Stai leggendo: Alla scoperta della Namibia, meta del viaggio di nozze del Principe Harry e Meghan Markle

Letto: {{progress}}

Alla scoperta della Namibia, meta del viaggio di nozze del Principe Harry e Meghan Markle

Alla scoperta della Namibia, la meta scelta dal Principe Harry e Meghan Markle per la loro luna di miele. Qui tutto quello che c’è sa sapere su questo luogo magico.

deserto rosso namibia

1 condivisione 0 commenti

La Namibia è una delle nazioni più giovani al mondo, ha infatti ottenuto l’indipendenza dal Sudafrica nel 1990. Un paese tranquillo, visitabile senza fare particolari vaccinazioni e senza rinunciare a nessuna comodità, tranquillamente adatto anche per una vacanza con bambini. Anni di stabilità e turismo sudafricano hanno sviluppato in questo paese moderno una rete di lodge e campi tendati in posizioni meravigliose, per offrire esperienze uniche. Non a caso potreste incontrare qui il Principe Harry e Meghan Markle, che hanno scelta la Namibia come meta per il loro viaggio di nozze.

Qui tutto quello che c’è da sapere per una vacanza perfetta in Namibia.

Quando andare in Namibia - Il clima

Alla scoperta della Namibia deserto: viaggi 2018HD
Namibia tour nel deserto

Da Maggio a Ottobre è di certo la stagione più piacevole, ci troviamo infatti nel secco inverno. È meglio evitare il Namib-Nankluft Park e l'Etosha National Park nei periodi di maggiore caldo, ovvero da dicembre a marzo. Importante non dimenticare il periodo delle vacanze scolastiche di Namibia e Sudafrica, fra metà dicembre a metà gennaio, dalla fine di aprile ai primi di giugno, e dalla fine di agosto a metà settembre, in questi periodi le località di villeggiatura sono affollate.

Dove alloggiare

Namibia viaggi 2018 lodgeHD
Mokuti lodge Etosha National Park

Tutto dipende dal tipo di vacanza che si vuol fare, diciamo che comunque tendenzialmente le soluzioni possono essere 3: i lodge, jeep attrezzata, campeggio. I Lodge Sono la scelta di certo più costosa, ma nella maggior parte dei casi sono veramente meravigliosi e collocati in posti surreali, circondati da una natura incontaminata. Nelle città si trovano hotel e B&B con prezzi decisamente più abbordabili. Per chi ama l’avventura ma vuole comunque qualche comodità la scelta giusta è la jeep attrezzata con tenda sopra al tetto. I campeggi sono bellissimi ed hanno costi molto contenuti. Le jeep sono attrezzate con tutto il necessario (stoviglie, sedie, tavolo, frigorifero, sacchi a pelo ecc) quindi si deve pensare ad altro dopo averla affittata. L’ultima soluzione è di certo quella più economica, campeggio con attrezzatura propria.

Che cosa vedere: le città principali

WINDHOEK cityHD
WINDHOEK city Chiesa Luterana

Windhoek: Collocata su un altopiano a un’altitudine di 1650m, assomiglia a una città tedesca. può esser girata anche a piedi, le strade sono ben curate, e la vegetazione che la circonda è decisamente rigogliosa. I principali luoghi d’interesse sono: la chiesa luterana Christuskirche, progettata da Gottlieb Redecker nel XX secolo, caratterizzata da due stili, quello neogotico e liberty, il Reiterdenkmal, un monumento inalzato in onore della Schutztruppe e l’Alte Feste, l’antico fortino tedesco. Oshakati: seconda città più grande e popolata della Namibia, gode di una vivace vita notturna grazie ai molti locali. Sossusvlei: ciò che rende particolare questa città è la piccola pianura con sabbia salina. Molto caratteristiche sono anche le dune di sabbia rossa e rosa che la circondano. Swakopmund: Qui troviamo molti cenni del passato coloniale tedesco, esempi di architettura come la prigione di Altes Gefängnis, progettata da Heinrich Bause nel 1909, il museo sui trasporti e il National Marine Aquarium. Walvis Bay: un’ottima base per svolgere attività all’aperto come gite sulla sabbia, oppure, surf, navigazione, golf, nuoto. Otjiwarongo: qui è conservata la Locomotiva No 41, importata dalla Germania, che venne impiegata nel trasporto dell’oro tra Tsumed e il porto di Swakopmund. Katima Mulilo: perfetta per gli amanti dei safari, qui vivono infatti circa quattrocento specie di animali tra cui molti volatili. Keetmanhoop: capitale della regione di Karas, Keetmanshoop è una città della Namibia meridionale.

