Stai leggendo: Ultrabook: la classifica dei computer portatili più leggeri e potenti

Letto: {{progress}}

Ultrabook: la classifica dei computer portatili più leggeri e potenti

Gli Ultrabook sono i portatili supersottili ed ultraleggeri che ormai spopolano sul mercato: ecco quali sono le loro caratteristiche ed i modelli migliori per ogni esigenza.

Apple MacBookPro e Lenovo Yoga Apple, Lenovo

10 condivisioni 0 commenti

Col passare del tempo i computer portatili si fanno sempre più sottili, leggeri (e per una donna lavoratrice attivae in movimento questo è un fattore fondamentale) e potenti: siamo nell’epoca degli Ultrabook, e le varie marche più famose si contendono il primo posto per il laptop più veloce, maneggevole e dal design migliore. Si tratta di computer portatili il cui spessore ormai si aggira sui due centimetri, pensati per portare con sé il proprio lavoro nel modo più comodo possibile: questo significa anche batterie dalla vita molto lunga e la mancanza di messaggi sullo schermo che ci informano che “il computer non risponde”.

La denominazione Ultrabook è stata creata da Intel per la categoria di prodotti che competono direttamente con i MacBook Air di Apple: montano tutti Windows 10 e vengono realizzati da tanti produttori diversi, ma nella lista che vi proponiamo inseriremo diverse opzioni che includono anche un modello della compagnia di Cupertino. Prima, però, qualche informazione in più sugli Ultrabook.

La fascia di prezzo

Ovviamente, la combinazione dei fattori leggerezza e potenza non può tradursi in prezzi davvero economici: un laptop normale discreto si trova anche a 300 euro, ma gli Ultrabook partono da almeno 500. Quanto più sale il prezzo, tanto più sarà leggero il computer, con display a risoluzione maggiore ed una struttura più resistente, ma in quanto a potenza le differenze non sono davvero abissali. Nella fascia più bassa di prezzo (cioè qualcosa che stia intorno ai 500 euro o poco meno), si ha anche meno spazio di archiviazione.

Sono i computer adatti per chi ha bisogno solamente di navigare, scrivere e guardare film o serie TV. Con una spesa tra i 500 ed i 700 euro si può portare a casa un 14 pollici che pesa un chilo e mezzo: i materiali della scocca non saranno tra i migliori, ed il peso, per quanto limitato, non è adatto a chi davvero è sempre in movimento e cerca un prodotto ancora più comodo da trasportare, ma si avrà già un prodotto piuttosto buono.

Se però si vuole dare più importanza alla leggerezza del dispositivo, bisogna mettere in conto una spesa tra i 900 ed i 1100: è la fascia degli Ultrabook da poco più di un chilo con schermi in media sui 13.3 pollici Full HD. Potrebbero avere meno spazio di archiviazione e meno porte, ma sono i computer con la combinazione prezzo/qualità più apprezzati. Più in alto di questa fascia si entra nel regno dei modelli premium, che possono superare i duemila euro: scocche in metallo, peso tra 1 e 1,3 chili (a seconda anche dell’ampiezza dello schermo), molte più opzioni in quanto a connettività, maggiore spazio di archiviazione, risoluzione sempre migliore (alcuni anche 3k o 4k) ed anche la qualità del suono è decisamente più alta. Se il vostro lavoro richiede manipolazione di immagini o altri tipi di produttività di alto livello, è la categoria migliore in cui investire.

Potenza, batteria, grafica

Grazie ai processori sempre più efficienti di Intel, gli Ultrabook sono ormai potenti quanto la maggior parte degli altri notebook, permettendoci di utilizzarli praticamente nello stesso modo. Il solo neo sta nel fatto che i laptop più potenti hanno processori H o HQ (come il Core i7-7920HQ), che però comportano oggetti pesanti e meno portatili. Se quindi si vuole un computer che, ad esempio, permetta anche di giocare con i videogames, è meglio lasciar perdere gli Ultrabook.

Poiché gli ultrabook sono pensati per essere utilizzati in movimento, magari in situazioni in cui una presa di corrente non è a portata di mano, la durata della batteria è fondamentale: bisogna guardare ai modelli che riescono a resistere almeno intorno alle sette ore, meglio se dieci o più.

I sistemi “ultraportatili” si affidano quasi sempre a sistemi di grafica integrati come l’Intel HD Graphics 620, che è in genere più che sufficiente per lo streaming di contenuti ed un occasionale ritocco fotografico, ma se volete qualcosa in più (e magari anche indulgere in videogame) gli esperti consigliano una scheda come la Nvidia GeForce GTX 1070 che consuma più energia e fa riscaldare più facilmente i sistemi in cui è montata (ed infatti è utilizzata più facilmente nei laptop più robusti, non gli Ultrabook, ma ci sono alcune eccezioni, come il computer Razer Blade.

