Stai leggendo: Rachel Weisz si reinventa in due nuovi ruoli: donna gay e poi uomo

Letto: {{progress}}

Rachel Weisz si reinventa in due nuovi ruoli: donna gay e poi uomo

Dopo una carriera costruita perlopiù sul ruolo della donna amata dal protagonista del film di turno, Rachel Weisz sta cercando parti completamente diverse.

Rachel Weisz alla cerimonia dei Bafta

1 condivisione 0 commenti

Rachel Weisz vuole reinventarsi ed esplorare ruoli per lei inediti al cinema: dopo anni in cui ha interpretato frequentemente la compagna del protagonista di turno, ha cercato una parte che fosse lontana da quel paradigma: ecco come ha scelto di lavorare a Disobedience, il nuovo film di Sebastián Lelio (regista del film vincitore dell’Oscar Una donna fantastica), nel quale interpreta una donna ebrea innamorata del personaggio di Rachel McAdams.

Stavo cercando espressamente un film che avesse due donne come protagoniste.

L’attrice ha raccontato a John Horn di The Frame che quando le è capitato il romanzo di Naomi Alderman da cui è tratto il film ha capito che quello era un ruolo con cui voleva cimentarsi. Disobedience racconta la storia d’amore ambientata in un quartiere ebreo ortodosso nei sobborghi di Londra, tra Ronit (Weisz) che è appena tornata da New York a seguito della morte del padre, un rabbino molto amato, ed Esti (McAdams), una vecchia amica. Il rapporto tra loro evolve velocemente in una relazione romantica, ma proibita. 

Già con Agorà di  Alejandro Amenábar Rachel Weisz aveva dato vita con successo al personaggio di una donna volitiva ed anticonformista che non è definita dalla storia con un uomo, ed ora sembra che stia cercando di continuare in quella direzione.

Volevo fare un film in cui le donne fossero al centro di tutto, ed esplorassero davvero se stesse, le loro complessità, i desideri e gli appetiti.

Il film successivo in cui vedremo impegnata l’attrice de La Mummia è invece uno in cui verrà raccontata la vera storia del dottor James Miranda Barry, una donna scozzese che si travestì da uomo per poter frequentare l’università e diventare un chirurgo importante, fino a ricoprire il ruolo di Ufficiale Medico Capo nella colonia britannica di Città del Capo. “Visse tutta la sua vita come dottore ed abilissimo chirurgo. Ci fu uno scandalo tra lei e Lord Somerset, che era Governatore a Città del Capo. Lo chiamavano ‘scandalo della sodomia’ perché tutti credevano che fossero due uomini”.

E lei - lui - vestiva con colori vivaci, un dandy. Era la moda dell’epoca, quando si sfidavano sempre a duello e non stavano mai davvero tranquilli.

Un ritratto del dottor James Miranda BarryHDTumblr
Il dottor James Miranda Barry (Irlanda, 1789-1799 circa – Inghilterra, 25 luglio 1865)

Rachel Weisz ha dunque scelto personaggi che non vogliono stare alle regole imposte dalla società e perciò diventino trasgressivi.

Sono tutti personaggi disobbidienti. E credo che la disubbidienza possa essere una cosa bellissima, salutare ed estremamente necessaria. Lo è di certo nel raccontare storie.

Disobedience non ha ancora una data d’uscita prevista in Italia, mentre il film sul dottor Barry è ancora in fase di sviluppo.

 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.