Cosa vedere - 5 mete da non perdere

Namibia 5 mete da non perdere: safariHD
Safari Namibia zebre

Deserto del Namib: uno dei deserti più antichi del mondo, con dune color rosso intenso. La duna Sossusviel è quella più nota ma per restare veramente a bocca aperta dovete spingervi fino a Deadvlei, il lago morto con i suoi tronchi aridi e quasi scenografici. Skeleton Coast e Cape Cross: un percorso magnifico che vi porterà vedere delle bellissime otarie. I villaggi Himba: qui troverete un’antica popolazione totalmente dipinta di colore rosso. Epupa Falls: qui è possibile fare un bellissimo bagno nell’acqua fresca, godervi le cascate e e rilassarvi in un contesto naturalistico suggestivo. Parco Nazionale dell’Etosha: il primo parco al mondo a diventare riserva naturale. Oggi è tra le più grandi aree faunistiche del pianeta. Il luogo per eccellenza per fare dei meravigliosi safari.

Cosa mangiare

namibia 2018 viaggi: cosa mangiare, piatti tipiciHD
namibia 2018 piatti tipici potjiekos

Chi ama la carne e chi ama osare qui si troverà in una sorta di paradiso, si possono infatti gustare carni esotiche di ogni tipo: orice, kudu, struzzo, antilope saltante e coccodrillo sotto forma di bistecca, arrosto o stufato. Cacciagione affumicata e paté sono invece le specialità servite per antipasto. Talvolta sui menu si trovano anche piatti a base di facocero, zebra, alcefalo e antilope alcina. Chi predilige il pesce invece potrà degustare il kabeljou (merluzzo), l’abadeco del Sudafrica (kinglip) e le sogliole pescate al largo della costa atlantica. Le ostriche allevate a Swakopmund sono spettacolari come le aragoste della zona di Luderitz. Tra le altre specialità da assaggiare figura il tartufo del Kalahari (nabas), un tubero autoctono dal lieve sapore di noce. Assolutamente da non perdere il boerewors, la “salsiccia del contadino”, preparata con carne di manzo o cacciagione e insaporita con spezie ed erbe aromatiche, e il potjiekos, uno stufato di carne cotto per ore sulla brace in un piccolo tegame di ferro.

Cosa sapere: informazioni utili

Namibia 2018 deserto rosso HD
Deserto rosso Namibia

L’inglese e il tedesco sono le lingue ufficiali. Anche l’afrikaans, che era la lingua ufficiale prima dell’indipendenza è una lingua riconosciuta. Metà della popolazione indigena parla l’oshiwambo. Religione: La fede più professata è quella luterana. Fuso orario: un’ora avanti all’Italia. Distanza dall’Italia: la Namibia è raggiungibile dall’Italia in aereo, ma non esistono voli diretti. La durata del volo da Francoforte a Windhoek è di 9 ore. Moneta: il dollaro namibiano (NAD). Sport: lo sport nazionale della Namibia è il rugby, seguito dal calcio e dal cricket. Documenti: I viaggiatori di nazionalità italiana possono entrare in Namibia senza visto e trattenersi nel paese per 90 giorni. Sarà sufficiente essere in possesso del passaporto con una validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel paese e di un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. 

Curiosità sulla Namibia

Alla scoperta della Namibia viaggi 2018HD
Alla scoperta della Namibia viaggi 2018 jeep

Prima di partire potete leggere La spiaggia infuocata di Wilbur Smith (Tea). Un romanzo d’avventura ambientato in Namibia, nel deserto del Kalahar e potete anche vedere Namib, il deserto che vive. Video della National Geographic Society che mostra come resiste la fauna e la flora nel deserto.  Se decidete di andare in vacanza in Agosto no dovete assolutamente perdere l’Herero Day, uno dei festival più importanti del Paese, che si svolge a Okahandjia, a nord di Windhoek. Le popolazioni herero, che hanno l’usanza di utilizzare anche nella vita quotidiana dei variopinti ed originali costumi, si riuniscono per celebrare gli antenati.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.