Stai leggendo: Grey's Anatomy: quattordici anni di Alex Karev

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy: quattordici anni di Alex Karev

Dopo ben quattordici stagioni, Alex Karev si rivela essere uno dei cinque specializzandi più longevi di Grey's Anatomy assieme a Meredith Grey. Ripercorriamo insieme la storia del giovane dottore burbero e romantico al tempo stesso.

7 condivisioni 0 commenti

Sono passati ben tredici anni da quando la prima puntata di Grey's Anatomy andò in onda, dando inizio alle avventure dei giovani specializzandi di chirurgia tra le corsie del Seattle Grace Hospital. Meredith, Cristina, George, Alex ed Izzie cominciano così un lungo percorso insieme, condividendo gioie e dolori professionali e personali, coinvolgendo il pubblico in un turbinio di emozioni che solo Shonda Rhimes è in grado di saper gestire con maestria.

Ma stagione dopo stagione, come è abbastanza caratteristico della sceneggiatrice, gli specializzandi abbandonano la serie tra partenze dolorose e morti drammatiche. Dopo ben tredici anni, di quel gruppo di specializzandi rimangono soltanto Meredith Grey ed Alex Karev, due tra i personaggi più longevi dell'intero medical drama, insieme al dottor Webber, alla dottoressa Bailey e altri ancora. 

E se Meredith si è sempre guadagnata le attenzioni del pubblico, non si può certo dire lo stesso del Dottor Karev, che ha cominciato a farsi conoscere davvero soltanto nelle ultime stagioni di Grey's Anatomy, regalando un ritratto di sè che è quello dell'uomo sensibile nascosto sotto la maschera del belloccio burbero.

La lunga amicizia tra Alex e MeredithHD

Un'infanzia difficile e sofferente

Irascibile e burbero, ma al tempo stesso incredibilmente sensibile e tenero, Alex Karev è uno dei personaggi di Grey's Anatomy che più è difficile interpretare per il pubblico. Impossibile dimenticare come il giovane specializzando si sia fatto conoscere ai telespettatori mostrando immediamente il suo lato più arrogante, affibbiando a George il nomignolo di "007 licenza di uccidere" e deridendo Izzie per aver lavorato come modella di biancheria intima. Un Alex molto lontano da quello che abbiamo avuto modo di vedere nelle stagioni successive alla undicesima, in cui si dimostra invece un amico fedele e fidato, che non trova mai occasione per abbandonare Meredith dopo la morte di Derek. 

Ma a tutto c'è una spiegazione, compreso il brutto comportamento del Dottor Karev nelle prime stagioni del medical drama. Lo specializzando non ha mai nascosto di aver avuto un'infanzia difficile, che ha avuto un peso non indifferente nella formazione del suo carattere, ma soltanto nella quattordicesima stagione la Rhimes decide di dedicare alcuni episodi al passato di Alex, rivelando al pubblico le reali sofferenze che il chirurgo nasconde da molti anni. Figlio di un tossicodipente che cede facilmente alla rabbia e di una madre con problemi di schizofrenia, Karev passa la sua infanzia trasferendosi da una casa famiglia all'altra, assumendo comportamenti violenti che lo portano a passare del tempo in un carcere minorile. Saranno il wrestling, che comincia a praticare per difendere la madre dalle violenze del padre, e la passione per la chirurgia a salvarlo da un'adolescenza sofferente e a dargli delle buone motivazioni per riuscire a rimettere a posto la propria vita. 

Il matrimonio di Alex con Izzie

Alex, Izzie, Jo e il rapporto con le donne

Coppia tra le più amate dal pubblico, Alex ed Izzie ci hanno regalato emozioni che difficilmente dimenticheremo. Dopo qualche tentativo mal riuscito di uscire insieme, i due tornano in sintonia dopo la morte di Denny Duquette, finendo col coronare il sogno di amore di entrambi. Tutti ricordiamo l'affetto dimostrato da Karev nei confronti della Stevens poco dopo che questa scopre di avere un tumore al cervello: il ragazzo le è sempre vicino in ogni momento, una dichiarazione d'amore che rinnova proprio durante il matrimonio, quando promette ad Izzie di prendersi per sempre cura di lei.

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Ed Alex sarà davvero fedele a questa promessa, ma sarà Izzie a decidere di chiudere il matrimonio, per poter scappare altrove alla ricerca di una vita migliore. Una rottura che pesa davvero tanto sul personaggio, che abbiamo avuto l'occasione di vedere nel suo aspetto più docile e sensibile proprio nel rapporto con la moglie. Ma il Dottor Karev è anche un uomo che sa rialzarsi, e lo fa anche sotto il profilo sentimentale: dopo le due relazioni con Lexie e la ginecologa Lucy Fields, il chirurgo pediatrico si innamora della specializzanda Jo Wilson, con cui costruisce un rapporto solido e duraturo.

È la seconda volta che vediamo Alex totalmente rapito da una donna e non è certo un caso che le chieda di sposarlo. Ma il rapporto con la donna è alquanto controverso, e Jo non dà mai una risposta effettiva alla proposta. E se questo rapporto sentimentale rende il dottore più equilibrato e tranquillo, l'idea di non avere una risposta lo riporta indietro ai suoi comportamenti violenti: mentre Jo sta parlando con una matricola in un bar, Alex interpreta male quello che c'è tra i due e lo picchia, guadagnandosi qualche ora di prigione ed una punizione da scontare nell'ambulatorio Denny Duquette. 

La coppia Alex Karev e Jo WilsonHD

Emerge così un profilo piuttosto particolare di Alex Karev, un uomo dall'animo docile e sensibile, che si nasconde dietro una maschera da arrogante. La sua vocazione da chirurgo pediatrico esprime alla perfezione il suo lato più tenero, ma lo stesso fanno i rapporti che intrattiene con le donne del medical drama. E se è vero che Shonda Rhimes non è stata generosa con la sua infanzia, c'è da dire che lo è stata però con la sua vita all'interno della serie, avendogli di permesso di sopravvivere a drammi di qualunque tipo e di essere ancora in vita dopo ben quattordici lunghe stagioni. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.