Spazio di archiviazione

Quanto più si è costantemente in giro, tanto più fastidioso sarà ricordarsi di portare con sé hard disk esterni in cui archiviare contenuti. Quanto più spazio per salvare dati volete, tanto più sale il prezzo del prodotto. Nella maggior parte dei casi gli Ultrabook montano i dischi SSD (Solid-State Drive): sono compatti, leggeri, meno inclini a perdere dati perché non hanno parti in movimento al loro interno - perfetti per portare in giro il computer. Possono avere connettori di diverso genere per trasmettere dati al sistema: i più comuni sono SATA e M.2 (quest’ultimo è considerato migliore).

Alcuni usano poi una connessione PCIe (PCI Express) per una trasmissione dati più veloce (e quindi una performance migliore). Quanto alla capienza di questi dischi: la misura buona è 265 GB, e solo i migliori salgono a 512 o addirittura 1TB, ma sono quantità alte e necessarie solo per chi deve avere sempre grandissime quantità di dati a portata di mano.

Oltre ai dischi SSD si trovano modelli che usano alternative meno costose: innanzitutto, le eMMC (embedded MultiMediaCard), unità a stato solido che a volte nella descrizione del prodotto sono chiamate comunque SSD, ma sono in realtà delle Memory Card (come quelle delle fotocamere, per intenderci), quindi meno veloci e meno capienti. Infine potreste trovare modelli che montano ancora Hard Disk, in genere sui 500 GB di spazio: più lenti degli SSD ma con maggior capienza ad un costo minore.

La risoluzione dello schermo

Le opzioni sono tante a seconda dei prezzi: l’offerta standard è HD (1366 x 768 pixel), che va bene per chi deve leggere e scrivere - per darvi un’idea: YouTube è impostato per offrire i suoi contenuti ad una risoluzione inferiore all HD; c’è poi Full HD, chiamato anche 1080p (1920 x 1080 pixel), ideali per multitasking soprattutto con schermi 13 pollici; ed infine UltraHD o 4k (3840 x 2160 pixel) che è la risoluzione dei modelli migliori, ma significa anche più consumo di batteria. Ideale per editing di foto e video. Ancora, alcuni modelli top di gamma hanno schermi QHD o QHD+, che si piazzano sempre a metà tra HD e 4k: meglio dei primi per risoluzione e meglio dei secondi per consumo di batteria.

Funzione touch e modelli ibridi 2 in 1

Sempre più computer portatili hanno lo schermo touch: spesso li usiamo su mezzi in movimento, ed è una funzione che aiuta parecchio, ma non poi così indispensabile. Per quanto riguarda gli ibridi, o convertibili, o 2 in 1, si tratta di quelli che si convertono in tablet (Lenovo Yoga, ad esempio) grazie a dei cardini che permettono di ripiegare lo schermo sulla tastiera, utilizzando solo il primo, o di staccare completamente lo schermodalla tastiera (Surface Book). Il fatto che possano essere ripiegati in quel modo significa anche che li possiamo aprire “a tenda” e poggiarli su una superficie nel modo più comodo per vedere un film o fare una presentazione. Il problema è che gli schermi sono una parte fragile di ogni dispositivo ed esposti così è più facile che si rovinino rispetto ad un laptop normale.

Veniamo quindi agli ultrabook più leggeri e potenti (ed eleganti) in circolazione.

Dell XPS 13 

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13,3 pollici Full HD (1.920 X 1.080) Display InfinityEdge.
  • Archiviazione: HDD, 256 GB PCIe SSD

Il migliore è la versione 9360, ma tutti quelli di questa gamma sono ottimi, seppur costosi. Pesa 1,2 kg, è spesso 0,7 cm nel punto più sottile, monta scheda grafica Intel UHD Graphics 620 ed ha tre porte USB Type-C. Disponibile anche in finitura Alpine White, ce ne sono versioni con schermo QHD+ oppure touchscreen. Lo spazio di archiviazione può arrivare a 1TB (SSD)

Il portatile DellXPS 13Dell

Lenovo Yoga 920

  • Processore: Ottava generazione Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13.9 pollici FHD (1,920 x 1,080) – UHD (3,840 x 2,160)
  • Archiviazione: 256GB – 1TB SSD

Ritenuto da molti il migliore tra gli ibridi, ha come diretto competitore solo Il Surface Book 2 di Microsoft, ma costa molto meno ed ha una finitura in metallo, ha processori all’avanguardia quindi è velocissimo e monta la scheda grafica Intel UHD Graphics 620.

