Stai leggendo: Tiroide di Hashimoto: sintomi e cura della malattia di cui soffre Gigi Hadid

Letto: {{progress}}

Tiroide di Hashimoto: sintomi e cura della malattia di cui soffre Gigi Hadid

Gigi Hadid, giovane modella statunitense, convive da anni con una patologia, quella della Tiroide di Hashimoto, che le ha comportato un cambiamento fisico radicale. Nell'articolo, cause, sintomi e cure.

Gigi Hadid in passerella

19 condivisioni 2 commenti

Gigi Hadid, meravigliosa e splendida modella statunitense, nelle sue ultime apparizioni pubbliche ha lasciato tutti di stucco, fan e detrattori. Le sue forme, infatti, sono quasi scomparse per lasciare spazio a un fisico asciutto all’eccesso, a un viso spento e a una vita sottilissima. Quelli che in passato l’avevano etichettata come troppo paffuta per sfilare, si sono chiesti a lungo cosa potesse esserle accaduto.

A rispondere ai loro dubbi e a quelli dei suoi sostenitori, è intervenuta la stessa Gigi Hadid, attraverso uno sfogo su Twitter, dove ha dichiarato di essere affetta da anni dalla Tiroide di Hashimoto, una patologia che le causa problemi di metabolismo, astenia (ovvero una stanchezza cronica) e una notevole sensibilità al freddo. Sintomi che non sono di certo facilmente gestibili per chi fa un mestiere come il suo che la porta a viaggiare spesso da un capo all’altro del mondo.

Tuttavia nonostante la sua confessione, non tutti le hanno creduto, anzi alcuni haters hanno lanciato ipotesi maligne sul fatto che in realtà quel cambiamento fisico fosse legato all’uso di droghe. Gli unici ad essersi subito schierati dalla sua parte sono stati i fan.

La malattia di Gigi, in ogni caso, è tutt’altro che un’invenzione e sebbene ora le sue condizioni siano migliorate grazie alle cure ricevute, i disagi causati dal morbo rimangono e suo malgrado è costretta a conviverci e a lottare per non lasciarsene travolgere.

Cos'è la tiroide di Hashimoto e quali sono i suoi sintomi

Tiroide di Hashimoto: donna che tossisce per il freddoHD

La tiroide di Hashimoto, per chi non ne avesse mai sentito parlare, è una malattia autoimmune causata da una produzione eccessiva di anticorpi che vanno ad aggredire il tessuto tiroideo portando la tiroide ad infiammarsi. Essa di conseguenza inizia a funzionare male e infatti una delle prime conseguenze della patologia è l’ipotiroidismo.

Quest'ultimo comporta debolezza muscolare e un senso di costante affaticamento fisico, mal sopportazione delle basse temperature, sonnolenza, depressione, problemi di memoria, flussi mestruali abbondanti, stitichezza, secchezza della pelle. Al di là di questo, la tiroide di Hashimoto resta per lo più asintomatica, rendendo di conseguenza complicato diagnosticarla. Solo attraverso una serie di esami approfonditi si può riuscire a individuarla, ossia tramite analisi del sangue ed ecografia.

Cause e cure

Tiroide di Hashimoto, donna che si tocca la golaHD

A livello di cura, la Tiroide di Hashimoto si fronteggia con l’assunzione quotidiana della tiroxina sintetica che fornisce all’organismo la giusta quantità di ormoni di cui necessita. Naturalmente occorre un costante monitoraggio delle condizioni del paziente che dovrà sottoporsi ad analisi del sangue regolari per capire se il dosaggio del farmaco va corretto.

Ad oggi non si conoscono le cause che possono portare al sopraggiungere della malattia. Gli unici dati certi sono che il fattore ereditario gioca un ruolo fondamentale, insieme alla gravidanza e alla menopausa. Se vi riconoscete nella storia di Gigi Hadid e avete alcuni dei suoi sintomi, vi consigliamo di rivolgervi a un endocrinologo per capire se la vostra tiroide presenta dei malfunzionamenti.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.