Stai leggendo: Papesse, angeli e creature maligne al MET Gala 2018: i migliori look

Letto: {{progress}}

Papesse, angeli e creature maligne al MET Gala 2018: i migliori look

Paraventi sacri, pietre, diamanti e outfit stellari hanno dominato il MET Gala 2018 sul tema Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination. Ecco I look più belli.

7 condivisioni 0 commenti

L'arte, il sogno e il grande incubo hanno intercettato le fantasie più pazzesche e oscure nella notte più attesa dal fashion system: quella del MET Gala 2018, che si è svolto al Metropolitan Museum of Art di New York. Spalancata, brulicante e luccicante, la Grande Mela ha aperto le porte al tema più complesso: Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination, che è stato fissato in corrispondenza a una mostra di arte sacra visitabile al MET fino all'8 ottobre.Un concept così controverso, ricco, ispirato e delicato ha spinto la fantasia visionaria dei fashion designer verso vette sartoriali inesplorate. La dialettica tra sacro e profano ha regnato, manifestando tutte le proprie tensioni estetiche e politiche in una girandola di antitesi e contraddizioni. Gli stilisti hanno reinterpretato "l'immaginazione cattolica" sotto il segno di fasti e splendori, terrori e oscurità, bellezza e decadenza. Ed ecco che le star, pronte a farsi catturare dalla centrifuga di Instagram, si sono mostrate avvolte da paraventi sacri, squarciate da spacchi e scollature, rifinite da gemme e pietre preziose, vestite da cattedrali, da cardinali, da momenti cruciali della Controriforma o da particolari di dipinti sacri.

Inevitabilmente, il dilemma del sacro e il primo comandamento infranto (chi sono le vere divinità in epoca contemporanea?) hanno mostrato tutte le discrepanze tra splendori e iconoclastia.

Ma chi ha lasciato il segno dopo questo spettacolare red carpet newyorchese? Ecco i migliori look della serata.

Blake Lively, Rihanna: le più sacre

C'è chi ha interpretato letteralmente il tema e ha scelto di vestirsi come una cattedrale, come una papessa, come un cardinale, come il Vaticano stesso. Tra le più spettacolari è spiccata Blake Lively, che ha individuato nell'oro e nel porpora i colori più adatti a rappresentare la sacralità cattolica e l'arte tramandata nei secoli. A qualcuno è sembrata una principessa barocca, a qualcun altro un cardinale cinquecentesco. In ogni caso, il fisico statuario dell'ex protagonista di Gossip Girl si è prestato a una pioggia di ornamenti, ingioiellamenti e decorazioni da lasciare a bocca aperta. Per comprendere a fondo il look di Blake non basta una lezione di moda ma occorrerebbe un corso intensivo in storia dell'arte. La gigantesca gonna cremisi, decorata finemente di trame dorate, e lo strascico oversize hanno contraltato con un corpetto fine e delicato, che ricordava una sofisticata vetrata antica. Il capolavoro era firmato Atelier Versace e abbinato a gioielli Lorraine Schwartz e scarpe Christian Louboutin. Blake ha scelto un bun e un "copricapo cattolico", una raggiera di quelle che si scorgono nei dipinti rinascimentali.

Nella rosa delle Best Dressed non poteva non finire Rihanna, puntuale protagonista dell'evento. La popstar e stilista si è vestita di argento e diamanti, come una young pope moderna e trendsetter, con tanto di corona papale. La star era vestita Maison Margiela e molti l'hanno indicata come la meglio vestita in assoluto.

Rihanna e Blake Lively, collage al MET Gala 2018HDInstagram @darkrose_587, @badgalriri
Gli splendidi look di Blake Lively e Rihanna

Anche Sarah Jessica Parker ha abbandonato i look da Carrie di Sex and the City, personaggio che vive in lei ben oltre la serie TV, per riaffrontare New York negli inediti panni di un'esosa papessa con un presepe in testa. L'abito Dolce & Gabbana, in mood sacrale e ricoperto da pietre e cuori, era sormontato da un copricapo assolutamente sui generis, la scena della natività com'è riprodotta nei presepi artigianali. Cintura, maniche lunghe, trame da paraventi sacri e decorazione di rose proprio sopra all'orecchio, Sarah Jessica Parker è stata una delle regine della nottata.

Anche Gigi Hadid ha scelto la strada della sacralità reinventata e ridipinta di iconoclastia con un look da vetrata di una chiesa, interrotto da un vistoso spacco. In Versace, rifinita da colori cangianti e filamenti brillanti, ha accecato gli occhi dei presenti con la sua bellezza e ha ricordato con la sua femminilità la parte più luminosa di una cattedrale.

In Dolce & Gabbana come SJP, si è distinta anche Emilia Clarke con un abito oro e nero senza spalline che lasciava spazio per disegni di gigli, stelle e inserti di angeli su sfondo celeste. Pendenti e corona dorata sui capelli platino raccolti in un hairstyle morbido completavano il look insieme a un rossetto e un blush molto accesi, quasi caricaturali. Anche Ariana Grande ha scelto il tema degli angeli, con tanto di velo e iconografia dedicata, in un abito di Vera Wang.

Sacra e copertissima anche Priyanka Chopra, attrice indiana che ha interpretato il tema con un'accezione storica, abbinando una sorta di velo, un cappuccio di pietre preziose, con un lungo abito porpora dal taglio dritto e regolare. In Ralph Lauren, la bellissima star ha incarnato una sorta di Maria Maddalena in un meraviglioso masterpiece di multiculturalismo.