Il portatile convertibile di LenovoLenovo

Lenovo ThinkPad X1 Carbon

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 14 pollici; WQHD (2560 x 1440) oppure FHD (1920 x 1080)
  • Archiviazione: SSD fino a 1 TB (PCIe)

Pesa 1,13 kg ma è molto potente e la batteria dura 15 ore: perfetto per lunghe sessioni di lavoro in cui una presa a muro è utopia. È considerato il modello migliore per business-women e men che devono lavorarci intensamente.

Portatile ultraleggero LenovoLenovo

HP Spectre X360

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13,3 pollici FHD (1,920 x 1,080)
  • Archiviazione: 256GB – 1TB NVMe M.2 SSD

Ha molto successo per il suo design splendido e le incredibili specifiche tecniche. La serie 13 del 2017 in particolare ci ha dato uno dei primi Ultrabook con una CPU quad-core (i core sono le componenti che si occupano fisicamente di processare i dati, quanti più ne ha un computer, tanto più è veloce). Questo però riduce molto la vita della batteria, che resiste per poco meno di 6 ore. È però un convertibile, quindi anche lui si trasforma in tablet, ed il sound è approvato a pieni voti.

Il convertibile HP SpectreHP

Razer Blade Stealth

  • Processore: Intel Core i7
  • Schermo: 12,5 pollici UHD (3,840 x 2,160) o 13,3 pollici QHD+ (3,200 x 1,800)
  • Archiviazione: 256GB – 1TB PCIe SSD

Con la sua scheda grafica: Intel HD Graphics 620 o Intel UHD Graphics 620 ed una RAM da 16 GB, uno schermo ampio e luminoso è la scelta ideale per chi vuole concedersi un po’ di svago con i videogame. I modelli precedenti avevano anche risoluzione 4k, ma anche le specifiche di questo sono ottime. Pesa intorno ad 1,2 kg, fa un po’ di rumore quando sotto sforzo e la batteria dura circa 5 ore.

Il portatile ultraleggero Razer BladeRazer

Asus ZenBook 3

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 12,5 pollici FHD (1,920 x 1,080) oppure 14 pollici Full HD NanoEdgFull HD NanoEdge nVidia GeForce MX 150
  • Archiviazione: 512GB SSD

I diversi modelli possono montare scheda grafica Intel HD Graphics 620 o nVidia GeForce MX 150, ed ha una RAM da 16 GB. È considerato il diretto competitore del MacBook Air, anche per il suo design sottilissimo. È potente ma non ha molte porte, pesa solo 9 etti.

Il portatile di Asus, ZenBook 3Asus

Asus ZenBook UX310

  • Processore: Intel Core i3 – Core i7
  • Schermo: 13, 3 pollici FHD (1920 x 1080) – QHD+ (3200 x 1800)
  • Archiviazione: Hard Disk 500GB – 1TB HDD; oppure SSD 500GB – 1TB

Questo è un eccellente Ultrabook a prezzi più ridotti, soprattutto se ci si accontenta del processore i3. Il design è molto sottile ed accattivante e lo schermo ruota di 178 gradi. Offre porte USB Type C ed una scocca in alluminio. A seconda dei modelli la RAM va da 4 a 16 GB e la scheda grafica è Intel HD Graphics 62 oppure NVidia GeForce GT940MX.

Un portatile leggero di AsusAsus

Microsoft Surface Laptop

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13.5 pollici (2256 x 1504) PixelSense display
  • Archiviazione: 128GB – 512GB SSD

Da non confondere con il Surface Book (di cui diremo subito dopo), questo è un laptop con funzione touchscreen. Ha la tastiera ricoperta di alcantara, cosa che non a tutti piace, ma la scocca è in metallo. L’opzione con processore i7 monta una scheda grafica Intel Iris graphics che è un’ottima combinazione. Una pecca sono le poche porte, dovute all’aspetto molto sottile.

Il portatile di MicrosoftMicrosoft

Microsoft Surface Book 2

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13 o 15 pollici 3000 x 2000 (267 PPI)
  • Archiviazione: SDD 256 GB- 1 TB

È il convertibile che permette di staccare lo schermo dalla tastiera ed usarlo come tablet. Si possono scegliere vari modelli a seconda dell’ampiezza dello schermo (13 o 15 pollici), del processore (i5 o i7), della RAM (8 o 16 GB) e dello spazio di archiviazione (fino a 1 TB). I prezzi dunque variano molto ma rimangono tendenzialmente piuttosto alti (siamo al livello del MacBook Pro). Rispetto al modello precedente ha aggiunto una porta USB-C ma non Thunderbolt. La batteria, nei testi più quotati online, dura tra le 8 o 9 ore quando usato a pieno regime, e la shceda grafica è NVIDIA GeForce.

