Stai leggendo: Spagna: le cinque mete della costa est da non perdere assolutamente

Letto: {{progress}}

Spagna: le cinque mete della costa est da non perdere assolutamente

La costa orientale della Spagna pullula di interessanti mete turistiche. Scopriamo insieme quali sono le città da non perdere assolutamente, al di là delle più note Barcellona e Valencia.

2 condivisioni 0 commenti

Quando si sta organizzando un viaggio in Spagna, spesso si pensa solo a Barcellona, senza considerare che esistono anche altre affascinanti località della costa orientale che vale la pena visitare.

Il Capoluogo della Catalogna attira ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo, curiosi di ammirare dal vivo bellezze artistiche ed architettoniche come la Sagrada Familia o la celebre Casa Batllò di Gaudì.

Quello che pochi sanno è che cittadine più piccole, come Tarragona Figueres, nascondono attrazioni turistiche altrettanto affascinanti, seppur meno conosciute.

Se allora siete curiosi di muovervi alla scoperta della costa orientale della Spagna, ecco cinque mete da non perdere assolutamente:

La Sagrada Familia a BarcellonaHD

Spagna, la Costa Est: Barcellona

Frenetica ed incredibilmente affascinante, Barcellona non poteva certo mancare nella top ten delle mete turistiche da non perdere durante un viaggio in Spagna. Perfetto connubio tra cultura e divertimento, questa città della Catalogna offre ai turisti non soltanto le più belle opere architettoniche del Paese, ma anche splendide spiagge dove godersi in totale relax le acque cristalline della costa orientale. Ma Barcellona è nota soprattutto per la sua movimentata vita cittadina, sia diurna sia notturna. Dopo esservi lasciati alle spalle la Sagrada Familia ed il Museo Picasso, godetevi l'anima festaiola della città perdendovi tra i vicoli dei quartieri El Born e Gracia, dove troverete piccoli locali dove degustare le tapas locali, magari accompagnate da un buon bicchiere di birra, da un Mojito o addirittura da un Gin Tonic.

Veduta di ValenciaHD

Spagna, la Costa Est: Valencia

Terza città più grande della Spagna, Valencia ha vissuto per moltissimi anni all'ombra di Barcellona e Madrid, che l'hanno letteralmente oscurata quanto a meta turistica. Solo dopo aver ospitato la Coppa America, la città ha infatti cominciato ad avere le attenzioni che davvero meritava, grazie anche ad una serie di interventi architettonici che ne hanno stravolto il profilo urbano: alla fine del secolo scorso, gli architetti Calatrava, Foster e Chipperfield hanno costruito meravigliosi edifici moderni, che hanno dato uno sprint notevole al flusso di turisti verso la città. Allo stato attuale, Valencia si presenta come un perfetto mix tra passato e moderno, ben evidente nelle attrazioni turistiche locali.

Città delle Arti e delle Scienze a ValenciaHD

Assolutamente da non perdere è infatti l'affascinante Cattedrale del XIII secolo, dove pare sia custodito il celebre Santo Graal, così come pure il bel quartiere Barrio del Carmen, che pullula di ristoranti e locali perfetti per i più giovani. Ma, una volta a Valencia, è praticamente d'obbligo una visita alle architetture futuristiche della Città delle Arti e delle Scienzetutte ad opera dell'architetto valenciano Santiago Calatrava. Gli appassionati di arte non mancheranno certo una visita al Museo delle Arti, dove sono esposti alcuni dipinti di celebri pittori spagnoli quali Goya, Velazques ed El Greco. Ma Valencia è celebre soprattutto per essere la patria della paella, il tipico piatto spagnolo che viene qui cucinato con pollo o coniglio, e servito all'occorrenza nella sua versione "di mare". Prima di lasciare la cittadina, regalatevi qualche ora libera per andare in uno dei tanti ristoranti del Barrio del Carmen e godetevi il vero sapore della celebre paella valenciana!

Museo Salvador Dalì a FigueresHD

Spagna, la Costa Est: Figueres

Città natale del celeberrimo pittore Salvador Dalì, Figueres è un concentrato di arte, cultura e divertimento ben apprezzato dai turisti di tutte le età. A pochi chilometri di distanza dalla Costa Brava, avete così l'occasione di visitare una cittadina dall'anima tipicamente mediterranea, costellata di monumenti ed edifici architettonici che ne raccontano alla perfezione la storia: l'antica cinta muraria, la bella Piazza del Municipio e il Castello di Sant Ferran, una fortezza Settecentesca tra le più imponenti d'Europa. Ma ad attirare i turisti è soprattutto il Museo Salvador Dalì, ospitato all'interno di un edificio progettato dallo stesso artista in perfetto stile surrealista, dove potete ripercorrere l'intera carriera del pittore attraverso l'esposizione delle sue opere in ordine cronologico.

Veduta di CuencaHDPlanetware

Spagna, la Costa Est: Cuenca

Seppur situata a circa due ore di auto dal mare, Cuenca merita comunque di essere inserita nella top five delle mete della costa orientale da non perdere. Questa affascinante cittadina, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, rappresenta infatti un vero e proprio unicum di questa zona della Spagna perchè conserva praticamente intatto il suo aspetto di antica fortezza medievale, con tanto di torri, chiese, conventi, passaggi nascosti e palazzi nobiliari. Al di là degli edifici di interesse storico, quali il Convento di San Pablo o la Chiesa di San Miguel, Cuenca è nota soprattutto per le sue belle "Case sospese", ossia edifici di origine gotica popolare costruiti direttamente su di una parete rocciosa sovrastante un'ansa del fiume Huécar: al momento se ne conservano soltanto tre, una delle quali ospita il Museo di Arte Astratta Spagnola, che vale la pena visitare per scoprire come sono state davvero costruite queste case sospese sulla roccia. 

Veduta notturna di BenidormHDEasyjet

Spagna, la Costa Est: Benidorm

Forse la meta meno culturale tra tutte, Benidorm attira i turisti per la sua movimentata vita diurna e notturna. Questa moderna cittadina della costa, conosciuta anche come la "New York del Mediterraneo", non solo pullula di locali e discoteche frequentati in tutti i mesi dell'anno, ma offre anche la possibilità di rilassarsi sulle belle spiagge dorate che circondano la cittadina. Ad affascinarvi sarà però l'aspetto incredibilmente contemporaneo della cittadina, tutta fatta di grattacieli ed architetture quasi futuristiche. Nonostante questo, Benidorm conserva ancora qualche luogo di interesse storico e culturale, quali il Tolossal de la Cala e la Chiesa di San Jaime e Sant'Anna, un affascinante edificio posto nella zona più alta del borgo antico.

Arrivati a questo punto, non vi resta altro che costruire un itinerario perfetto per muovervi alla scoperta della costa orientale della Spagna, una meta che assicura il divertimento per turisti di tutte le età e le esigenze.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.