E Greta Gerwig? La regista ha voluto interpretare certe derive letterali del tema cattolico vestendosi con un ingombrante look di The Row, abbinato a gioielli Tiffany & Co. In voluminoso abito bianco e nero, senza neanche un piccolo lembo di pelle scoperta, è apparsa rigida e provocatoria.

Katy Perry, Lana del Rey, Cara Delevingne: le più estrose

Il MET Gala è un'occasione per rompere gli schemi, distruggere le regole e, in questa soglia liminale, ricreare qualcosa di geniale che, forse, è destinato da diventare dalla nicchia di oggi il mainstream di domani. Ci sono star che ogni anno puntano a colpire e distinguersi e tra queste c'è Katy Perry, che questa volta ha scelto di interpretare l'arcangelo Gabriele con un outfit di Versace a metà tra un Ferrero Rocher e un affresco rinascimentale. Pixie cut platinato, minidress lucido, goloso e dorato, stivaloni dello stesso colore over-the-knee e maxi-ali soffici come panna montata.

Katy Perry angelo al MET Gala 2018HDGetty Images
Il vistoso outfit di Katy Perry

Cara Delevingne invece ha deciso di entrare in una rete di lusso, effetto vedo-non vedo, di Dior. Il lungo abito nero, un'alternanza di trasparenze e strisce opache, è stato abbinato a una singolare veletta che sormontava la corta chioma dell'attrice e scendeva con filamenti paralleli direttamente sul viso, proprio come una donna pia che, nei tempi andati, entrava in chiesa coprendosi il volto. Ma Cara non rinuncia mai a scioccare e provocare: insieme a questi revival di un cattolicesimo espresso in colori scuri e composti, ha proposto capelli ossigenati con le punte di un color ametista che non poteva passare inosservato, mentre le mani erano guarnite da luccicanti gioielli.

كارا بتصميم ديور ؟ 🖤 #dior #caradelevingne

A post shared by ميا.⚡️🇸🇦 (@miaxcapricorn) on

Tra le più particolari è spiccata Lana del Rey, insieme ad Alessandro Michele e Jared Leto. Il trio ha interpretato l'arte sacra sotto il segno di Gucci, con un abito che ricordava le vesti papali bianche e dorate, una trafittura di spade appuntata sul petto e la sua amata aureola circondata da piume blu e stelle. Non c'è confine alla visionarietà di Gucci, che ha abbinato l'estrosa proposta di Lana a look complementari portati dallo stesso direttore creativo della maison, Alessandro Michele, e dell'attore Jared Leto.

Non dimentichiamo neanche Kate Bosworth, che ha deciso di interpretare il tema in versione sposa (o Cresima o Prima Comunione, a seconda dei punti di vista), un po' come Selena Gomez che ha scelto un bianco velato Coach.

Madonna, Bella Hadid, Lily Collins: le più black

C'è chi ha accantonato gli ori e i fasti dell'arte sacra cattolica nel corso dei secoli e ha preferito optare per una soluzione total black, abbracciando il lato più oscuro del tema. È il caso di Bella Hadid, vestita Chrome Hearts, che ha scelto di identificarsi in un'entità maligna, come una sorta di Malefica anticattolica con corpetto lucido, guanti da Crudelia, mantello, strascico velato, coroncina, croce d'oro appesa al collo. Il diavolo ha smesso di vestire Prada ma non risulta meno affascinante. 

Madonna, tra le celebrity più attese, ha optato per un look sul nero (che a qualcuno ha ricordato il video di Frozen) con veletta e abito Jean Paul Gaultier. La star, con due trecce biondo Nirvana, si è esibita a sorpresa sulle note di Like a Prayer e Hallelujah.

#Love this #look and #loved #Madonna’s #performance!!! #MetGala #2018

A post shared by Matthew Derek Bergen (@matthewderekbergen) on

Anche Lily Collins ha scelto un nero goth Givenchy per presenziare al MET Gala. Veli di tulle e squarci di pelle contrastavano con il make-up dot eyeliner e la raggiera sottile e metallica che le sovrastava l'hairstyle stretto e raccolto. La pelle bianca e la carnagione d'alabastro della Collins hanno ricordato una martire perseguitata e rivestita di grazia e bellezza fashion.

Kim Kardashian, Irina Shayk, Jasmine Sanders: le più dorate

L'oro è un elemento ricorrente nell'arte sacra cattolica e molte dive hanno voluto reinterpretarlo sul tappeto rosso del MET. Tra queste ci sono state Kim Kardashian, più sobria di quanto ci si aspettasse, con un long dress golden Versace, lucido e finemente pailettato. Anche Irina Shayk ha scelto l'oro, ma con spacchi e piume, mentre Jasmine Sanders, scollata e con rose incastonate nell'acconciatura, sembrava un Ferrero Rocher floreale. Rosie Huntington Whiteley invece ha abbinato al suo abito dal taglio regular e della texture sfavillante una sobria e lineare aureola.

Amal Clooney e Kendall Jenner in pantaloni

C'è anche chi ha scelto la via fuori dagli schemi e ha optato per un paio di pantaloni, come Amal Clooney, che ha optato per pantaloni blu innestati su un abito Richard Quinn con corpetto e strascico d'argento sormontato da rose sparse, mentre Kendall Jenner, che non è stata particolarmente osannata, si è fermata su un completo giacca e pantaloni in total white.

Che ne pensate? Noi abbiamo eletto due Best Dressed con un ex aequo: Blake Lively e Rihanna. Per voi chi era la meglio vestita?

Votate!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.