity War: cosa è successo ai personaggi non apparsi nel film

Letto: {{progress}}

Infinity War: cosa è successo ai personaggi non apparsi nel film

Spoiler a profusione! I fratelli Russo continuano a spezzarci il cuore con la conferma di quali personaggi minori, non apparsi in Avengers: Infinity War, sono stati travolti dalle conseguenze dello scontro con Thanos.

Josh Brolin è Thanos in Avengers: Infinity War Marvel

8 condivisioni 0 commenti

Mentre Avengers: Infinity War continua la sua corsa verso la vetta del box office mondiale (è già il quinto film col maggior incasso di sempre), i registi Anthony e Joseph Russo hanno risposto ad alcune domande che spezzeranno il cuore già provato degli spettatori usciti dalle sale di tutto il mondo. Ciò che segue è un cimitero di spoiler.

In un’intervista rilasciata ad Huffington Post i fratelli Russo hanno infatti confermato la sorte di tanti personaggi minori che non sono apparsi nell’ultimo film, rivelandoci chi potremmo rivedere e chi invece è stato spazzato via dallo schiocco di dita di Thanos. I registi avevano già raccontato come la decisione di uccidere personaggi quali Black Panther, Doctor Strange o Spider-Man fosse stata davvero difficile, ma necessaria. “Sapevamo che era una scelta rischiosa, ma sentivamo che era anche quella giusta da prendere perché è quella la direzione che volevamo seguire, quello che volevamo vedere, perché ci sembrava la cosa più sorprendente e stimolante”. A scapito dei nostri poveri cuori, s’intende.

A volte i cattivi vincono.

L’epilogo di Infinity War in effetti è un nuovo inizio, e con metà dell’universo spazzata via da Thanos, ci si è chiesti che fine hanno fatto personaggi come quello di Lupita Nyong’o in Black Panther o di Thessa Thompson in Thor: Ragnarok. Ecco allora chi è morto, chi è vivo e quelli la cui sorte è incerta.

Polverizzati da Thanos

La donna amata da Bruce Banner nel film L’incredibile Hulk del 2008 (quello con Edward Norton), ovvero Betsy Ross (Liv Tyler), figlia del villain generale Thaddeus "Thunderbolt" Ross (William Hurt) è morta. Nessuna chance di rivederla in Avengers 4. Andati anche Matt Damon, il finto Loki di Thor: Ragnarok, e la guerriera vista più volte a fianco di Thor, Lady Sif (Jaime Alexander), che già non era riuscita ad apparire nel film di Taika Waititi perché impegnata sul set della serie Blindspot.

Vivi e prevedibilmente arrabbiati

Zia May è ancora tra noi, ma suo nipote non lo è. Il personaggio interpretato da Marisa Tomei aveva scoperto che Peter Parker era Spider-Man alla fine di Spider-Man:Homecoming, e dato che anche Tony Stark è ancora tra di noi, possiamo immaginare cosa succederà tra i due, quando Iron Man riuscirà ad andarsene da Titano. Altro che Thanos.

Possiamo tirare un sospiro di sollievo anche per Nakia, la guerriera wakandiana interpretata da Lupita Nyong’o, la cui assenza dalla battaglia finale di Infinity War è dovuta al fatto che è in missione (“proprio molto sotto copertura”), speriamo di rivederla nel prossimo Avengers, sarà furiosa per quello che è successo all’uomo che ama.

Altra bad-ass che Thanos dovrebbe temere è Valkyrie (Thessa Thompson), l’asgardiana che si era rifugiata su Sakaar ed era tornata a casa con Thor per combattere la sua antica nemesi, Hela (Cate Blanchett): pare che anche lei sia riuscita a sopravvivere alla purga di Thanos. I fratelli Russo hanno infatti spiegato in un Q&A presso una scuola dell’Iowa che quando il villain color lavanda ha ucciso metà della popolazione di Asgard in fuga sulla nave su cui hanno perso la vita Loki e Heimdall (dolore inenarrabile), la guerriera era tra i sopravvissuti. Sorvoleremo sul fatto che sembra assurdo che non abbia subito seguito Thor nella sua missione di guerra: un buco di sceneggiatura del genere è un compromesso che accettiamo di buon grado se Valkyrie riapparirà in Avengers 4 col coltello (ok, spada) tra i denti.

Tessa Thompson is Valkyrie. Get your tickets to #ThorRagnarok now [link in bio]

A post shared by Marvel Studios (@marvelstudios) on

Nel limbo

Nel corso di dieci anni e 18 film è possibile perdere di vista qualche personaggio, ma alcuni di loro sono nomi importanti al cui fato non è mai stato fatto cenno se non in maniera sbrigativa, come nel caso di Jane Foster (Natalie Portman), l’amore di Thor che in Ragnarok abbiamo scoperto aveva lasciato il dio del tuono. L’attrice aveva dichiarato in passato di non voler più riprendere il ruolo, ma ha poi cambiato idea. Nei fumetti è lei che indossa il mantello di Thor quando lui diventa indegno di brandire il Mjolnir, ma è anche vero che ormai non c’è più un martello da brandire. Anthony Russo non ha voluto sbilanciarsi con una dichiarazione, potrebbe essere uno spoiler. Noi ci auguriamo che, nel caso di un eventuale ritorno di Jane, appaia di nuovo anche Darcy (Kat Dennings).

We just called to say Happy Birthday to our very own Jane Foster, Natalie Portman!

A post shared by Thor (@thormovie) on

Ricordate Korg, il divertente gladiatore galattico interpretato dallo stesso Taika Waititi nel suo Ragnarok? E la sua spalla Miek? I nuovi amici di Thor sono nel limbo, ed i Russo Brothers non dicono nulla su di loro. Kevin Feige, il presidente di Marvel Studio, aveva detto che però li avremmo rivisti. Magari sono con Valkyrie. Infine, la nuova principessa Disney Shuri (Letitia Wright), la sorellina geniale del re di Wakanda T’Challa (Chadwick Boseman): l’ultima volta che l’abbiamo vista stava difendendosi dai soldati alieni dell’Ordine Nero di Thanos nel laboratorio in cui tentava di estrarre la Gemma della Mente dalla testa di Visione. I fratelli Russo hanno detto che parlare della sorte della giovane in qualsiasi modo è spoiler di massimo livello, ma dato che nei fumetti è lei che diventa Black Panther, magari è questo che vedremo in futuro.

Shuri’s Ready as Always! April 27th!!! @avengers #infinitywar

A post shared by letitiawright (@letitiawright) on

Insomma, nonostante le conferme e le incertezze, il bilancio dei morti rimane un macigno sul cuore, ma se poi pensiamo ai possibili ritorni, inclusi quelli di Ant-Man ed Hawkeye (erano rimasti fuori dai giochi, ma sono vivi), e che Captain Marvel sta per fare il suo ingresso nel franchise, anche Avengers 4 si profila come un capitolo rivoluzionario nella MCU: pare proprio che il gruppo di vendicatori che si prenderà la rivincita su Thanos abbia una grande compagine femminile al suo interno.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.