Stai leggendo: The Handmaid's Tale: 7 cose da sapere sulla seconda stagione

Letto: {{progress}}

The Handmaid's Tale: 7 cose da sapere sulla seconda stagione

The Handmaid’s Tale, serie TV basata su un romanzo di Margaret Atwood, torna con la sua seconda stagione su Hulu. Ambientata in un futuro distopico, la trama si fa più dark, introducendo ulteriori dettagli della vita dei personaggi e nuovi volti nel cast.

Difred e Diglen di The Handmaid’s Tale Hulu

5 condivisioni 0 commenti

The Handmaid’s Tale torna negli USA su Hulu il 25 aprile, con la sua seconda stagione e, dal 26, anche su TIMvision. Nata nel 2017, creata da Bruce Miller e basata sul romanzo del 1985 “Il Raccolto dell’Ancella” di Margaret Atwood, The Handmaid’s Tale è una serie televisiva di genere drammatico, ambientata in un futuro distopico, ma non particolarmente lontano. La trama di The Handmaid’s Tale racconta di un mondo in cui il tasso di fertilità umana è in calo per via di inquinamento e malattie. Dopo una guerra civile, la società è riorganizzata e divisa in nuove classi sociali, in cui le donne non possono lavorare o leggere, ma sono schiavizzate: le donne fertili, vestite di rosso, sono chiamate “ancelle” e vengono stuprate, dai propri padroni, a fini riproduttivi; le “marta”, vestite di verde, sono domestiche; le “mogli”, vestite di azzurro, gestiscono la casa e le cosiddette “zie” sono le donne che hanno il compito di istruire le “ancelle”. Scopriamo cosa ci attende nella nuova stagione di The Handmaid’s Tale.

1 – Ci sarà più oscurità

Alexis Bledel nei panni di DiglenHDHulu

Se possibile, la seconda stagione di The Handmaid's Tale sarà ancora più dark della prima e le cose peggioreranno notevolmente, tra violenze psicologiche e violenze corporali, come affermato recentemente da Elizabeth Moss (Difred).

2 – Conosceremo le Colonie

Diglen, interpretata da Alexis BledelHulu

Tra le novità forse più interessanti di The Handmaid's Tale 2, ci sono le location fuori Gilead: potremo, infatti, dare un’occhiata alle Colonie e a quelle terre in cui il regime esilia gli oppositori politici, oltre a chi ha violato la legge, ai membri di rango inferiore e alle donne sterili. Le Colonie sono invivibili per via dei rifiuti radioattivi e dell’inquinamento; motivo per cui le guardie indossano delle apposite maschere per proteggersi.

Janine (Madeline Brewer) e Diglen (Alexis Bledel) – personaggio adesso fisso nella serie – sono state entrambe esiliate ed è tramite loro che conosceremo la terra desolata e sterile tipica delle Colonie: Janine, con un occhio solo, sarà comunque felice di essere viva. Moira (Samira Wiley), invece, ci mostrerà il Canada, dove vivrà come rifugiata e dove cercherà di capire chi è dopo essere scappata da Gilead.

Nonostante l’ambiente crudele e odioso di alcune Colonie, però, le donne troveranno il modo di sostenersi a vicenda ed è anche questo, in fondo, che la serie vuole mettere in evidenza: l'incredibile forza di tutte le donne.

3 – Si parlerà di maternità

Elizabeth Moss nei panni di DifredHulu

Gli episodi di The Handmaid's Tale 2 affronteranno il tema della maternità, forza trainante della nuova stagione. Difred è incinta e i personaggi che le ruotano attorno, ben presto, lo scopriranno: la donna cercherà di proteggere la propria bambina, Hannah, ma anche il futuro del piccolo non ancora nato e tutte le sue mosse riguarderanno proprio il futuro dei suoi due bambini.

4 – Sarà fatta luce sulla vita di alcuni personaggi

Serena, interpretata da Yvonne StrahovskiHDHulu

Aspettatevi di conoscere di più sul passato e sulla di vita dei personaggi che amate e odiate. Ribelle e furba, Difred conoscerà e approfondirà il rapporto con Serena (Yvonne Strahovski).

Allo stesso tempo, Serena e suo marito, il comandante Fred Waterford (Joseph Fiennes), saranno ancora più uniti come coppia, soprattutto dopo la nascita del figlio di Difred. Come ha dichiarato la stessa Strahovski a Vanity Fair, Serena avrà i suoi momenti di umanità, ma ci saranno ancora tante occasioni per odiarla.

Verremo a conoscenza della posizione di Rita (Amanda Brugel), una delle due "marta" a servizio dei Waterford: se la donna è realmente dalla parte di Gilead o se sta solo cercando di andare avanti.

Per quanto riguarda zia Lydia (Ann Dowd), il brivido che la donna proverà, quando apprenderà della gravidanza di Difred, svanirà velocemente quando capirà di aver perso la propria presa sull’ancella ribelle. Assisteremo anche alla sua ira nei confronti delle ancelle che si sono rifiutate di lapidare Janine.

5 – Saranno introdotti nuovi personaggi

Una scena di The Handmaid's TaleHDHulu

Preparatevi a incontrare nuovi personaggi importanti: Bradley Whitford si unirà al cast nei panni di un comandante di Gilead; Clea DuVall sarà la moglie di Diglen in un flashback, Sylvia; Cherry Jones sarà la madre di Difred - nei libri, la mamma di Difred è nominata molto spesso ma, al momento, nella serie TV, è stata citata soltanto di sfuggita - e anche Marisa Tomei farà la sua comparsa, nei panni di una residente delle colonie.

6 – Nessuno sarà al sicuro

Elizabeth Moss come DifredHDHulu

Un aspetto importante della seconda stagione in uscita di The Handmaid's Tale? Quest’anno, nessuno sarà al sicuro! Il produttore esecutivo Warren Littlefield ha recentemente reso noto che, quest’anno, chiunque potrebbe morire, ma senza fornire ulteriori indicazioni e spiegazioni in merito. Secondo Miller, invece, lo scenario peggiore sarà dedicato ai personaggi in vita.

7 – La seconda stagione sarà più lunga

Immagine promozionale di The Handmaid's TaleHulu

Infine, in attesa dell’ormai imminente uscita di The Handmaid's Tale 2, sappiate che la nuova stagione dovrebbe essere composta da ben 13 episodi, a differenza della prima che ne contava soltanto 10.

Cofanetto Blu-ray di The Handmaid's Tale - Season 1

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.