Stai leggendo: Viola Davis e #MeToo: il toccante discorso sulla violenza sulle donne

Letto: {{progress}}

Viola Davis e #MeToo: il toccante discorso sulla violenza sulle donne

La protagonista de Le regole del delitto perfetto, il Premio Oscar Viola Davis ha fatto un discorso emozionante sul femminismo e le violenze sessuali ai danni delle donne di colore.

2 condivisioni 0 commenti

Attrice dal talento straordinario, Viola Davis è stata la protagonista dell'evento organizzato da Variety, Power of Women, lanciato qualche giorno fa. La protagonista de Le regole del delitto perfetto ha esordito con un discorso emozionante sulla scia di #MeToo, parlando di femminismo, violenze sessuali e come queste influiscono maggiormente sulla vita delle donne di colore. La star si era già scagliata contro lo star system hollywoodiano che tende a preferire attrici caucasiche, le quali vengono pagate di più rispetto alle afro-americane.

Viola si è rivolta a Tarana Burke, fondatrice del movimento, che da quando è esploso lo scandalo Weinstein, ha aiutato molte persone a superare i traumi derivati da abusi e molestie, definendola un'eroina.

Le conseguenze delle violenze sulle donne

Nel suo lunghissimo discorso, l'attrice Premio Oscar ha illustrano gli effetti duraturi - talvolta permanenti - di un'aggressione, che rimangono impressi nella mente e nel fisico della vittima per molto tempo. Le conseguenze sono devastanti: dalla depressione ai disturbi alimentari e ai pensieri suicidi. Spesso, lo stupro viene paragonato alla morte.

Nel momento in cui decidiamo di farla finita, spiega Viola Davis, ammettiamo una sconfitta. E la strada per consegnare il predatore alla giustizia, diventa ancora più lunga e tortuosa.

I numeri delle violenze su donne di colore

Proud to honor this modern day hero...@taranajaneen

A post shared by Viola Davis (@violadavis) on

Una donna di colore ha il 66% di possibilità in più di essere aggredita di nuovo, se è stata violentata prima di aver compiuto 18 anni. Questo è quanto Viola Davis illustra durante l'evento di Los Angeles, notando come ben il 77% delle donne di colore vengano vendute per il sesso. 

Questo fenomeno, se così si può chiamare, esiste da sempre, ma nessuno fa niente. La Annalise Keating de Le regole del delitto perfetto ha continuato spiegando che nessuna di loro va in terapia, perché le verrà tolta la dignità e saranno giudicate per quelle che sono: senza nessun valore.

Viola si è quindi rivolta alla vera eroina, Tarana Burke, diventata la voce di queste vittime. L'attivista afro-americana è stata la prima ad utilizzare l'espressione #MeToo, "anche io", per attirare l'attenzione sugli abusi sessuali nella società moderna. Quando è esploso il caso Weinstein, la sua frase si è trasformata in un hashtag e nel simbolo della rivolta femminista. Da allora, la Burke, attraverso la sua organizzazione, aiuta le donne vittime di abusi a parlare e raccontare la loro storia. Viola l'ha elogiata ricordando il suo intenso attivismo:

"Tarana permette loro di parlare. E nonostante il trauma, il male, e il fatto che a loro è stato tolto qualcosa - un giorno, un momento - tutte possono ancora dare valore alla vita."

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.