Stai leggendo: Amy Schumer ha parlato con Oprah della violenza sessuale di cui è stata vittima

Letto: {{progress}}

Amy Schumer ha parlato con Oprah della violenza sessuale di cui è stata vittima

Amy Schumer è stata ospite di Oprah Winfrey con la quale ha parlato della sua esperienza da vittima di un abuso sessuale.

1 condivisione 0 commenti

La 36enne attrice e comica Amy Schumer è stata in settimana tra gli ospiti del talk show di Oprah Winfrey, Super Soul Conversation, durante il quale ha parlato della violenza sessuale di cui è stata vittima. 

Il primo rapporto di Amy, infatti, purtroppo non è stato consenziente ma il suo ragazzo dell’epoca ha abusato di lei mentre dormiva: “sì, sono stata male” ha raccontato la Schumer a Oprah “lui era il mio ragazzo. Lo amavo. Sentivo il dovere di confortarlo ma mi sentivo anche molto arrabbiata con lui e quella rabbia - che all'epoca ho soffocato per lui - è rimasta con me, non credo che passerà, anche se come donne siamo davvero addestrate a non arrabbiarci, perché questo fa sì che la gente ti licenzi immediatamente”.

Amy SchumerHD

Secondo Amy uno dei grandi problemi è che, quando si parla di abusi di genere, si presuppone che il colpevole sia sempre un estraneo e mai un partner, un familiare o qualcuno di cui ci fidiamo: “ogni volta che sentiamo parlare di stupro da piccole, quando ci avvertono di questo pericolo, ci dicono sempre che a farlo potrebbe essere un ragazzo che sbuca fuori da un cespuglio mentre sei nel parco, un cattivo”.

Non dicono che probabilmente a farlo sarà un ragazzo che conosci molto bene, potrebbe essere tuo marito, potrebbe essere un tuo amico.

La triste e difficile esperienza che Amy ha vissuto è diventata negli anni fonte di ispirazione per i suoi spettacoli di step up comedy durante i quali cerca sempre di sottolineare l’importanza del consenso della donna in ambito sessuale:

Nei miei spettacoli dico sempre: ‘se lei dorme, è un no’. Lo faccio perché spero che se anche solo un paio di ragazzi lo vedono, quando si poi si ritrovano in 'quel momento', riescano a capire: ‘questo è un no, l'ho già sentito da qualche parte prima’.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Amy? Pure secondo voi le donne dovrebbero essere educate a stare attente anche agli uomini a loro più vicini?

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.