Stai leggendo: Kendrick Lamar è il primo rapper nella storia a vincere il Pulitzer

Letto: {{progress}}

Kendrick Lamar è il primo rapper nella storia a vincere il Pulitzer

Damn, l'ultimo album di Kendrick Lamar, è stato premiato con il Pulitzer per la musica. L'artista entra di diritto nella storia come primo rapper ad aver ottenuto l'importante riconoscimento.

Kendrick Lamar

1 condivisione 0 commenti

Il Premio Pulitzer per la musica è stato istituito ufficialmente nel 1943. Ieri, 16 aprile 2018, il giovane Kendrick Lamar ha segnato una svolta epocale nella storia diventando il primo rapper insignito del prestigioso riconoscimento.

L'album Damn - che ha seguito quello realizzato da Lamar per la colonna sonora di Black Panther - è stato scelto all'unanimità dalla commissione, che non ha esitato a definirlo "un lavoro che fotografa la complessità della vita per gli afroamericani". Come è stato già sottolineato, Lamar è il primo artista ad aver vinto il premio che non faccia parte della tradizione jazzista o classica, segno che il Premio Pulitzer abbia abbracciato recentemente un'ottica più inclusiva.

Ecco come Dana Canedy, amministratrice del Pulitzer, ha motivato la premiazione di Kendrick Lamar al New York Times:

Brilla una nuova luce sull'hip-hop. Questo è un grande momento per la musica hip-hop e un grande momento per i Pulitzer.

Kendrick Lamar al CoachellaHD
Kendrick Lamar al Coachella

Tra i finalisti, c'erano anche Michael Gilbertson con Quartetto e Ted Hearne con Sound From the Bench. Quest'ultimo si è detto particolarmente entusiasta della vittoria del rapper, definendolo "uno dei più grandi compositori americani viventi".

Ben fatto, Kendrick Lamar.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.