Il nuovo Surface Book di MicrosoftMicrosoft

Huawei MateBook X

  • Processore: Intel Core i5 – i7
  • Schermo: 13 pollici (2160 x 1440)
  • Archiviazione: 256GB – 512GB SSD

Un altro dei grandi rivali di MacBook Pro è questo modello di Huaweii, con un ottimo design e sistema audio, ma ci sono poche opzioni di connettività. Il produttore cinese vuole emulare il successo nel mercato della telefonia mobile (è il terzo al mondo) anche in quello dei computer portatili sottili ed ultraleggeri (1.05 kg), e le recensioni di questo prodotto sono generalmente più che positive. Una singola carica può durare tutto il giorno se non usati intensivamente, altrimenti la vita della batteria di aggira sulle 6 o 7 ore.

L'ultrabook di HuaweiHuawei

Acer Swift 3

  • Processore_: Intel Core i3- i5-i7
  • Schermo: 14 pollici Full HD
  • Archiviazione: 256GB SSD

È il migliore tra quelli di fascia media, con prezzi a partire da poco più di 700 euro, e nonostante ciò ha la scocca in metallo, che anche se non è buona come quella dei migliori Ultrabook, comunque è una caratteristica importante. Il peso è di 1,5 kg. Tra le varie versioni la migliore è quella con processore i5-7200U, che può essere cambiato con un i7-7500U. Se invece si deve utilizzare il computer in maniera meno “intensa”, allora va benissimo anche il processore i3. La batteria ha una durata media di sette ore e mezza. Un’altra scelta simile per chi volesse contenere i prezzi è l’Acer Swift 1.

Il portatile di Acer Swift 3Acer

Lenovo Ideapad 710S e 720 S

  • Processore: Intel Core i5 e i7
  • Schermo: 13,3 Full HD
  • Archiviazione: 256GB SSD

Con il peso di 1.1kg e la batteria che si aggira sulle 8 ore, il Lenovo 710S si colloca come ottimo acquisto di fascia media. Ha la scocca in metallo che sembra quella dei modelli di maggior pregio, con un ampio display che ha dato buoni feedback in ogni condizione di luce.

Un portatile leggero di LenovoLenovo
  • Processore: Intel Core i5 o i7
  • Schermo: 14 pollici Full HD
  • Archiviazione: 256GB PCIe SSD

Il fratello maggiore del 710 S è il 720 S: intuibilmente, il prezzo qui è più alto. Questo laptop pesa 1,55 kg (quindi tra i più pesanti della categoria) ma ha una batteria che dura sulle 8 o 9 ore ed è uno dei più acquistati dell’anno scorso. Grazie alla scheda grafica nVidia, la qualità video è davvero molto buona. Per una scelta economica sempre tra gli IdeaPad di Lenovo, c’è la serie 320 S

Il portatile di Lenovo modello 720 SLenovo

HP EliteBook x360 G2

  • Processore: Intel Core i5 - i7
  • Schermo: 13, 3 pollici UHD o FHD con touchscreen
  • Archiviazione: 256GB M.2 SATA SSD

A partire da mille euro si può acquistare l’HP EliteBook x360, che pesa 1,29 kg ed ha una batteria che dura intorno alle 8 ore, facendone un convertibile piuttosto appetitoso. Questo laptop, infatti, ha cardini che permettono di ribaltare completamente lo schermo ed appiattirlo contro la tastiera, trasformando il pc in un tablet. Giàla versione con processore i5 ha ottenuto ottimi risultati nei test online: tutto ciò ne fa un’altra scelta da tenere assolutamente in considerazione.

Il portatile HP modello Elitebook x360HP

Apple MacBook Pro 13-Inch (2017)

  • Processore: Intel Core i5 e i7
  • Schermo: 13 pollici IPS (2560×1600)
  • Archiviazione: Hard disk da 128 GB

I MacBook hanno da sempre la fama di essere i migliori portatili sul mercato, e lo conferma il fatto che tutti gli altri dispositivi ancora vengono valutati in base a come escono dal confronto con le macchine di casa Apple. Questo modello in particolare ha un’eccellente durata della batteria (16 ore), il design sottile che affascina tutti, pesa 1,36 kg ma offre solo due porte USB C ed ha un hard drive da 128 GB solamente (spendendo qualcosa in più si può ottenere l’upgrade ad un SSD da 256 GB). Se però siete affezionati al brand, è sempre una scelta affidabile.

Un MacBookPro di AppleApple

Avete scelto il vostro prossimo computer ultraleggero?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.