Stai leggendo: Torino Jazz Festival: al via una settimana di eventi e concerti in città

Letto: {{progress}}

Torino Jazz Festival: al via una settimana di eventi e concerti in città

Dal 23 al 30 aprile va in scena la sesta edizione del Torino Jazz Festival, manifestazione che coinvolge vari spazi della città con concerti, mostre e incontri. Ecco gli eventi del 2018 da non perdere.

33 condivisioni 1 commento

Si rinnova l’appuntamento torinese con la musica. Dal 23 al 30 aprile è, infatti, in programma, Torino Jazz Festival, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. La rassegna presenta un fitto cartellone di eventi, tra concerti, anteprime, meeting e masterclass che si svolgono in diversi spazi della città, dai circoli jazz ai musei e alle nuove OGR, fino al Conservatorio Giuseppe Verdi e al Piccolo Regio.

Il respiro e l’ambizione all’internazionalità di fanno sempre più evidente ma TJF non dimentica il coinvolgimento dei talenti cittadini. Tanti i nomi torinesi e italiani in calendario, con produzioni originali realizzate proprio il festival, che affiancano le proposte straniere di musicisti provenienti dal Regno Unito, Israele, Stati Uniti, Francia e Austria.

Presentazione Torino Jazz Festival 2018HD© Torino Jazz Festival

“Il jazz vanta a Torino una lunghissima tradizione. – ha dichiarato la sindaca Chiara Appendino – Si tratta di un patrimonio artistico e culturale che ha continuato a vivere in città grazie alla tenacia di piccoli club, alla qualità dei suoi musicisti e al gran numero di appassionati. La sesta edizione del Torino Jazz Festival ne conferma la vocazione e intende essere un tributo a chi ne ha coltivato la passione.”

E la traiettoria sconfina anche dal punto di vista temporale, con i rappresentanti del jazz “classico” statunitense e giovani artisti che hanno contaminato il genere con dosi di rock ed elettronica. A dare il proprio contributo alla rassegna, che per otto giorni monopolizza il capoluogo piemontese, sono circa 250 musicisti tra i quali 110 per i main concert.

TJF viene introdotto dall’Anteprima (21 e 22 aprile) durante la quale la marching band Bandakadabra attraverserà i mercati e il centro storico con i ballerini delle associazioni Lindy Bros e Dusty Jazz. È l’inizio della festa.

Conferenza stampa Torino Jazz FestivalHDTorino Jazz Festival

Torino Jazz Festival 2018: i concerti da non perdere

Veniamo, a questo punto, ai nomi in calendario per orientarci tra i concerti da non perdere. La manifestazione prende ufficialmente il via lunedì 23 aprile con i viennesi Radian che si esibiscono al Museo del Cinema (Mole Antonelliana, ore 20.30).

Nel giorno della Festa della Repubblica, invece, sono in calendario due concerti in Piazza dei Mestieri: alle 17.30 sul palco il chitarrista Christy Doran e alle 21 la violinista jazz Eva Slongo.

Il giorno successivo, giovedì 26 aprile, al Conservatorio Giuseppe Verdi va in scena l’Orchestravagante degli allievi del Centro di formazione musicale di Torino diretta dal maestro Antonino Salerno mentre alle ore 21 le ex Officine Grandi Riparazioni ospitano la prima produzione originale del Torino Jazz Festival 2018.

Eva Slongo TJFHDAnaelle Trumka

Sul palco sono attesi Federico Marchesano Atalante con il clarinettista Louis Sclavis e a seguire Archie Shepp con il suo quartetto e la cantante Marion Rampal in qualità di special guest

L’weekend lungo del TJF si apre venerdì 27 aprile con Ivo Papasov e his wedding band (Piccolo Regio, ore 17.30), Frankie hi-nrg mc Vs Aljazzeera (Ogr, ore 21.00) e Marc Ribot con il gruppo Ceramic Dog.

Il pianista Franco D’Andrea con il suo ottetto suona, invece, sabato 28 aprile alle 17.30 al Conservatorio Giuseppe Verdi in attesa della serata alle Ogr (dalle ore 21.00) con due produzioni originali. Sul palco Alberto Gurrisi, Adam Nussbaum e Seamus Blake, quindi, il concerto The Turin Project Reloaded con Carla Bley & The Torino Jazz Orchestra Feat. Steve Swallow.

Frankie hi-nrg mcHDAlessandro Albert

Domenica 29 aprile, invece, l’attenzione è rivolta agli scandinavi Terje Rypdal al  Conservatorio Giuseppe Verdi (ore 17.30) mentre alle 21 il palco delle Ogr vede protagonisti Fabrizio Bosso e Banda Osiris in una produzione originale per il TJF, seguiti in cartellone dal norvegese Nils-Petter Molvær.

La chiusura del Torino Jazz Festival 2018 si celebra nella giornata Unesco per il jazz, lunedì 30 aprile insieme all’artista belga Melanie De Biasio di scena al Piccolo Regio (ore 17.30). In serata, ci si trasferisce alle Ogr dove, dalle ore 20.30 si succederanno Magic Malik, Riccardo Ruggieri con Gary Bartz e Fred Hersch.

TJF2018: gli altri eventi in città

Oltre ai concerti, TJF 2018 prevede anche una serie di eventi collaterali a completamento di un’offerta che vuole essere “nel segno della diversità”, per usare le parole del direttore artistico Giorgio Li Calzi. Durante gli otto giorni della manifestazione, infatti, è previsto anche un convegno sui temi Piemonte Jazz, Jazz in Italy e International Jazz Links.

TJF sarà laboratorio e officina di progetti e interscambi culturali per la città e per la comunità di cui fa parte, e specialmente rivolto a un pubblico sempre più curioso e attento.

Grazie a Jazz Blitz, inoltre, la musica può risuonare anche in luoghi da cui generalmente è esclusa come residenze diurne, ospedali e case di accoglienza.

Coronano, infine, il progetto 2018 del TJZ alcune mostre cittadine:

  • Chet Baker, L’ultimo Chorus – Le immagini perdute al Jazz Club Torino in piazzale Valdo Fusi dal 25 al 30 aprile e dal 4 al 14 maggio (ore 19.00 – 23.00, ingresso libero)
  • Take Five. Emozioni su un pentagramma alla Biblioteca Civica Centrale in via della Cittadella 5 dal 28 aprile all’11 maggio (negli orari di apertura della biblioteca, ingresso libero)

Il Festival è un progetto della Città di Torino realizzato dalla Fondazione per la Cultura Torino, in collaborazione con Fondazione Crt e Ogr.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.