Stai leggendo: Emily VanCamp: 'The Resident mi ha aperto gli occhi sulla malasanità'

Letto: {{progress}}

Emily VanCamp: 'The Resident mi ha aperto gli occhi sulla malasanità'

Con un medical drama come The Resident, che punta a mostrare l'altro lato della medicina, Emily VanCamp ha ringraziato la serie per averle aperto gli occhi sulla burocrazia e la malasanità.

3 condivisioni 0 commenti

Quando una serie TV ti cambia la vita: é il caso di Emily VanCamp, che da quando ha iniziato a lavorare nel medical drama del momento, The Resident, ha un occhio di riguardo nei confronti della sanità.

L'attrice 31enne, conosciuta per il ruolo di Emily Thorne in Revenge e Sharon Carter nei cinecomic Marvel Captain America: Winter Soldier e Civil War, é tornata sulla cresta dell'onda con The Resident, serie in onda su FoxLife, in Prima TV Assoluta.

Emily è l'infermiera Nicolette 'Nic' Nevin e recita al fianco di Matt Czuchry (Cary Agos in The Good Wife), che interpreta l'arrogante ma brillante dottor Conrad Hawkins.

In un medical drama come The Resident, dove gli occhi della telecamera sono puntati sulla malasanità e il sistema burocratico che vi è dietro, Emily ha ammesso di aver cominciato a guardare i dottori sotto un altro aspetto.

Intervistata da Metro.co.uk, ecco cosa ha dichiarato la star.

Emily VanCamp: 'Ho accettato il ruolo pensando all'America di Trump'

Le elezioni di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti hanno certamente scosso tutti, celebrità comprese.

Emily ammette di aver accettato il ruolo di Nic in The Resident in seguito al clima politico e al malcontento che sta respirando il suo Paese. Sentendosi spaesata, la star era alla ricerca di un progetto in cui potesse investire ed esprimere il suo stato d'animo.

Il medical drama di Fox era la serie giusta per lei:

Non sono mai stata fan dei medical drama, ma questo espone il lato vulnerabile del sistema sanitario americano, e parla della mancanza di trasparenza e responsabilità da parte dei medici.

Prendendo parte a The Resident, Emily spera di poter incoraggiare più persone a fare domande al proprio medico, in modo da sentirsi più sicure. 

The Resident: I consigli di Emily

The Resident ha letteralmente aperto gli occhi all'attrice, che ha iniziato a dubitare della serietà dei medici negli ospedali.

Non lasciate tutto nelle mani dei dottori. Per loro, spesso, è un gioco indovinare, e a volte sono stanchi.

Ciò significa che la serie ha reso Emily più scettica nei confronti degli ospedali?

La Nicolette di The Resident dichiara di essere ancora più attenta a reperire ogni informazione utile per la sua salute.

Riguardo la parte burocratica, l'attrice è riuscita a comprendere meglio il mondo delle compagnie farmaceutiche, e il perché gli investitori non spendono soldi per i pazienti negli ospedali:

È un sistema gerarchico abbastanza incasinato. Il punto della serie è questo: scuotere un po' il sistema e dire, 'Sveglia, sta accadendo questo ed ecco come potete evitarlo.'

Dalle sue parole, Emily sembra molto soddisfatta di questo suo nuovo progetto.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.